Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » sera

Cerca Sera nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 101 poesie. Pagina 5 di 6: dalla 81a posizione alla 100a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi





















stelline voti: 46; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Tutto e' fermo

Non ha importanza! non ha nessuna importanza,continua a ripetersi dentro se stessa;la luna e' alta, il cielo e' spento, tutto e' fermo e continua a ripetersi:non ha importanza! deve non avere importanza, tutto e' fermo; i passi sono fermi, il corpo e' fermo; i gesti sono fermi, l' anima sembra dissolversi nel buio della sera, ma nonostante tutto continua aripetersi: non ha importanza! tutto e' fermo, come il propio cuore che rimane in silenzio fra le tante cose rimaste ferme, ed ancora nonostante tutto continua a ripetersi: non ha importanza! tutto e' fermo. Piccole gocce di luce scendono dal volto ed ancora una volta: non ha importanza! non ha nessuna importanza, tutto e' fermo.

fanny

segnalata da fanny domenica 23 ottobre 2005

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Harry, ti presento Sally

ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi, ti amo quando ci metti un'ora a ordinare un sandwich, amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo, mi piace che dopo una giornata passata con te sento ancora il tuo profumo sui miei golf e sono felice che tu sia l'ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo. E non è perché è la notte di capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile!

Harry

segnalata da bloom mercoledì 25 aprile 2007

stelline voti: 2; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

MURAGLIA

Gli occhi spenti di una muta sera
affondano i piedi su una tiepida sabbia di stelle
calpestando quel senso d’inquietudine e incanto
dell’uomo senza domande dell’immenso.

Sulle onde bramose d’una lacrima
si riflette la luna morente
che s’infrange contro una scogliera d’anime,
l’ultima muraglia della sera.

E’ imbrattando d’animosità la quiete
che risorgo ogni giorno dal mare,
trovando l’istinto oltre la ragione …

GASPARE SERRA

segnalata da Gaspare110 giovedì 8 gennaio 2009

stelline voti: 116; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: Poesie

Ombra..

La mia ombra si riflette appena nella stanza, si illuminano i lampioni nelle strade come ad annunciar il tramonto; il giorno è morente . Sul davanzale scorgo l'ombra di un passero che timoroso e sfuggente scruta l'orizzonte, quasi a cercar , nella penombra della sera , un rifugio sicuro al venir della notte. Il passero all'improvviso s'invola nell’aria; l'ombra sua scompare , mentre la mia rimane ferma qui ; perché non sa volare. Di lontano le nubi diventano rossastre e il cielo pare come s'incendiasse. Attendendo l'oblio, il buio avanza ..l’ombra scompare, non c’è più luce nella mia stanza.

Marcello Civale - tratto da mie

segnalata da Marcello Civale sabato 5 giugno 2010

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

tu

io ti amo,tu per me sei la vita ,il sole che ogni mattina mi sveglia e mi sorride,la luna che di sera mi da la buonanotte e mi augura sogni d'oro...
non so cosa farei senza di te TU SEI IL MIO PICCOLO GRANDE AMORE!

bimbadolce

segnalata da bimbadolce martedì 22 giugno 2010

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

quanto tempo è passato da quella sera d' estate, dove riuscivamo a toccare il cielo con un dito! dove restavamo senza parole nel provare quelle forti emozioni... Ora c' è un' altro che mi sfiora come un tempo facevi tu. ora c' è un' altro a baciare le mie labbra ed io fingoè cerco di provare le stesse emozioni provate con te ma in fondo so che il tuo posto nel mio cuore non potrà mai essere occupato da nessun' altro. Hai lasciato un segno indelebile nella mia anima, tu sarai riuscito a dimenticarmi, io continuero apensarti è ad amarti

