Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » community » forum » aforismi e insegnamenti di vita » la mia vita

La mia vita

elenco forum | discussioni | post | cerca | partecipanti | proponi discussione

1750 visite

Sono presenti 45 post. Pagina 2 di 3: dalla 21a posizione alla 40a.

1 2 3
messaggi per pagina
nessunostellina stellina fabioMD1960 mercoledì 11 novembre 2009 14:5921/45
Il 11/11 08:55 DottCacchiuc ha scritto:
immagina una sfera tappezzata da miliardi e miliardi di fotogrammi di superficie e all'interno di questa altrettante microsfere in rotazione convulsa e casuale, sulla cui superficie, però, ci sono solo le configurazioni vitali (fotogrammi) che competono (all'uomo, all'animale, al sasso, alla stella, al virus).quando i fotogrammi "di partenza" della minisfera interna, per casualità, agganciano quelli di superficie...l'essere (l'oggetto..l'animale..il sasso..) cominciano la loro esistenza
Teoria affascinante.
Non ho capito una cosa: le microsfere si 'agganciano' alla sfera 'madre' (consentimi il termine) per similitudine pura ?
Mi spiego: una microsfera tipo 'animale' si deve agganciare per pura similitudine al fotogramma 'animale' sulla sfera esterna ?
Oppure vi possono essere altri fattori che secondo te intervengono in queste 'unioni ' ?

nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina DottCacchiuc mercoledì 11 novembre 2009 15:2022/45
si la sfera "animale" può agganciarsi solo con la serie di fotogrammi della sfera madre che rappresentano "quell'animale"...l'interazione con altri fotogrammi è perfettamente priva di effetti...priva di senso...
l'input per l'aggancio è senz'altro dato dai progenitori dell'animale stesso..con il quale hanno una serie di fotogrammi in comune, sia sulla sfera madre che in quella singola di ogni singolo individuo...
spero di aver chiarito...
ma per brevità non è tutto qua...
600avatars45x45 > 020stellina stellina stellina LaGaTTina mercoledì 11 novembre 2009 15:2323/45
Il 09/11 09:28 Dek ha scritto:
diciamocelo: tu sei rimasto là, sei ancorato al passato, e non ai momenti belli, ma solo a quelli bui. E ti ci stai perdendo che è una meraviglia, anche perchè hai effettivamente delle voragini affettive che al confronto la Fossa delle Marianne è una pozzanghera...
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina DottCacchiuc mercoledì 11 novembre 2009 15:2524/45
..perchè ad es. le sfere interne hanno una gerarchia da rispettare per le specifiche casualità...(non essendo tutte collocate allo stesso livello ...ad esempio...)---
nessunostellina stellina fabioMD1960 mercoledì 11 novembre 2009 15:4325/45
Il 11/11 15:20 DottCacchiuc ha scritto:
si la sfera "animale" può agganciarsi solo con la serie di fotogrammi della sfera madre che rappresentano "quell'animale"...l'interazione con altri fotogrammi è perfettamente priva di effetti...priva di senso... l'input per l'aggancio è senz'altro dato dai progenitori dell'animale stesso..con il quale hanno una serie di fotogrammi in comune, sia sulla sfera madre che in quella singola di ogni singolo individuo... spero di aver chiarito... ma per brevità non è tutto qua...
Grazie per la precisazione.

Da quello che mi scrivi, intuisco anche che il tuo modello e' alquanto complesso e lascia spazio a sviluppi interessanti.

Mi piacerebbe sapere come l'idea o il concetto di creatore, di essere 'divino' sono contemplati, e se lo possono essere, in questa struttura di microsfere entrocontenute nella sfera madre.

