Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » community » forum » questioni sociali » magistrati, quelle brave persone.

Magistrati, quelle brave persone.

elenco forum | discussioni | post | cerca | partecipanti | proponi discussione

605 visite

Sono presenti 14 post.

messaggi per pagina
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut venerdì 12 dicembre 2008 20:211/14
Vedete, si parla di magistratura si magistratura no, separazione delle carriere e via e c'è chi è contro e chi a favore.
Giusto ieri hanno condannato in appello una persona che conosco e che so essere innocente, l'hanno condannata sghignazzando in camera di consiglio per 10 minuti poi sono usciti a dire la loro benemerita str0nzata.
Hanno fatto un processo nonostante l'avvocato difensore non potesse essere presente per via di un'altra udienza e nonostante la richiesta di rinvio sono voluti andare avanti perchè comunque era presente un giovane avvocato sostituto di quello reale.
Ieri ho visto cosa è la giustizia in italia ed ho visto chi sono i magistrati, la giustizia non esiste, i magistrati sono esseri viventi (premetto che per me non sono più uomini) con il classico delirio di onnipotenza, hanno potere su tutti e tutto e comandano senza che noi ce ne accorgiamo.
Viviamo grazie a loro in uno stato di polizia ed ora mi chiedo, se un innocente viene messo dentro, chissà quanti sono innocenti dentro le nostre galere...e quanti i colpevoli fuori.
Basta buonismo, i magistrati affetti da delirio di onnipotenza vanno curati in una buona struttura chiamata manicomio, vanno sedati e tenuti soto osservazione e se proprio sperare che tornino esseri umani normali.
Questa è la magistratura in Italia, questo è il nostro stato, io ne ho perso la fiducia perchè in queste condizioni vedo una famiglia andare a pezzi per i capricci di un paio di bambini diventati per fortuna magistrati, bambini di 50 anni!

nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut venerdì 12 dicembre 2008 21:222/14
So che certe cose scritte da me possono sembrare eccessive, ma sono rimasto sconvolto della mancanza di serietà di chi è posto a giudicarci, mi rendo conto che dobbiamo avere delle persone rette a giudicarci e che nella realtà dei fatti abbiamo persone ignobili senza alcuna sensibilità di pensare che le loro azioni possono avere ripercussioni gravi sulla vita di altre persone legate a chi condannano.
Io voglio la galera per chi agisce così, voglio che i magistrati che sbagliano finiscano a scontare qualcosa nelle patrie galere e che imparino l'umiltà che un a saggia persona deve avere.
Chi non ha rispetto degli altri non merita rispetto alcuno.
cartoons > hagar the horriblestellina stellina stellina roadwolf venerdì 12 dicembre 2008 23:023/14
Il 12/12 20:21 danut ha scritto:
... la giustizia non esiste, i magistrati sono esseri viventi (premetto che per me non sono più uomini) con il classico delirio di onnipotenza, hanno potere su tutti e tutto e comandano senza che noi ce ne accorgiamo.... Basta buonismo, i magistrati affetti da delirio di onnipotenza vanno curati in manicomio. Questa è la magistratura in Italia, io ne ho perso la fiducia perchè in queste condizioni vedo i capricci di un paio di bambini diventati per fortuna magistrati, bambini di 50 anni!
mmmhhh......

Il 12/12 21:22 danut ha scritto:
So che certe cose scritte da me possono sembrare eccessive, ma sono rimasto sconvolto della mancanza di serietà di chi è posto a giudicarci... e che imparino l'umiltà che un a saggia persona deve avere. Chi non ha rispetto degli altri non merita rispetto alcuno.
alla fine ti sei risposto da solo, ma l'umiltà oggi difetta purtroppo nella stramaggioranza della popolazione e nella totalità di chi ha in mano qualsiasi forma di potere.

