Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » a piedi nudi

Cerca a piedi nudi nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

ATTENZIONE
La seguente parola è stata ignorata perché molto comune:
a.

Sono presenti 18 poesie.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 21; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Sapro' annodarmi la cravatta a farfalla?


Sapro' annodarmi la cravatta a farfalla?
bilanciare d'un sol colpo le bretelle
dietro le spalle? questo non altro
diceva il me stesso turbato quando
il mattino saltavo piedi nudi sul loro letto
e assistevo al rito
accucciato nello stampo ancora caldo
ignorando la mamma cui stavo accanto
per il papà riflesso nello specchio
col rasoio a mano libera
su una guancia insaponata -
stranamente quel gesto veloce
mi ridava la stessa fiducia
della volta che mi tenne ben saldo tra le gambe
che mi tolse in due colpi le tonsille
e un fiotto del mio sangue
si rovescio' sullo specchio frontale
per un attimo accecandolo

Nelo Risi - tratto da Amica mia nemica

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Ofelia

Hai un'aria così triste
vagando come Ofelia
a piedi nudi tra i tuoni..

syd

segnalata da Syd lunedì 26 agosto 2002

stelline voti: 10; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

A piedi nudi sulla sabbia
Sento ogni attimo di vita
Scorrere lento sotto di me.
Osservo
L’allungarsi della mia ombra
Fin dove il sole può spingerla.
La vedo baciare
L’ultimo soffio della risacca
Che con assorta lentezza
Scivola via sotto i miei piedi.

c.o. - tratto da pensieri di un giovane quasi maledetto

segnalata da stramonium giovedì 11 ottobre 2007

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

sogno...cerco luci erranti
a sostenere la mia solitudine
appesa a un fil di ragnatela
pesante come nuvole di pioggia

cristalli di vita mi solcano le gote
...e volare via
correre a perdifiato nella fitta boscaglia
afferrare a piedi nudi rovi e rose
come prigionieri di una guerra perduta
dimenticati dalle utopie

a piedi nudi dentro l'anima
tentando invano di nn far rumore
mi sorreggo agli angoli delle mie emozioni
per nn cadere
per non lasciare vuoti in questo spazio incolmabile

e spingersi oltre
tuffarsi su lastre di ghiaccio
scivolando insieme a ricordi
che troppo bruciano

sogno... e cristalli scomposti
mi solcano la mente
mentre corro da te
lo stridere del mondo
mi è indifferente

deneb

segnalata da deneb lunedì 20 aprile 2009

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

A piedi nudi stregata dalla musica…
tra sogno e magia,
vorrei danzare con te,
nel bosco delle fate..
tra rosse bacche profumate
© Grazia

G.Tamagno

segnalata da grazia venerdì 23 novembre 2012

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Semplicemente "Amore"

Amore che...
rifletti appena alzato
a piedi nudi e
l'aria un pò sconvolta;
Amore che...
alla sera abbassi gli occhi
consapevole che ami e sei riamato;
Amore che...
abbracci col pensiero
mondi lontani che mai potrai vedere;
Amore che...
rifletti un pò severo
sulla tua vita a volte molto strana,
corrughi la tua fronte e.......d'improvviso
ti senti perso negli occhi e nel mio viso;
Amore che...
ti lasci abbindolare
da pensieri cupi
che straziano la mente;
Amore che...
rispetti la mia vita
e credi nelle mie pochissime virtù;
Amore....
ti ho mai detto seriamente
che ti voglio bene?
Con gli occhi forse
ma mai con le parole,
perchè il difficile è trasmettere
con certe frasi l'intensità
di un'emozione grande....
come l'oceano in mezzo ai continenti
come lo spazio di un cielo trasparente;
Amore sai!
Per noi non è finita.
Ricominciare è dolce perchè il cuore
non è un fardello che pesa come un sasso,
ma è un muscolo che pulsa ogni secondo,
e poi....
se tu lo sai ascoltare...
imparerai, nuovamente ad amare.
Amore che......
rifletti appena alzato
a piedi nudi e l'aria un pò sconvolta,
ti volgio regalare questa volta
l'alba del mio.......ricominciar.