Ad esempio, secondo il tuo pensiero, e' la stessa sfera esterna che noi esperiamo come immmagine/concetto/archetipo di creatore ?
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut mercoledì 11 novembre 2009 17:1226/45
Il 09/11 09:28 Dek ha scritto:
Ciò non significa che tutto il mondo giri secondo la tua visione distorta del momento, e prima te ne renderai conto, prima potrai ripartire. Perchè diciamocelo: tu sei rimasto là, sei ancorato al passato, e non ai momenti belli, ma solo a quelli bui. E ti ci stai perdendo che è una meraviglia, anche perchè hai effettivamente delle voragini affettive che al confronto la Fossa delle Marianne è una pozzanghera
Allora tento di fare il punto, io non riesco a vedere dei momenti belli nel mio passato, perchè considerano il fatto che dovevo avere affianco a me una persona che non esiste e quindi quei momenti belli non sono mai esistiti. Come mi disse una mia amica, se scopri che la persona che ti sta affianco è un assassino, probabilmente anche l'amore che provavi in passato morirà e tutti i bei momenti saranno inquinati dallo schifo del presente, quindi sta alle persone avere rispetto anche dei possibili ricordi della persona.
Se noi vogliamo essere ricordati decentemente dobbiamo agire ed interagire in certi modi, se no non sol roviniamo un ricordo, ma semplicemente tutti.

Il 09/11 14:55 Dek ha scritto:
Punto 3. Giuggiola ha tradito la tua fiducia e così facendo ha posto fine alla vostra storia. Purtroppo le cose sono andate diversamente, ma resta un fatto innegabile: la storia è andata a pallino perchè non c'erano più i presupposti per farla funzionare, e Giuggiola si è assunta tutta la colpa.
In assurdo la storia è andata a quel paese in una maniera assurda e alquanto imprevedibile. Quando capitò le mie amiche dissero chiaro e tondo che o lei aveva conosciuto un'altra persona o che mi aveva tradito ed io scemo difendevo quella che comunque reputavo una buona ragazza, anche se non mi diede motivo per capire la fine del nostro rapporto (in effetti non me la disse ed è per questo che tutte le mie amiche ed amici pensarono male). Quando mi lasciò il cambiamento dei suoi sentimenti fu repentino ed alquanto imprevedibile, era passata dall'amarmi il 10 Febbraio 20008 al non amarmi più definito il 20 Febbraio, considerato che in quei giorni non ci eravamo sentiti spesso per via di un lavoro che avevo e dell'influenza che quando mi piglia mi fa dormire ore su ore era piuttosto strano no?
Avrei gradito che se lei aveva dei dubbi o dei problemi me ne parlasse prima e non che risolvesse le sue questioni a modo suo non considerando che quelle questioni erano anche mie.
Lei era conoscia di una cosa quando usscì per tradirmi e cioè che io quando ci mettemmo insieme le avevo chiesto esplicitamente e non sottointendendolo di lasciarmi subito prima di tradirmi, visto che sapeva bene che ero stato già ttradito e che per me sarebbe stato poi impossibile ridare fiducia a qualcuno.
Lei lo ha fatto? bene, allora aveva alla sua portata ancora un paio di cose che poteva fare per evitare di farmi stare male, prima di tutto un motivo non zoppicante per lasciarmi, visto che nessuno ci è caduto e per secondo non scrivere o parlare con nessuno di quello che aveva fatto, ma lei bravissima ne parò con gente di questo sito.
Ok, era ancora in salvo, ma si è tirata la zappa sui piedi quando volle la mia presenza per la morte di suo nonno, mi spiace ma li mi vennero dei dubbi il primo giorno che la vidi sulla sua sincerità, cosa che risolsi con una piccola indagine personale nel suo pc, manco le prove aveva cancellato, altro errore.
A ben vedere capisco tutto che lei avesse 20 anni ed io 29, ma anche una bambina di 11 anni capisce che se si vuol tenere nascoso qualcosa non si lasciano prove dell'avvenuto, quindi la cara Giuggiola ha dimostrato una itelligenza assai squallidamente bassa.
L'unica che so di avere sbagliato è di non averla calpestata appena scoperto il tradimento e di non essermene andato via, mentre volli credere alla tesi dell'erroredella tentazione e così via, in effetti fui stolto, cosa che non farò più, il prossimo tradimento verrà prontamente punito, ma tanto non ci sarà, visto che la mia conformazione psicologica mi porterà ad essere un solitario.
Per precisare giuggiola non si è mai aassunta la colpa e quindi la responsabilità del suo tradimento.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut mercoledì 11 novembre 2009 22:3527/45
Poi per dirla tutta! Ma cavoli a 14 anni è stata investita da un'auto, ovviamente le hanno dato i soldi per i danni, ma quando lei crea danni non ha voglia di pagare (e non parlo di soldi) ma che mentalità del cavolo è? Sinceramente mia madre mi dice che dovrei andare da lei e pigliarla a botte, in fondo al massimo mi piglio una denuncia e me la godo anche, fedina penale sporca perchè? perchè avrei picchiato la mia ex fedifraga, decisamente da applausi.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina DottCacchiuc giovedì 12 novembre 2009 08:4728/45
Ad esempio, secondo il tuo pensiero, e' la stessa sfera esterna che noi esperiamo come immmagine/concetto/archetipo di creatore ?