segnalata da ANGELICA lunedì 28 febbraio 2011

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Tu che quando mi sei vicino mi fai sognare,e quando sento il tuo profumo mi fai tremare,la tua pelle mi dà un’estasi profonda,poi apri quella porta e mi lasci andare e io rimango da sola senza le tue mani e senza la tua voce perché c’è lei vicino a te che anche se non ti scalda il cuore come te lo scaldo io ha la fortuna di averti vicino,ha la fortuna di darti un bacio ogni sera e di sentire il tuo respiro al mattino,mentre io piango perché non ti ho vicino,perché non sono arrivata prima di lei per viverti vicino…Ma il mio amore è più grande di quello che lei ha giurato davanti a Dio,l’amore vero non è fatto di parole ma viene dal profondo del cuore…ti amo vita mia e mi basta avere una minima parte del tuo cuore fuso col mio, i nostri cuori uniti per l’eternità anche se non davanti a Dio.

Dany

segnalata da Daniela sabato 11 giugno 2011

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

poesie d'amore

C'ERA UNA VOLTA Troppo nervoso per dormire e non può far altro che scrivere di quella cosa detta, sospirata con tanta fatica alla sua fata; c'era una volta una nuvola che s'innamorò di una gocciolina sola in un bel giorno di agosto e voleva tenerla stretta a se ad ogni costo... per tutta l'estate ci riuscì ma poi il caldo finì e iniziò l'autunno con le sue piogge; la nuvola per quanto fosse forte non riuscì a trattenerla e fu costretta a perderla... tristi erano le due anime distanti fra loro; tutte le sere cantavano un coro: "io ti amo, e un giorno ti rivedrò dovessi morire ci riuscirò". Intanto ritornò l'estivo calore e la gocciolina pensava alla nuvola, il suo amore.... ricordava la promessa del suo canto e si sentiva morire, stava evaporando; come un angelo salì al cielo non le pareva vero; riabbracciò la sua nuvola e non visse più sola perchè all'arrivo dell'inverno i due viaggiavano, verso l'amore eterno. Finisce questa storia scritta in versi di due amanti molto diversi che si amavano a tal punto che per abbracciarsi avrebbero compiuto tutto anche a costo di morire pur nel loro amore vivere.

flo95 - tratto da floriana lombardo

segnalata da flo95 lunedì 25 marzo 2013

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

tramonto d'estate

tranquillo tramonto estivo,
cullandomi nella quiete, del momento,
trail canto dei grilli e delle cicale,

risplende il campo, di grano maturo
scintilla, sotto il cielo azzurro,
ondeggia, nella brezza crepuscolare,

mentre i fiori chiudono, le corolle, prima della sera,
il lupo, l'orso e il cinghiale, scendono dai monti
per raggiungere le fonti, dell'acqua e dissetarsi,

gli ultimi raggi di sole, illuminano le foglie degli alberi,
giocano con le prime, ombre della sera,
il respiro della terra è in me, nel mio profondo,

sussurrano armonie gioiose,
nella solitudine pacifica tra cielo e terra,
nei meravigliosi attimi, di una stagione luminosa.

daniela cesta

segnalata da DANIELA CESTA venerdì 24 luglio 2015

stelline voti: 6; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

bandiera senza vento

"Avrei voluto
guardarti,
quando avevi gli occhi
fieri della sera.
Ma tu osservavi
e non vedevi.
Io ascoltavo ma non
capivo,
i tuoi cenni labiali.
E la sera
divenne notte,
il rosa divento' porpora scura
e la magnolia,
sfiori'.
E l'amore, come una pianta
senz'acqua,
muore d'inedia.
Addio,
chimera: il sogno
e' una bandiera,
che non sventola piu'."