e l'umiltà dovrebbe essere considerata come il primo scalino necessario per essere pragmaticamente realisti....
nessunostellina stellina stellina stellina stellina PulcinaRosa venerdì 12 dicembre 2008 23:254/14
Non so se sia più difficile che vada in carcere un politico o un magistrato.
Oh, scusate, non volevo dimenticare anche tutti gli imprenditori...sapete com'è, il patteggiamento.
Dan, sono tutti degli s#####i dal primo all'ultimo... chi ha il potere di decidere crede di avere il potere supremo..
Non so se avete più seguito la vicenda dei fratelli di Gravina di Puglia, cmq il padre aveva chiesto un risarcimento danni di un miliardo di lire ( il massimo) per essere stato carcerato ingiustamente.. beh a giorni ci sarà l'udienza e gli accusati (se non erro la polizia, o cmq un corpo di difesa dello Stato... chi mi corregge mi fa un favore) hanno tirato fuori dei discorsi per discolparsi dicendo che è stato lo stesso Pappalardi (padre dei due bambini ) a depistarli e a sviare le indagini con le proprie dichiarazioni.
Loro sanno sempre come cavarsela.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut sabato 13 dicembre 2008 02:565/14
Sono convinto che un'opera di contrasto con la magistratura sia ormai necessario da parte del popolo italiano preso in giro da troppi anni da chi si fa gli affaracci propri senza avere nessun problema di moralità.
Secondo me andrebbero riviste tutte le posizioni di tutti i magistrati, credo che ormai la maggior parte di essi sia corrotta sia dai soldi che dal potere che essi stessi tengono in mano.
Uno stato in cui non c'è organo estraneo che bilanci i poteri dei magistrati non è considerabile come stato democratico, vanno riviste tante cose e senza alcuna interferenza da parte delle persone prese in causa.
Sono cattivo, ma ridersela mentre si decide della vita di una persona m i ha fatto comprendere molte cose.
Uno stato comunista quale era la Cecoslovacchia aveva circa le nostre stesse garanzie rispetto alla giustizia, lo so bene io che sono un mezzo sangue, non è possibile essere così arretrati, come paesi del terzo mondo.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina EvilEky sabato 13 dicembre 2008 14:146/14
Il 12/12 20:21 danut ha scritto:
Ieri ho visto cosa è la giustizia in italia ed ho visto chi sono i magistrati, la giustizia non esiste, i magistrati sono esseri viventi (premetto che per me non sono più uomini) con il classico delirio di onnipotenza. Basta buonismo, i magistrati affetti da delirio di onnipotenza vanno curati in una buona struttura chiamata manicomio, vanno sedati e tenuti soto osservazione e se proprio sperare che tornino esseri umani normali.
Danut, non generalizzare! E' una cosa da non fare mai perchè offusca solo la mente allontanandola da quella che è la realtà: dire che tutti i magistrati sono così è come dire che tutti gli extracomunitari son delinquenti e che tutti i genovesi sono tirchi! Ed è SBAGLIATO!

Che la giustizia non esiste è vero.. purtroppo..

..ma non pensare a rinchiudere gente in un manicomio perchè condannare una persona ad un istituzione totale come questa è come condannarla alla pena di morte! Tu sei a favore della pena di morte?!
I manicomi sono stati aboliti in Italia con la legge Basaglia (1978), e per questo siamo la Nazione più all'avanguardia a livello mondiale! Tu sai cosa fanno in un manicomio, tu lo sai cosa fanno molti psichiatri?! Quanti soldi scorrono dietro a questo mondo?! Non condanneresti nemmeno il tuo peggior nemico ad andare in un manicomio se avessi visto anche solo una volta in vita tua negli occhi chi ci è stato, o se ne avessi visto solo le foto..
Io non conosco magistrati, nè avvocati, anche mia madre sta subendo ingiustizie legali, ma prendersela con un insieme di lavoratori per colpa di uno o due di loro non è saggio..
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut sabato 13 dicembre 2008 19:247/14
Non sono uno o due, sono la quasi totalità! Lo so bene perchè in passato mia madre ha avuto problemi come altra gente e il risultato del lavoro di magistrati o penali o civili è sempre lo stesso, penoso.
Mi spiace ma so cosa facevano nei manicomi ed è per questo che li condannerei a quello, li condannerei per ogni orrore che hanno inflitto per leggerezza.
La realtà è che la magistratura non ha controllo in italia, non esiste uno stato democratico che possa accettare questo, non posso accettare che una persona generosa come quella che conosco possa venire condannata per una cosa che non ha fatto e venire anche allo stesso modo infamata.
600avatars45x45 > 171stellina stellina stellina stellina stellina stellina napulitanboy domenica 14 dicembre 2008 02:218/14
Il 12/12 20:21 danut ha scritto:
Giusto ieri hanno condannato in appello una persona che conosco e che so essere innocente,
beh, certo... se lo sai tu....

