Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » community » diari » diario di elrey » agosto 2010 » giorno 6: mexicano

Pagina del diario di elrey

elenco diari | pagine | cerca | commenti | partecipanti | scrivi nel tuo diario | impostazioni


{ lunedì 2 agosto 2010 }

Giorno 6: Mexicano

Messicani. Gente piccola dal sombrero grande.
Chi nasce in Messico sa che esiste una regola non scritta. Se la segui sopravvivi, se non la segui muori.
Si chiama Machismo. A sei anni un messicano sa già scannare e cucinare qualunque tipo di animale.
A dieci riesce a centrare un barattolo di latta a dieci metri di distanza. A Dodici anni hai già capito
tutto del sesso e di come si fa per ammazzare chi ti rompe i cojoni. Ecco, i cojoni quelli la. Un messicano
impara a tirarli fuori da piccolo. Se non ci riescono le botte e le esperienze lo fa l'alcool a farti venire
un fegato, e cojoni, grosso come quello di un toro. Se non ce la fa nemmeno l'alcool allora sei destinato
a diventare carne da macello, cuore senzapalle buono solo per essere espiantato venduto e trapiantato in qualche altro
senzapalle che durerà più o meno quanto sei durato tu prima di finire nella macchina del riciclo.
Ecco perchè, se sei nato in Messico, devi attenerti scrupolosamente alla regola del Machismo.
Le donne in Messico si dividono in due categorie. Le p#####e e le assassine.
Entrambe le categorie sono mamme a poco più di sedici anni. La differenza, anche qui, la fa El Machismo.
El Coyote mi disse che da qui alla Florida erano due giorni di viaggio. Voleva 3000 dollari solo per superare la frontera. Niente di più facile, bastava piantere un proiettile in testa
a un paio di ricercati e il gioco era fatto ma, come vi dissi in precedenza... la violenza di è organizzata.
Avevo appena iniziato a vedere la testadicazzo più quotata di Tijuana che già s'era sparsa la voce.
El b######o del Messico è a Tijuana e cerca te.
Sentire i gringos parlare di te come Il Messicano più grande che abbiano mai incontrato in tutta la loro vita fa un certo effetto.
Eppure la troppa fama non mi piaceva. Dovevo agire in modo diverso questa volta.
L'idea mi venne quando mi accorsi del poliziotto che camminava dietro di me. Niente di grave, facevamo la stessa strada.
Tuttavia appena girato il vicolo gli tesi un'imboscata.
Presi la sua divisa, il portafogli, i documenti e le chiavi della sua auto.
Per molti, un corpo morto significa tante cose.
Reni, cuore, cornee. Ma non era quella la mia vocazione, diciamo pure così.
Mi accontentari di farlo sparire per sempre.
El b######o del Messico diventa Poliziotto.
Buffa conbinazione. Superai la Frontera senza problemi. Senza Soldi. Senza sospetti.
Ridevo. Il mio viaggio verso la Florida era appena iniziato e fare quel viaggio su una macchina della polizia di Tijuana sulla strada che porta
da san Diego in Florida non sarebbe stato come fare un viaggio di piacere.
Il mondo si divide in due categorie: Chi ha voglia di farsi notare e chi va a piedi.
Io Camminavo.
Così, appena fuori dallo stato e appena prima del deserto. Diedi fuoco a tutto e proseguii a piedi...ma col pollice alzato.
Come chi cammina aspettando una guida che lo prende per mano...

elrey - 16:45

◄ precedentepagina 7 di 12successiva ►

Nessun commento presente

Per commentare fai il login


© 2000-2021 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

47 ms 17:23 04 032021 fbotz1