occam

segnalata da occam domenica 18 gennaio 2004

stelline voti: 11; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Realtà

La sveglia sta immancabilmente suonando all'impazzata e come ogni mattina sobbalzi sul letto, felice e sollevata se quello che stavi facendo era un incubo, ma innervosita se il sogno che stavi vivendo era proprio nel suo momento culminante. Apri gli occhi e ti rigiri un pò nel letto tiepido, e intanto tutta la realtà ti si scaraventa addosso, e non puoi fare a meno di ambientarti a poco a poco... la coperta che ti lascia scoperti i piedi, la finestra chiusa che lascia entrare nella stanza un sottilissimo spiraglio di luce, un bicchiere d'acqua sul comodino che avevi preso la sera prima ma che come sempre non hai bevuto, il telecomando che è rimasto sul letto e sta per cadere a terra, i vestiti buttati alla rinfusa sulla poltrona. Potresti cercare di chiudere nuovamente gli occhi, in fondo puoi far finta di non aver fretta, forse riaddormentandoti potresti cominciare o continuare un sogno bellissimo... Ci pensi, ma poi vedi accanto a te qualcuno, qualcuno che ti è stato vicino per tutta la notte, che ha sognato insieme a te e che ti sta tenendo la mano anche se sta ancora dormendo profondamente. E' così dolce vederlo vivere in un altro mondo, scrutare indisturbata ogni piccola parte del suo viso, poter avvicinarsi per sentire il suo profumo, stuzzicarlo dolcemente per farlo svegliare. E' bello pensare che quando si sveglierà ti dedicherà mille attenzioni, ti accarezzerà, ti bacerà, ti farà sentire la ragazza più speciale dell'universo solo guardandoti negli occhi.
Questa è la mia realtà, ciò che mi fa vivere è la consapevolezza di avere con me una persona che mi ama e che amo profondamente; non vorrei sbagliarmi, ma penso che la felicità sia proprio questa, dolce come un sogno ma vera come la vita.

i miei pensieri

segnalata da angels11 mercoledì 28 aprile 2004

stelline voti: 18; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Amarena

Come un'incanto questa sera dondolando su questa fune
è un lenzuolo legato a un tubo che mi farà fuggir da qui
Questa galera non mi piace la primavera mi si addice
guardo dall'alto quell'albero rosso che mi aspetta fuori da qui

Profuma l'aria della sera nei campi spogli tagliati dalla luna
ma resisterti proprio non so dolce perla dal rosso color

La sento forte la fuga è vicina e i secondini son ben lontani
ma ancor più forte è la tentazione di salir per saziarmi di te

Rit.
AMARENA, AMARENA
DISEGNATA SULLA PANCIA DELLA VITA
AMARENA, AMARENA
DISEGNATA SULLA PANCIA DELLA VITA

E mi risveglio all'ospedale ammanettato al lavandino
l'indigestione non è un reato ho solo perso e ceduto al tuo sapor.

E mi ritrovo all'ospedale con i gendarmi sul mio lato
potevo scegliere tra fuga o peccato e ho scelto te

Figli di madre ignota

segnalata da SiN4pSi77 sabato 30 ottobre 2004

stelline voti: 15; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Amore perduto

Amore perduto

Il mio cuore non esprime più amore,
perché in esso è finito, gettato nel vuoto,
l’odio prevale per un mondo imperfetto
e per me ancor più imperfetto di questo mondo abitante.
Sospeso nell’aria volo leggero
ma con me non so’ sincero,
fingo di volare spensierato
ma di colpo rimango schiacciato
e a terra gettato, dalle mie rimanenze
e delusioni e umiliazioni son le prevalenze
e penso e ripenso, guardo e le raccolgo,
ma spazio in me ormai non c’è ne;
e mi rifugio in uno specchio distorto
che la realtà lascia in disparte
e lascia riflesso un mondo migliore
un mondo d’amore,
come nel sogno di tutte le sere,
un sogno lontano,
che non farà mai parte di sere vere.

Stefano Orlando

segnalata da SuperSte888 giovedì 24 novembre 2005

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

alla finestra

Dal cielo incupito un raggio di luce
del sol che pian pian innalza la voce
a dir ben si speri che vien primavera
mentre di porpora cade la sera.

giovanni - tratto da rime sparse

segnalata da giovanni giovedì 26 gennaio 2006

stelline voti: 18; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

AMICIZIA

Io mi ricordo quando ti incontrai
non so se l'hai capita l'emozione
al ristorante la sera ti portai
e ho pensato siamo amici buoni

La sera noi si usciva spalla a spalla
ero orgoglioso di essere tuo amico
forse per te non è stato lo stesso
scusami se adesso te lo dico

Lo sai che è bello quando si affeziona
non si sa mai come va a finire
vorrei che tu capissi la parola
che certe cose non li voglio dire

Grazie dell'amicizia che mi hai dato
sai che un amico è sempre il benvenuto
è molto bello quando l'hai trvato
ma è tanto triste quando l'hai perduto

Vorrei poter vedere nei tuoi occhi
la delusione che ti ho fatto avere
se lo avessi saputo tu mi credi?
Me ne sarei già andato sin da ieri...