NO..
"il mio modello" è assolutamente immaginario.....lo strano è che più ci penso più funziona...ma non è detto che le cose siano come da me descrivibili in base al modello stesso.....
...io, poi, personalmente non credo in un Dio interventista (per azione diretta) nelle faccende umane e universali...piuttosto in un Dio delle regole del possibile e dell'impossibile...poche e superintelligenti regole alla base di tutto (forse una sola super regola....)...
...l'universo, la creazione etc. come sottoprodotti assolutamente autonomi (e semplicemente soggiacenti alle regole/a del Creatore)...tutto qua..


poi, il mondo dello spirito una cosa veramente a parte, all'interno del quale (ammesso che si possa parlare di un interno e/o di un esterno di siffato luogo) il Dio Creatore ne è la massima espressione di tutte le possibili articolazioni e configurazioni...
....noi umani (probabilmente al vertice dell'evoluzione materiale del nostro universo...e non è dimostrato..) nell'anima solo piccole fiammelle di un incendio colossale e inimmaginabile..
altro esempio per rapporti.....direi un atomo in confronto alla 10^80 atomi costituenti l'intero nostro universo
siamo veramente un nulla....
avatar 25stellina stellina Dek giovedì 12 novembre 2009 11:4629/45
Il 11/11 22:35 danut ha scritto:
Sinceramente mia madre mi dice che dovrei andare da lei e pigliarla a botte, in fondo al massimo mi piglio una denuncia e me la godo anche
Questo spiega molte cose...

[quote]Io non riesco a vedere dei momenti belli nel mio passato, perchè considero il fatto che dovevo avere affianco a me una persona che non esiste e quindi quei momenti belli non sono mai esistiti.[/quote]

I momenti belli si vedono indipendentemente da chi è accanto a noi. Un momento è bello o brutto prima di tutto per come NOI lo viviamo, non per come GLI ALTRI ce lo fanno vivere.
Credi che chi cresce solo o senza un genitore ricordi solo il peggio della sua infanzia? Non ricordi il primo gelato, il primo compleanno festeggiato, la prima cotta, il primo giro in bici come bei momenti, solo perchè a monte non c'era un genitore a condividerli?
Bisogna sempre guardare al lato positivo dell'esperienza, altrimenti il tuo non è semplicemente pessimismo, ma nichilismo masochista, e allora rischi di trascinare nella tua spirale di depressione chiunque ti stia intorno

[quote]Se noi vogliamo essere ricordati decentemente dobbiamo agire ed interagire in certi modi, se no non sol roviniamo un ricordo, ma semplicemente tutti.[/quote]

E sbagli anche qua! Tutti facciamo degli errori, TUTTI, nessuno escluso. E quel che accade ha sempre uno scopo, nella maggior parte dei casi si tratta di insegnarci qualcosa. Il tuo problema Daniele è che da ogni guaio o delusione che ti capita, tu impari SEMPRE LA STESSA COSA: cioè DEPRIMERTI sempre più!

Ma quante altre volte ti deve mettere alla prova la vita per farti capire che DEVI REAGIRE IN MODO POSITIVO?!
Non è autocommiserandoti e avendocela col mondo intero (e in particolare col sesso femminile) che la tua vita migliorerà, quindi fai TABULA RASA dei tuoi preconcetti, addomestica la tua rabbia e trasformala in energia creatrice, e vedi di rimetterti in gioco al più presto possibile.
Perchè più passa il tempo e più ti fossilizzi nella tua metastasi che alla fine ti porterà ad essere un tumore maligno impazzito, e allora sì farai la fine che adesso paventi.