smettiamola con ste c#####e, ok ? evitiamo di creare allarmismo su una presunta magistratura inetta...

c'è chi fa bene il proprio lavoro, chi si crede un padreterno e lo fa male...

non per questo si può sputare all'impazzata veleno su tutto l'ordine...

poi quell' " IO SO ESSERE INNOCENTE " mi fa ridere...
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut domenica 14 dicembre 2008 11:549/14
Nap, quindi per te una persona innocente che viene condannata per natura diventa colpevole...Mi fai rimanere sbigottito che nonostante tu sia una persona intelligente possa credere che quello che esca da una aula di tribunale sia verità, si vede che nonostante quello che studi non hai avuto molta esperienza a riguardo, forse non ne avrai mai perchè per averla mi spiace, non devi essere avvocati e neppure magistrato ma provare a stare dall'altra parte per scoprire cosa vuol dire non aver diritti, di essere sottoposto al volere altrui senza alcuna possibilità reale di difesa se non due parole da parte di un avvocato che può fare poco se la sentenza è già scritta.
Semplicemente se una persona la conosci e la vedi accusata di un crimine che semvra irreale non puoi tacere e non puoi mettere sotto tutta la magistratura che non sai come mai, sarà un caso ma ogni volta che ha toccato di striscio la tua vita ha solo creato danni con decisioni alquanto stupide e non parlo di una o due volte sia ben chiaro.
Vuol dire che chi è preso a giudicarci non è abile nel farlo, nella maggior parte dei casi, che poche persone hanno questa abilità, ma si vede che quel giorno non c'era raccomandazioni per entrare in magistratura. Si perchè il dubbio che sale prepotente è solo questo, cioè di una casta di raccomandati che vanno su non per le loro capacità ma per ben altri motivi.
Per dirla tutta, so che tale persona è innocente anche conoscendo la sua vita, sapendo di lui certe cose s capiscono tante cose e la persona che viene dipinta in queste condanne o è una personalità alternativa di una persona altrimenti diversa oppure non risponde a realtà, pechè se fosse così come dicono tante sue azioni passate non avrebbero mai avuto senso, sarebbero state solo frutto di pazzia pura.
Si può dire da parte dei meccanici non puoi con un caso parlare male di una categoria, ma se ho piiù condizioni a farmi vedere questo credo che si possa creare un quadro buono della condizione.
Vista l'importanza di chi ci giudica non possiamo permetterci di avere delle mele marce davanti a noi, neppure una, vanno tirate via il prima possibile.
Tanto per intenderci il procedimento non è civile e si perdono solo dei soldi, sto parlando di galera per chi verrà condannato innocentemente, non cosa da poco, quindi mi spiace ma è fuori luogo dire che non posso per queste condizioni sparare su una categoria, già due gradi sono passati allo stesso modo, inizio a pensare che anche il terzo andrà così e poi che si farà, si accetterà la galera per questa persona convincendoci che comunque sia è colpevole nonostante l'nnocenza?
600avatars45x45 > 171stellina stellina stellina stellina stellina stellina napulitanboy domenica 14 dicembre 2008 13:4410/14
Il 14/12 11:54 danut ha scritto:
Nap, quindi per te una persona innocente che viene condannata per natura diventa colpevole...
e dov'è che avrei detto sta cosa io ?

ho semplicemente detto che io per quanto possa conoscere una persona non posso affermare, per presunzione, e senza dati di fatto, la sua innocenza.
Io non so che tipo di condanna c'è stata, e tanto meno in che grado d'appello sia avvenuta la stessa... ma, se, oltre ogni ragionevole dubbio vi è stata da parte del giudice l'emissione di una sentenza simile... è perchè evidentemente questa persona non la conoscevi così come pensavi...

e cmq, se il giudizio era quello preliminare, c'è la possibilità di ricorrere ai piani più alti della magistratura...

