Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » community » forum » questioni sociali » exit poll: ma sono davvero necessari?

Exit poll: ma sono davvero necessari?

elenco forum | discussioni | post | cerca | partecipanti | proponi discussione

582 visite

Sono presenti 2 post.

messaggi per pagina
nessunopaolo74 mercoledì 16 aprile 2008 09:541/2
Ciao a tutti.
Domenica scorsa si sono tenute le elezioni.
Come da tradizione, ormai da alcuni anni a questa parte, le varie reti TV hanno messo in piedi ore ed ore di speciali elezioni iniziati con la chiusura dei seggi, in cui venivano snocciolati i soliti "exit poll".
La mia domanda è: ma sono così necessari?. Visti la clamorosa cantonata che gli exit poll hanno preso quest'anno, mi chiedo non sarebbe meglio iniziare a discutere su fatti concreti piuttosto che ipotesi?
Ma gli exit poll non dovrebbero essere lo specchio di ciò che gli italiano hanno votato? Se è così vuol dire che molte persone votano un partito diverso rispetto a quello indicato nelle inteviste.
Che ne pesate?

games > pacman ghostcorona Miki [Amministratore] giovedì 17 aprile 2008 03:372/2
ne hanno sbagliato parecchie di previsioni,
nel 2006 davano il centrosinistra in netta vittoria e poi ha vinto per un pelo,
poi quella volta delle regionali, con le famose bandierine di fede, e altre ancora.

di fatto sono inattendibili, non so perché continuino a farli o non cambino sistema.

di solito i sondaggi con campioni significativi, cioè qualche migliaio di persone omogeneamente distribuite sul territorio italiano, e con 2 possibili risposte (e in questo caso le risposte erano abbastanza concentrate su 2 partiti) hanno dei margini di errore intorno al 1-2 %.

con gli exit pool forse influisce il fatto che alcuni mentono, per burlarsi dei sondaggi, o per nascondere il voto dato del quale non vanno fieri.

per esempio, metti il caso di uno di rifondazione che non vuole assolutamente che berlusconi vinca, in cabina elettorale turandosi il naso alla montanelli mette la croce su veltroni, poi fuori dall'intervistatore mette la croce su quello che avrebbe voluto votare e del quale andrebbe fiero. stesso dicasi per uno dell'udc che non vuole che la sinistra vinca.

penso che siano più affidabili le quotazioni dei bookmaker, dove girano dei soldi c'è molta più attenzione a fare previsioni affidabili.

chi ha scommesso 100 euro su berlusconi ne ha guadagnati solo 30,
mentre la stessa somma su veltroni ne avrebbe fatti vincere ben 400

il che significa che i bookmaker davano quasi per scontata la vittoria di berlusconi, e quindi una netta vittoria

infatti ci hanno preso
INFO
18/10/2017: I forum di discussione sono da oggi disponibili solo in lettura. Ringraziamo gli utenti che vi hanno partecipato per tanti anni.


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

31 ms 16:23 17 092019 fbotz1