Non aver paura di amare, di relazionarti, di dare fiducia: l'importante è essere sinceri con se stessi e superare la crisi, forza!
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut giovedì 12 novembre 2009 12:2930/45
Io non ho mai reagito male agli eventi, sapevo di avere un problema nel dare fiducia e in questo fui chiaro con Giuggiola, che anzi a parole sue la mia ex era una put.tana. lei ha fatto molto peggio, sapendo di infliggermi un dolore lo ha fatto lo stesso, quando ha avuto bisogno per un suo dolore non si è limitata chiedendo alla persona che era stata danneggiata ma era ancora ignara del danno e tutte le ragazze a dirmi che poverina lei si vede che aveva bisogno di una persona vicina, ma cazz0, nessuno ha mai pensato che io non ero capace di reggere tutto quello che ho dovuto reggere portandomi davanti gli spettri del mio passato?
Semplicemente io fino a Giuggiola avevo un altro punto di vista, la speranza me l'ha tolta lei, lei non mi ha tradito, ma ha fatto una azione consapevole per portarmi alla mancanza di speranze, per farmi vedere quanto io debba stare solo perchè nessuno e dico mai nessuno mi capirà anche se parlo.
Io non so più come preservarmi se non attaccando chiunque, se non allontanando chiunque, perchè io ho già superato il limite che poche persone superano, quella della completa sfiducia nel prossimo e non è per una cosa che mi è capitata, ma per innumerevoli azioni capitate nella mia vita che ho sempre cercato di contrastare.
Adesso non ho più le forze e quindi ho semplicemente voglia di morire, quindi basta aspettare il momento giusto in cui il mio malessere sarà superiore all'istinto di sopravvivenza e pufff, uno schianto ai 200 mk/h non me lo leva nessuno, sperando di portare all'inferno con me qualcuno.
Dek, si esistono degli errori, ma esiste ancheil modo di risolverli, e non quello che ha fatto Giuggiola di nascondersi nella distanza ed inventarsi balle o scusanti per se stessa.
Semplicemente lei è riuscita a farmi provare odio ed era il sentimento che io non dovevo mai più provare, perchè ci sono solo due modi per farlo morire, o che lei ci lavori e che dimostri pentimento per il suo errore (non lo ha mai fatto) oppure che io muoia.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina DottCacchiuc giovedì 12 novembre 2009 13:1631/45
parere mio tu hai troppo "idealizzato" questa signorina Giuggiola...ed ora non ti dai ragione del suo tradimento...
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut giovedì 12 novembre 2009 13:3832/45
Il 12/11 13:16 DottCacchiuc ha scritto:
parere mio tu hai troppo "idealizzato" questa signorina Giuggiola...ed ora non ti dai ragione del suo tradimento...
Lei sapeva che ero stato tradito già in passato da troppe persone, che avevo delle situazioni non belle alle spalle ed ero stato molto gen tile a dirle cosa sarebbe successo nel caso di un tradimento, adesso mi spiace lei sapeva del rischio che le poteva arrivare se lo scoprivo ed è il caso che quella s#####a paghi tutto il male che ha fatto. Spero solo che la investano altre 100 macchine e che rimanga sempre viva ma sempre più lesa.
avatar 25stellina stellina Dek giovedì 12 novembre 2009 14:1733/45
Daniele, forse non serve a niente, ma tanto vale provarci.
Una volta ho letto una versione dell'Inferno che mi ha veramente spaventato, secondo cui è il luogo in cui ognuno di noi deve rivivere tutto il male che ha causato nella sua esistenza... però dalla parte di chi l'ha subito.
Immagina per un momento dunque che questo possa essere vero, e forse troverai già in questo pensiero una valvola di sfogo e un motivo per abbandonare la via su cui ti stai pericolosamente incamminando, che è quella della violenza tendente all'autodistruzione.