Laura

segnalata da Laura martedì 17 maggio 2011

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Piedi nudi
nella battigia del vivere
Mani protese
a cogliere conchiglie di attimi di vita
Occhi plasmati su te
che hai agghindato il mio corpo
con perle e sogni.

Grazia 14.11.10 ©

segnalata da grazia mercoledì 5 settembre 2012

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

In compagnia del mare

La spiaggia ormai è deserta, silenziosa,
a piedi nudi amo passeggiare
sulla battigia, proprio dove l'onda,
increspandosi e sussurrando lieve,
viene a baciar la riva, in don lasciando
qualche conchiglia, un gonfio legnetto,
alghe strappate ad un lontano scoglio.
Affondo il piede nel mollo arenile,
corre un'onda a richiuder la ferita,
in un balen scompare la mia orma
ed il geloso mar torna a giocare.
Ora il sole già basso all'orizzonte,
un purpureo saluto manda al cielo
e sembra il mar, col suo perenne moto,
voler essere culla al suo riposo
e l' onde acquieta ed addolcisce il canto.
A sera poi l'abbraccio della luna
calmo lo troverà e allor le stelle,
testimoni di questo idillio arcano,
lo scintillio del pelago godranno.

Ignazio Amico

segnalata da amicuscertus martedì 16 ottobre 2007

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Al mio migliore amico

Eri già il mio miglior amico,
quando non sapevo nemmeno cosa fosse l`amicizia,
mi stavi vicino in silenzio,
ascoltavi i miei saggi fantastici sull`universo,
questo immenso mondo da scoprire,
visto con gli occhi di una bambina.
Mi hai raccontato le favole dicendomi,
che la più bella poteva essere la vita.
Mi hai sempre lasciata cadere,
per insegnarmi a tornare in piedi e
a continuare a correre come ho sempre amato fare.
Mi hai fatto scoprire mille cose,
hai acceso in me la passione per il sapere
Ora, son passati anni che nn ti vedo,
ti ricordo con grande amore e,
mi accorgo che nel mio cuore
il tuo ricordo è ancora vivo.
Mi piace pensare che sei ancora lì,
dove ti ho conosciuto
da qualche parte
nell`immenso
a giocare a pallone con i nostri vecchi amici o,
forse, a camminare con i piedi nudi sull`erba
come non potevamo fare più da tempo.
Mi piace immaginare che mi pensi e sorridi.

Valentina(io) - tratto da me stessa

segnalata da Valentina domenica 4 novembre 2007

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Perché respingermi?

Migliaia di chilometri fatti a piedi nudi, a stomaco vuoto,
Giorni e notti passati nel deserto con la gola asciutta,
Ore e ore di estate nascosto nel container senza ossigeno,
Perché respingermi?

Giornate intere passate nelle fonderie e campi agricoli,
Giornate intere passate a badare, e tra i piatti sporchi,
Mesi trascorsi sulle strade con il negozio sulle spalle,
Perché respingermi?

Chiedevo solo per un pezzo di pane, acqua potabile e coperta,
Chiedevo solo di essere lontano dalle guerre civili, dall'odio,
Chiedevo solo per un'altra giornata di sopravvivenza umana,
Perché respingermi?

Cercavo solo il Presente che non riesco più a trovare,
Cercavo solo una ragione per continuare a vivere,
Perché rovinare una speranza e impedire un respiro?
Perché respingermi?

Blessing Sunday Osuchukwu - tratto da Blog: blessingsundayosuchukwu.blogspot.com

segnalata da Blessing Sunday Osuchukwu mercoledì 2 luglio 2008

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Non fermarti mai

Ogni giorno, ogni notte...sento dei passi;
piedi nudi che toccano dolcemente il mio cuore.
Non ho voluto che tu te ne andassi,
perchè la tua voce toglie ogni mio dolore...

Percorri le mie vene
fino ad arrivare al cuore,
colui che tutto il mio amore contiene
senza comando di alcun signore.

Ricordo ancora i tuoi splendidi occhi,
incantatori dei miei;
che senza che tu mi tocchi,
tra le tue braccia svanirei...