Ma non è questo il discorso che voglio fare...
l'avvocato del tuo amico " ERA IMPEGNATO" ???????!?!?!?!??!?!? ma che razza d'avvocato è ? perchè prendersela con la magistratura ?
E ti ripeto " tu sai che lui è innocente " ?? e in base a quale criterio EMPIRICO puoi dimostrarlo ?

Mi dispiace dan, ma il tuo è un discorso senza senso dettato da il dispiacere per una condanna.
Quando si prende una multa per divieto di sosta, sai di stare sbagliando ma inveisci contro i vigili pensando " ma guarda sti s#####i... invece di andà a vedere che ruba, se la prendono con la brava gente " Il tuo discorso è molto simile...
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut domenica 14 dicembre 2008 14:0711/14
Nap, quello che tu dici è affetto da un difetto bestiale, non te ne rendi conto neppure te dell'errore del tuo pensiero.
Se i giudici hanno valutato questo si vede che una persona l'ha fatto? Ma ti rendi conto che hai detto una str0nzata di quelle più elevate che si possano dire? Una persona deve essere sicuramente colpevole e non possibilmente, per una possibilità non si può mettere dentro una persona se c'è solo un dubbio sulla sua innocenza non può essere messa dentro, ma si vede che tu sei come gli altri un forcaiolo alla Di Pietro.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut lunedì 15 dicembre 2008 00:1512/14
Ah agiungo che leggendo le decine e decine di pagine riguardanti il processo di primo grado si trova una simpatica testimonianza di un notaio non conosciuto all'imputato che con la sua testimonianza lo scagiona del tutto, ma è ovvio che per persone grette e meschine tener conto dell'ordine temporale, invece è da persone illuminate sconvolgere l'ordine del tempo per trasformare una azione in un'altra.
Pensate bene un pubblico ufficiale che dice il falso? Sapete cosa vorrebbe dire per quella persona?
Pensate un poco che mi sono letto tutto le testimonianze da parte della accusa e da parte della difesa, però l'accusa ha portato solo due persone come testimoni, una persona diretta interessata ed un perito che avvalora la tesi della accusa, peccato che la tesi della accusa è stata allo stesso tempo vanificata da un'altro perito del tribunale stesso per un processo civile. Quindi si è di fronte ad una decisione presa non sulle basi di tutto, ma solo su quello che era interessante per accusare.
Non so ma le persone chiamate a giudicare questo caso ed anche gli altri non dovrebbero essere un poco competenti?
Mi si dice che è solo un caso? Allora il giudice che aveva in mano il caso dell'omicidio di mio padre è un corrotto della mafia di certo visto che mio fratello poliziotto ha avuo pressioni dall'alto per smettere di indagare di suo, quelli relativi alle innumerevoli vicende ttrascorse dopo la morte di mio padre sono dei legittimi stupidi visto che neppure sanno fare di conto, questi magistati che hanno giudicato colpevole in due gradi una persona che la mia famiglia conosce da anni e che porta la massima fiducia di una infinità di persone non sanno leggere, allora iniziamo a pensare che sia tutto un caso? Oppure è la norma che in magistratura si entra solo per spintarelle?
600avatars45x45 > 171stellina stellina stellina stellina stellina stellina napulitanboy lunedì 15 dicembre 2008 01:0313/14
...rispondi a questa domanda:

perchè è innocente sta persona?...o meglio, perchè non è colpevole?
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut lunedì 15 dicembre 2008 01:3814/14
Lui viene accusato di aver obbligato una anziana donna ormai costretta a letto di fare testamento verso di lui usando la sua professione medica, peccato che il tutto è capitato prima che tale donna fosse a letto ed avesse bisogno di un medico.
Visto che tale donna voleva addottare tale persona che è orfano dalla nascita ma non è riuscita a farlo prima di morire posso comprendere che il suo stare al suo fianco durante gli anni di letto potessere essere paragonabile all'amore figliale visto che lui la chiama sempre "mamma".
Ma forse si dovrebbe fare un omicidio di massa per fare capire cosa vuol dire orfani a certe persone, come ci si può sentire di trovare una persona che possa volerci come figli nonostante non lo siamo.
Nap, tu puoi dire quello che vuoi, ma io questa condizione l'ho vissuta da parte materna e chi non l'ha vissuta non può capire e dovrebbe tacere in un caso così delicato.
Come ho detto ci sono più testimoni a favore dell'imputato, ci sono i fatti cronologici che lo dicono ma puntualmente l'accusa o il giudice relatore omette sempre qualche piccolo particolare temporale stranamente confondendo alcune cose.
Se io oggi facessi testamento verso una persona nominandola mia erede universale e dopo stessi male e tale persona mi accudisse sarebbe un conto, se succedesse il contrario potrebbe essere un'altro, ma ripeto potrebbe.
In tutto questo caso non c'è prova alcuna di colpevolezza, tutti i testimoni sono a favore dell'imputato ma puntualmente per vari casi che non sto ad elencare si finisce ad evitare alcuni fatti capitati e considerane solo alcuni come validi.
Quindi in italia basta essere possibilmente criminali per finire in galera, allora come si può negare che chiunque in questo forum non è possibilmente una bomber? Per questa logica delle possibilità chiunque sia nel dubbio di essere colpevole di uno stesso atto dovrebbe finire in galera preventivamente per sicurezza, ma questo va a ledere la libertà del cittadino.
Nap, mi spiace, ma un conto è il conoscere le leggi e quelle non le conosco, un'altro è il buon senso e l'intelligenza di comprendere alcuni fatti, si vede che i magistrati al giorno d'oggi difettano di queste ottime caratteristiche, mentre hanno ottima memoria di tutti i codici, ma che senza un cervello ben funzionante dietro sono altamente inutili.
Il buon senso dovrebbe essere la prima delle carattristiche di un buon magistrato, l'essere capace di essere tangente alla verità ed in essa vedere se c'è un reato, non creare teoremi accusatori o pensare che possibilmente una persona poteva essere colpevole.
Io questa persona la conosco, è un medico di famiglia che cura anche persone che non sono iscritte da lui per amicizia, che non prende ferie da certamente 30 anni pur di essere sempre a disposizione dei suoi pazienti e che quando un paziente anziano aveva bisogno anche solo della spesa e non c'era nessuno per fargliela in assurdo era lui a farla, quresto non si impara in uno stato cattolico, ma in un kibuz in cui si impara a dare una mano a tutti.
Ma gli italiani danno al massimo una mano per norma ai loro famigliari, come possono comprendere questo? Semplice è una impostazione sociale differente e che non possiamo giudicare secondo i nostri preconcetti e pregiudizi, sarebbe una questione comunque di razzismo.
Come ho detto non esistono prove a renderlo colpevole, non ci sono testimoni contari ma in un qualche modo per l'errore del giudizio di primo grado si ricade in un giudizio di secondo grado che lo rende colpevole.
L'avvocato ha detto che la colpevolezza nel secondo grado era possibile visto che nessun magistrato in questo livello darbbe contro ad un'altro, ma in cassazioine è possibile un ribaltamento che verrebbe confermato dopo in un successivo appello, il tutto con altri 4 anni di schifo di vita per questa famiglia che ha già vissuto l'infamia della stampa contraria.
INFO
18/10/2017: I forum di discussione sono da oggi disponibili solo in lettura. Ringraziamo gli utenti che vi hanno partecipato per tanti anni.


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

43 ms 08:17 16 092019 fbotz1