In any case, tu e Giuggiola ora siete ancora più distanti di prima, e sarebbe il caso che ognuno andasse avanti per trovare la propria strada, cosa che tu sembri determinato a non fare... evidentemente è più comodo rimanere al bivio continuando ad osservare la via appena percorsa, piena di buchi, dossi, mine anticarro, piuttosto che tentare di avanzare lungo il cammino...
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut giovedì 12 novembre 2009 17:1134/45
Non sono al bivio fermo per causa mia, io sono fermo perchè Giuggiola non gradiva il fatto che io potessi avere un'altra. Perchè pochi mesi dopo mi chiese di non trattare un'altra come ho trattato lei. Ci è riuscita benissimo, adesso io non riesco a fidarmi di nessuno ed anche se siamo lontani pretendo che chi sapeva si prenda le sue responsabilità ma non temere Dek che io non pagherò nulla del male che lei mi ha fatto, deve per forza pagare lei quello che lei ha compiuto mi costasse la vita stessa farlo. Vedi quando ti uccidono il padre e l'assassino rimane a piede libero, quando le zie ti derubano perchè dicono che vogliono salvare il patrimonio, ma intanto ti lasciano alla fame, quando gli amici del defunto padre ti dicono che ti daranno una mano ma ti fottono allegramente i soldi fino a farti vendere tutto e scoprire che loro invece si sono beccati il Ferrari e ... devo aggiungere altre cose come quando una ragazza con cui hai una bella storia da 5 anni e mezzo si vanta di averti messo le corna con un dentista pieno di soldi e come....ok, credo che possa bastare, ma non temiamo che potrei continuare a lungo, allora dopo tutto questo che è stato vissuto in gran parte in una età di formazione se una persona si rialza è davvero molto, ed io l'ho fatto sempre tirando su mia madre nei momenti bui, adesso io non ho più le forze. Giuggiola ha preso la sua strada, ma l'ha presa con dolo, quella strada non è la sua e per questo deve imparare che chi ruba deve anche pagare.

Ok, allora proviamo a cambiare le carte in tavola! Errore è una azione di cui non si sa le conseguenze e che si scopre dopo essere sbagliate, ma se la persona in questione sapeva che le conseguenze sarebbero state funeste si parla sempre di sbaglio o di azione premeditata? Allora sarebbe un errore anche la mia volontà di farle del male e allo stesso modo scusabile no?