Francesco Lucà - tratto da Poesie e Dichiarazioni d'Amore

segnalata da laura lunedì 11 giugno 2007

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

ognuno sta solo
sul cuore della terra
trafitto da un raggio di sole
ed è subito sera.

S.Quasimodo

segnalata da flame sabato 7 luglio 2007

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

favola

vorrei essere un raggio di sole che ogni giorno ti viene a svegliare per farti respirare e farti vivere di me,
vorrei essere la prima stella che ogni sera vedi brillare perchè...così i tuoi occhi sanno che ti guardo e che sono sempre con te,
vorrei essere lo specchio che ti parla, e che a ogni tua domanda ti risponda che al mondo tu sei sempre il più bello.

-modà-

segnalata da roberta mercoledì 26 settembre 2007

stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

IL PASSAR DEL TEMPO SOTTO I NOSTRI TACCHI

Case e famiglie dunque vanno insieme in malora, e insieme si perdono parole e pietre, vaghezze d’abiti e brillare di cieli. Nessuno lo so potrà ridarmi se non forse nel sonno l’ombra di un volo di nuvole su un balcone che non c’è più; e la quieta rissa di voci che sentivo giungermene nelle sere d’estate s’è ammutolita per sempre. Troppi piedi sono passati sulle basole di piazza dell’Immacolata, livellando le fosse con cui giocai or sono mill’anni, quando esistevano le monete da un soldo, da due soldi. Devo confessarlo? Mi capita, nei freschi quartieri che ignoro, di dover chiedere la strada ai passanti. Forestiero nella mia patria, non c’è passeggiata negli asfalti di periferia che non affondi lunghi coltelli nel mio fianco. Allora mi dico che ho avuto in sorte un cuore difficile, incapace di crescere. E sarà per un difetto vergognoso dei nervi, ma io non saprò mai abituarmi al mutare delle cose e le subirò sempre come una sopercheria di un potente. E mi sentirò sempre tradito tutte le volte che, invocata per nome, finge di non udirmi, o mi guarda senza capire, la mia stupida Itaca da cui non son partito.

segnalata da angelsy sabato 2 febbraio 2008

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Tra il sole e la luna.
La luce in cielo se non è il sole è la luna. La luna, alla sera, che racconta la vita, con una brezza di malinconia, audace conforto per chi vuole ascoltare, pur avendo tu il coraggio di voltare le spalle no alla vita, ma al suo freddo e alle sue delusioni. Mentre spiragli di luce stanno per aprirsi dietro quelle fredde nuvole, è il sole, è il giorno, è la vita. In un giorno qualsiasi, sole e luna, con un eclissi inattesa, vi incontrerete, come in un abbraccio; avrete molto da raccontarvi in quel momento, magari parlerete di questo mondo, ma vorreste tenervi quelle parole per voi, poi, come d’incanto, vi lascerete e vi riprenderete il posto assegnatovi da sempre, nell’armonia dell’universo dove tutto si muove soltanto per amore e per volere di Dio.

Antonio

segnalata da Antonio domenica 3 ottobre 2010

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Certe amarezze scendono come la sera, anche su una giornata chiara.
L'uomo attento, non le confonda col momento, sono ombre dal passato che il cor per l'ultima volta hanno abbracciato.
Si grato e offri loro il tuo commiato, anche nel dolore hanno insegnato.

segnalata da marines venerdì 7 gennaio 2011


1 2 3 4 5 6

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2020 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

51 ms 17:29 29 092020 fbotz1