Tu dolce per me rimarrai;
percorri il tuo cammino dentro il mio cuore,
e non fermarti mai...

Seretur

segnalata da seretur venerdì 25 luglio 2008

voti: 0; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

...

Mi sono appena svegliata da un sogno
Un sogno color arcobaleno e con le sue mani mi ha preso per mano
Tu eri lì con le tue braccia aperte
Ci siamo trovati nella sabbia a piedi nudi
Io vestita di rosa e tu di verde acqua
Uno sguardo innamorato i tuoi occhi hanno pianto
Il mio cuore ha smesso di battere per pochi secondi
Mi hai abbracciato ed io mi sono chiusa in te
Il nostro amore é esploso in tutta la sua forza e dolcezza
Mentre gli ultimi minuti ci hanno legato i corpi il nostro amore ci ha fusi
Il tuo corpo si lega al mio ed io ti sono dentro con il mio spirito che sarà tuo per l'eternità
Mi piace come la luna il sole si amano per l'eternità
Ti amo dolce sole

v

segnalata da viola21 mercoledì 10 febbraio 2016

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

pioggia

fatti accarezzare dalla pioggia,
possa il tuo corpo godere di lei,
sentire le goccie di acqua
che scivolano su di te,
sono i piccoli baci del cielo,
chiudi gli occhi e
guarda in alto con la mente,
godere della propria libertà,
cammina a piedi nudi,
tocca la terra,
è così morbida!
non farti opprimere il cuore
da una mano di ghiaccio!

daniela cesta

segnalata da Daniela cesta lunedì 25 giugno 2012

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

I bambini straccioni

I bambini straccioni
sopravvivono
in un mondo
che guarda arrancante
ed indifferente
alla loro diversità.
Sopravvivono
imparando a imitare
la normalità
celando nei loro occhi
il gelo senza parole.
Sopravvivono nascondendo
ginocchia sbucciate,
tra le unghia smalto
sporco di terra e di sangue.
I bambini straccioni
sopravvivono
nelle profondità
più malinconiche dell’animo
Corrono, a piedi nudi
sulle strade fangose
come fantasmi
nelle notti gelide
con le paure e i dolori
immaginando i fasti di un’era che
non potrà mai tornare.
….Quanto costa il prezzo della libertà.

Giulia Gabbia

segnalata da Giulia Gabbia venerdì 8 novembre 2013

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

imperfetta

Cammino a piedi nudi…

Sola tra i miei pensieri,
e gli occhi chiusi per assaporare
il silenzio che mi circonda…

Nessuno accanto a me
se non le dolci note di una canzone
che risuona nella mente confusa…