RImane che ho capito che comunqaue in questa società non si penalizzza mai chi agisce in maniera criminale, alla fine si lei aveva tutto il diritto di lasciarmi, ma nel momento che mi ha danneggiato chiamandomi per la morte di suo nonno a Roma perchè lei povera ragazza era debole ed aveva bisogno di una persona forte si è messa nella condizione di dover sistemare tutto il casino che ha fatto! Lei ha usato una persona e dopo averla sfruttata per bene ha voluto solo distruggere la sua autostima così da poter fare i c###i suoi il più in fretta possibile, questo è rubare! Ma alla fine le donne si perdonano sempre da parte degli uomini, perchè detta come va detta quasi tutti si farebbbero calpestare pur di scoparsene una, io no! Io calpesto una donna che pretende di essere perdonata in quanto donna.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut giovedì 12 novembre 2009 20:0235/45
hai ragione Dek, lei eve farsi la mia strada ed io semplicemente prenderò quella nuova che lei ha voluto per me. Ovviamente adesso faccio di testa mia totalmente e farò una azione esemplare per la mia nuova vita.
nessunoByNa92 venerdì 13 novembre 2009 23:1636/45
caro danut nn sn riuscita a leggere tutto ciò ke hai scritto però m hanno colpito alkune tue parole... è vero ke la vita molte volte è ingiusta cn tutti ho sempre pensato ke tutto ciò ke succede sia bello ke brutto è qlksa ke deve succedere qlksa ke c "forgerà" ... niente e facile per nessuno ed è il bello della vita perkè diciamoci le kose kiaramente la monotonia secca a tutti, la vita ke viviamo tutti noi oggi nn è altro ke la vita k c siamo kreati cn i nostri gesti immaturi,egoistici e ki piu ne ha piu ne metta... l'amore... argomento interessante ... ognuno a una visione dell'amore differente c'è ki lo vede cm in una fiaba, c'è ki lo vede sm se fosse in un film, c'è ki lo vede cm se fosse leopardi (m riferisco al suo pessimismo...) c'è k invece vede ciò ke vuole vedere...nn possiamo dire k ha ragione k ha torto perkè senza accorgecene qndo teniamo ad una persona davvero tnt, ki vede nn è l'occhio ma il cuore.. e il cuore t può portare ad amare una persona cosi tnt ke tutto ciò ke può fare d male, pur d nn perderla ,le viene perdonato.... il punto è ke tu nn hai kolpe... hai solo kreduto in un amore ke per te era importante continua ad amare e a soffrire perkè è kosi ke s va avanti troverai tnte "giuggiole" (magari poi inizierai cn le rossana so piu buone xD .. le caramelle..n'attimo m fcc 5 minuti di vergogna...)...............cmq sia niente è facile e niente è difficile .. ognuno di noi a una croce da portare il punto e saperla portare a testa alta poi vedrai ke piano piano t farai le ossa t sembrerà sempre piu leggera fino a ke il peso nn sparisce nn per forza t devi krocifiggere nn si risolve niente cosi... perkè la verità e ke nessuno se ne fregherà mai niente allora tu fregatene e nn dare a nessuno la soddisfazione d toglierti il sorriso dalle labbra perkè è l'unika cosa bella della vita..un sorriso sincero perkè nn serve maskerarare anke un gesto cosi bello...
forse m sn dilungata un pò troppo sxo ke qsto commento per qnto banale... t possa almeno far capire qlksa m farebbe molto piacere esserti stata d'aiuto... :) pensa k al mondo ci sn ankora persone disposte ad aiutare xD amke se hanno tipo 3 possibile interr il giorno dopo xD
ciauu :)
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut sabato 14 novembre 2009 16:4337/45
vedi, che le cose potevano finire ci si poteva anche stare, che se io non avessi mai detto nulla a quella ragazza sarei stato meglio è evidente, in fin dei conti se non avesse saputo di farmi del male non potevo dargliene una colpa. Il problema è che io sono stato sempre differente nell'approciarmi alla vita ed i traumi del passato avuti in una età difficile hanno creato livelli di complessità in me. Semplicemente nulla di quello che faccio trasparire è in realtà quello che sono, nascondo bene il mio dono che è anche il mio punto debole che ho creato una personalità fittizia che sfruttavo quando più mi aggradava. In mezzo alle persone io sono estroverso, simpatico e sempre pronto a parlare con chiunque, la realtà invece è che io non dico mai nulla di me, non parlo di nulla che potrebbe interessarmi perchè sono estremamente chiuso e diffidente.
Con questa ragazza che comprese il mio dolore per un rapporto finito nel peggiore dei modi (ancora con un tradimento), che volle starmi vicino e che a detta sua mi amò (se hai amato una persona anche solo per un momento però non fai azioni che possono ledere la sua salute) mi confidai di quella parte di me che rimane nell'ombra, che nessuno conosce, che neppure mia madre conosceva, di quel dolore che porto dentro da quasi 20 anni ormai e l'unica cosa che mi ha consentito di combattere quel dolore era la speranza che non tutto poteva sempre andare male come mi è andato, che a volte le cose belle esistono anche se per brevi momenti. Questa ragazza facendo quello che ha fatto, tradendomi in maniera del tutto gratuita con uno che manco conosceva e manco aveva mai visto, lasciandomi ma non spiegandomi nulla faccendo supporre a tutte le mie amicizie che lei avesse qualcosa da nascondere e poi il suo bisogno della mia persona a Roma per la morte di suo nonno nonostante mi avesse accoltellato anche se non lo sapevo mi ha distrutto il mio controllo dell'emotività.
Io dal 21 marzo 2008 non controllo la mia emotività, ho paura di perdere il controllo perchè l'ho già fatto, perchè stremato da mia madre e dal dolore le diedi degli schiaffi per farla tacere, perchè so che io non ho più il pieno controllo delle mie facoltà e quindi allontano tutti da me creandomi terra bruciata intorno, perchè non posso far pagare ad altri il dolore in cui quella ragazza mi ha messo.
Molte ragazze mi dissero che quando morì suo nonno lei voleva al suo fianco una persona che era stata importante per lei, ma è sbagliato volere una persona sapendo che per quella azione di benevolenza ci starà da cani e che porterà fuori tutti i suoi shock passati, non c'è nonno, nonna, padre o madre o sorella che tengano, a me è morto mio padre ad 11 anni ed ero solo, è morto mio nonno a 22 anni e fui solo anche in quel momento nonostante fossi fidanzato con una ragazza che di bene me ne ha voluto parecchio. Io ho visssuto la morte e non c'è necessità di avere bisogno di qualcuno, i dolore è dentro e rimane dentro e non si può decidere di fare del male ad altri per soddisfare i propri bisogni.
Io tutt'ora potendo decidere di andare a roma per la morte del nonno suo ci andrei non sapendo del tradimento, ma avendolo saputo io me ne sarei stato a casa, per non danneggiare la mia persona.
avatar 25stellina stellina Dek lunedì 16 novembre 2009 09:2638/45
Daniele, vuoi proprio che te lo dica?
Dovevi avere una grande fiducia nell'essere umano e nelle relazioni interpersonali per credere che una storia in cui:

- la differenza tra i due partner è 10 anni (e uno dei due è ancora in fase "teen")
- la distanza tra i due partner è superiore a 500 km
- i due partner appartengono a due ambienti diversi
- i due partner si vedono meno di una volta al mese

potesse avere qualche chance di durare più di un anno!

E poi ti vieni a lamentare se lei ti ha tradito? Se tu le hai aperto il cuore e le te lo ha maciullato? Può succedere, perchè niente è per sempre (tranne l'anima e Dio, per chi ci crede). Come canta Noemi "così come inizia può finire", e amen, fattene una ragione!

Ma dico, sei maturo ormai per concepire il concetto che gli esseri umani sono "creature fallibili" oppure tutte le esperienze che hai vissuto in prima persona non ti hanno insegnato niente?

E comunque non penso che lei abbia vissuto bene il suo tradimento, altrimenti non ci sarebbe stata la complicità iniziale tra voi due che ti ha indotto ad aprirti se tutto il rapporto fosse stato falso, e soprattutto non ti avrebbe chiamato per il funerale se non gliene fregava più niente di te..

Ma detto questo, se tu ti vendicassi e riuscisti a renderle pan per focaccia e a spaccarle il cuore come ti è capitato, credi che ne trarresti gioia?
Ti è piaciuto picchiare tua madre per farla tacere?
Ti è piaciuto fare terra bruciata intorno a te?
Credi che diventare esattamente il tipo di persona che ti ha ferito per tutta la vita ti permetterà di vivere meglio?
Credi che assomigliare di più ai tuoi parenti e ai tuoi falsi amici di famiglia ti farebbe sentire più accettabile, più sicuro di te, più realizzato?
Credi che se un giorno guardandoti allo specchio tu vedrai lo stesso sguardo e la stessa aria dell'uomo che ha ucciso tuo padre tu ti sentirai finalmente appagato? E tuo padre, come credi che si sentirebbe sapendo che sei diventato un b######o insensibile solo per la tua vigliaccheria?


Daniele, la reazione violenta non è la strada che ti permetterà di sentirti in pace, perchè ti farà semplicemente cadere più in basso, fino a che avrai uno schifo totale della tua vita e di come sei diventato che farai uno sproposito.

Se invece sei ancora qui tra noi, mentre altri invece non hanno più questo privilegio (tuo padre in primis) è perchè devi ancora realizzare qualcosa di valido e di importante. Non buttare via tutto solo perchè hai paura di ricominciare e di essere ferito di nuovo!

Ricorda: Dopo aver creato tutto, Dio diede all'uomo anche il fallimento, perchè ci vuole molta più determinazione nel ricostruire che nel creare da zero.
nessunostellina stellina stellina stellina stellina stellina danut lunedì 16 novembre 2009 11:3139/45
vedi, quella ragazza era stata investita da un'auto, sapebva cosa significa quando una azione altrui cambia la tua vita, quando soffri ed hai incubi, ma ha preferito diventare come tutti, passare oltre e rendere nullo il suo investimento, sperando che non se ne lamenti più, perchè lei ha fatto la stessa cosa anzi peggio, perchè in macchina un incidente può capitare, ma organizzare un tradimento via msn senza aver mai visto quella persona è davvero consapevolezza. Se lei aveva del disagio con me doveva parlarmene, si vede che quello che ha mai provato per me non era mai stato amore, perchè fare del male lo si fa solo al peggiore nemico. Semplicemente se avesse solo sbagliato credo che si sarebbe impegnata in un qualche modo per farmi uscire dal caos che mi aveva creato, non lo ha fatto e quindi dubito proprio che si sia pentita di quello.
Io non posso più fidarmi di nessuno, semplicemente non ce la faccio, mi sono chiuso in me stesso e per uscirne mi servirebbe un'anima pia...ma non esiste che una persona fuori da me mi possa dare una mano dandomi un minimo di fiducia senza avere nulla in cambio da me.
Io sono colpevole di avere reagito male ad una cosa che per come sono io è un tentativo di omicidio, anche se lei era giovane non posso giustificare nulla dell'odio che ha riversato contro di me quando è stata lei ad essere in debito con me.