Ricolma di pensieri…

Che tento invano di cacciare via
ma che imperterriti si insidiano tra
i ricordi…

Tra il dolore e il male che in me
non va via…

E con le spalle al muro,
le ginocchia al petto
e il viso tra le mani…

Piango…

Lacrime che nessuno può sentire
che nessuno percepisce,
se non il vento…

Che dalla finestra aperta riempie la casa…

E che porterà via con se
trattenendo il segreto di questo
sfogo…

E lasciando dietro di se
una fittizia normalità che
tornerà nella mia vita…

cristina - tratto da le mie poesie

segnalata da cristina sabato 5 febbraio 2005

stelline voti: 25; popolarità: 3; 4 commenti

categoria: Poesie

Manu

C’è una donna che cammina controvento da una vita
con occhi profondi e sconosciuti come oceani
cambia pelle per amore ed
ha donato il suo cuore per poi ritrovarsi a raccattarne i
cocci da sola
in silenzio fà ballare la sua anima su una
spiaggia al tramonto
la puoi sorprendere mentre lotta contro il proprio istinto
mentre fà passeggiare il proprio dolore a piedi nudi
affrontando onde che sono sempre più minacciose ad ogni mareggiata
C’è una donna che chiude gli occhi ascoltando una musica lenta che rende
ancora più salate le sue lacrime
e che con orgoglio ma con il nodo in gola rinuncia alla felicità.
con i suoi occhi fotografa quegli splendidi ma così
fugaci attimi in cui si sente abbracciata dall'amore sperando di
mantenerli vivi e colorati per sempre
la puoi osservare mentre dissemina briciole
di se stessa lungo il percorso verso quel treno che la porterà via mentre
urla la sua rabbia contro vetri tremolanti di una casa diventata
prigione e intanto sorride di disperazione a chi la vorrebbe far tornare
alla vita di sempre
C’è una donna che non si ferma davanti a nulla perché non troverà mai la fine di quel filo
C’è una donna che di tutte le sue lacrime ne ha fatto un nodo sperando che
arrivi qualcuno a scioglierli
non fermerò mai il cuore di una questa donna niente vale di più non farla piangere ogni lacrima è un po' di lei che se ne va non la farò aspettare
da sola ed impaurita seduta sul confine della pazzia la voglio amare
con tutto me stesso la stringerò e la proteggerò lotterò per lei
ucciderò per lei piangerò con lei donale il più bel raggio di sole ogni giorno
terrò sempre accesa quella luce nei suoi occhi quella luce è speranza è
amore è puro spirito è vento è la più bella stella di qualsiasi notte...

Paolo

segnalata da bloodrayne mercoledì 9 marzo 2005

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Ad occhi chiusi

Fuori da mura strette,
fuori da grave materia,
viaggio nella mia dimensione,
quella più pura, più viva,
così vagamente profusa.

Il fascino di abbandonarmi
svincolata da sì piatte forme,
sgombra da ogni mio greve,
parto per luoghi ardenti...
... quei paesaggi densi,
vividi nei colori
e caldi nell'alitare,
lontani, al di là del mare.

A piedi nudi volteggio
su immensi tappeti di sabbia,
soffici e vellutati,
come impalpabili fiori.
Leggiadra nuoto nell'aria
coperta da un complice velo,
che, appena ondeggiante,
carezza le forme sinuose.

Mentre, sirena, io danzo
tracciando anelli di brama,
magiche sagome d'aria e colore
da me si dipartono, lente,
e poi si dissolvono, ai venti.

I sospiri sollevano sabbia,
più che nebbia un vortice nasce.
Del vortice mi vesto
se voglio celarmi al tuo sguardo.
Invece, col vortice stesso
una trappola io forgerei
per farti gustare, beato,
avvolti in sublime tepore,
riccioli di dolce ardimento.

RitaS

segnalata da RitaS lunedì 28 dicembre 2009

stelline voti: 17; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Piangi

Una lacrima,
scintilla nei tuoi occhi cupi di rabbia, di dolore
ti riga il viso segnando il suo passaggio
poi giunge alle labbra e con un rapido gesto la porti via,
nemmeno te ne accorgi,
scompare in silenzio portando con sè l'amarezza e il rancore che l'hanno costretta a spingersi al di fuori dei tuoi occhi,
della tua anima.
Lacrime che sgorgano impetuose dal profondo del cuore,
così amare
eppure così dolci,
così opprimenti
eppure così liberatorie.
Che poi a cosa serve piangere?
Serve a sfogarsi?
O serve ancor più a deprimersi?
E dopo che piangi... cambia qualcosa?
... forse, ma che importa...
le emozioni non hanno bisogno nè di ragionamenti,
nè di spiegazioni per esprimersi;
una frase,
un gesto,
un ricordo
e dentro esplode come un vulcano,
come un terremoto che devasta ogni cosa,
come un'uragano impossibile da fermare.
Emozioni
nient'altro che semplici, istintive emozioni
che quando non si riescono più a trattenere
si trasformano in lacrime.
Quindi piangi,
se sei felice,
se sei triste,
al culmine della gioia
o nel profondo della disperazione
piangi,
esprimi anche così le tue emozioni;
si, piangi!
Urla,
sgolati
e non preoccuparti di quello che pensa la gente,
piangi e dedica le tue lacrime al cielo.
Liberale e sentile come un fiume in piena che rompe gli argini,
come un'animale che corre selvaggio nella natura,
come un uomo che danza a piedi nudi.
Esprimi le tue emozioni...
è il solo modo che hai per esprimere te stesso.

Meleth

segnalata da Meleth mercoledì 22 dicembre 2004


 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 04:51 21 092019 fbotz1