Sarebbe bastato solo un atto di comprensione nella mia persona da parte sua, sarebbe bastato solo quello, ma alla fine a Serena tutto è dovuto perchè ha la fi.ga, non trovo altro motivo per questo ragionamento idiota per cui lei ha diritto di stare male, ha diritto di richiedere scuse per 2 anni, ma che quando compie qualcosa pretende che tutto passi nel giro di 1 giorno.
Semplicemente lei dopo quella di prima che aveva tradito la mia fiducia era la prova che le donne non erano così assatanate dal sesso da fare del male ad una persona, peccato invece che da quello che ho compreso che le donne a parole sono disinteressate...ovviamente quando ne hanno a sufficienza, decisamente peggio degli uomini.
avatar 25stellina stellina Dek lunedì 16 novembre 2009 11:3940/45
Il 16/11 11:25 danut ha scritto:
Quella ragazza era stata investita da un'auto, sapeva cosa significa quando una azione altrui cambia la tua vita, quando soffri ed hai incubi, ma ha preferito diventare come tutti.
Se lei aveva del disagio con me doveva parlarmene, si vede che quello che ha mai provato per me non era mai stato amore, perchè fare del male lo si fa solo al peggiore nemico. Se avesse solo sbagliato credo che si sarebbe impegnata in un qualche modo per farmi uscire dal caos che mi aveva creato, non lo ha fatto .
Daniele, se piove per un'ora e un'ora dopo c'è il sole, mica puoi andare in giro dicendo che non è mai piovuto, anche se l'acqua caduta si è già asciugata.
Allo stesso modo è l'innamoramento: è uno stato d'animo, un sentire del cuore, e può essere passeggero, iniziare e finire. Ma questo non significa che non ci siamo innamorati di qualcuno che ci ha ricambiato, anche per poco, e che non ci fosse del buono nella persona che ha rapito il nostro cuore e la nostra immaginazione.

Certo che se lei voleva salvare la vostra storia doveva parlarti del suo disagio, e infatti la sua colpa maggiore è stata proprio questa: averti tenuto nascosto tutto e avere agito alle tue spalle per soddisfare i suoi bisogni.
Forse che se ti tradiva con uno conosciuto da 10 anni era meno bruciante per te? Ma che cavolo dici, dai! Un tradimento è sempre un tradimento, punto!
Però questo non significa che devi restare ancorato a quella sensazione di essere solo e incompreso al mondo!

E poi sta storia del "male patito per l'incidente che doveva farle capire di non ferirmi" non ha alcun senso, scusa. Una cosa è il dolore derivante da un trauma fisico, un altro è il dolore psicologico derivante da un trauma affettivo! Non confondiamo le mele coi fagioli.. non è che se uno cade in bicicletta e si spacca un ginocchio, da quel momento comprende che deve smetterla di prendere in giro il compagno brufoloso per non infliggergli la stessa sofferenza, suvvia!

Dici che hai bisogno di una mano, e questo è un passo avanti: ammettere che VUOI UN AIUTO è meglio che restarsene nel tuo angolino a sbavare e sbattere la testa al muro. Significa che c'è ancora un briciolo di autoconservazione in te.

Se posso esserti d'aiuto, non esitare a contattarmi.. anche io non attraverso un momento facile, ma ho capito che dedicarmi agli altri è il miglior balsamo per la mia anima.
1 2 3
INFO
18/10/2017: I forum di discussione sono da oggi disponibili solo in lettura. Ringraziamo gli utenti che vi hanno partecipato per tanti anni.


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 06:08 19 102019 fbotz1