Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » ancora di salvezza

Cerca ancora di salvezza nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

ATTENZIONE
La seguente parola è stata ignorata perché molto comune:
di.

Sono presenti 4 poesie.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 18; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Io... ragazzo del '49, IV parte (Fiducia nel futuro)

(come l'Italia e la Germania
degli anni trenta e quaranta...)

La stessa alzata di scudi
per un ideale di supremazia

della fede e dello spirito
contro il materialismo

del denaro e dell'edonismo.
Vedo trasformarsi in forza

l'umiliazione della gente,
di giorno in giorno

costretta a un disagio
ai limiti della sopravvivenza...

E altro ancora, di terribile...
ma non si può impugnare

l'arma dell'odio sterile
e della ceca ribellione

là dove si dovrebbe armare
invece il dono e il dovere

dell'unità civile e della solerte,
reciproca collaborazione...

Io rifiutai il nazifascismo,
perchè ha portato al razzismo

e alla disperazione milioni
e milioni di persone...

Ora le menti più illuminate
del grande e saggio Oriente

hanno il dovere di riunirsi
a un tavolo della pace

per stabilire che l'uomo
si liberi per sempre

delle faide sanguinarie
che ancora si propagano,

per distruggere le famiglie
come le nazioni intere...

L'Oriente civile ha il dovere
di trarsi dalle sabbie mobili

dell'ostinata violenza,
che non ha più altro sbocco

se non che in sé stessa...
E noi figli, tutti, della terra

aspettiamo questa voce
di clemenza, finalmente,

dell'Islam moderato,
che al cospetto dell'umanità

proclami la sua fede
nell'amore, nella giustizia

e nella libertà delle persone,
per la salvezza della civiltà

e il bene di tutte le nazioni
di questo povero pianeta,

che si chiama ancora Terra...

Fine della quarta e ultima parte.

FernyMax - tratto da riflessioni d'ora & allora

segnalata da FernyMax martedì 13 giugno 2006

stelline voti: 2; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: poesie

A volte...

vorrei essere utile
o vorrei non averti mai incontrato

vivevo nel buio
rinchiusa nel mio guscio
dentro ad un mondo tutto mio
fatto di tristezza di incertezze

sarei mai stata capace di mettere la testa fuori
dare un occhiata al mondo
per vedere se sarei stata in grado di camminare da sola?

No

Ancora una volta mi chiudo in me stessa
dentro quella corazza che mi sono creata intorno a me per proteggermi da tutto il male che c è in questo mondo....
Scrack

Qualcuno mi ha calpestato...
il guscio in frantumi
Sofferente sento qualcosa che mi solleva da terra
mi porta al riparo in un posto a me sconosciuto

comincio a sentirmi meglio ogni giorno
che passa
sempre di piu finche
non scopro che il mio eroe
la mia salvezza sei stato te

Mi sento rinascere
la mia vita comincia a prendere forma
colori
comincio ad acquisire fiducia in essa
tutte le paure le incertezze e i dubbi svaniscono nell aria....

l amore che hai per me il modo col quale ti prendi cura di me il modo
con cui mi insegni a vivere
a partire dalle semplici cose
è a dir poco immenso...

un amore cosi grande
che a sua volta mi fa innamorare di te...

crash
sento un colpo forte
mi accorgo di essere caduta al suolo...

Ancora una volta la paura comincia a farsi sentire:

E la forza dell'amore

Amore ti ho fatto troppo stare male,
con me ti sei ritrovato imprigionato in una gabbia senza nessuna via di scampo

Adesso è arrivato il tempo di lasciare volare via libero verso infiniti orrizonti
quell' uccelino che mi aveva fatto ritrovare la luce
che tanto calore aveva saputo donarmi
ma che purtroppo io ho soffocato con il troppo amare

Ti Amo

Ora sei libero da ogni catena!...

e per tutto cio...

A volte non vorrei averti mai conosciuto

Anya - tratto da Anya

segnalata da Anya mercoledì 31 dicembre 2008

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

GUERRIERO DI DIO

cupo tramonto invernale, nel biancore della neve
colline e monti velati bisbigliano note malinconiche
che trafiggono anima circondano lo spirito e stringe il cuore,

il crepitio del fuoco e la sua calda fiamma
avvolge le mie mani e carezza il cuore
di infinite sensazioni primordiali difficili da descrivere

l'inverno entra dentro di noi e scava nella profondità
brutalmente con spietatezza crudele, ma la nostra
parte spirituale difende noi dall'angoscia nelle viscere

devozione e amore verso Dio è la nostra salvezza
l'ancora di salvataggio che difende dai nemici
dell'anima e del corpo, siamo piu forti e padroni di noi stessi

elevatezza, superiorità, nobiltà, bellezza,
dignità, eccellenza, noi siamo la roccia
che Dio desidera, per essere forti al suo fianco

per essere un suo guerriero sulla terra.

daniela cesta

segnalata da DANIELA CESTA domenica 5 febbraio 2017

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Amami !

Mio piccolo grande amore, mio piccolo dolce fiore,
candido come la rugiada, bianco come un giglio,
delicato come un bambino, t'ho rivista dopo tre lunghi mesi!
Mio motivo di vivere, angelo delle mie notti,
sogno di una vita, passione di due interminabili anni,
t'ho ritrovata e non vorrei perderti!
Dolce pensiero della mia mente, luce del mio buio,
àncora della mia salvezza, dolce creatura,
fiore dei verdi prati, stella degli abissi,
sole della mia vita...ho bisogno del tuo calore,
del tuo affetto mio meraviglioso amore.
Sento freddo, tremo, sono percorso da brividi,
ho bisogno del tuo amore...aiutami soave profumo!
Occhi perlei, musetto delizioso, viso argenteo,
nube che vaghi nell'immenso cielo, ruscello che scorri
fra le alte montagne, dolce gorgoglio di un piccolo fiume,
libera rondine che voli, meraviglioso laghetto fra le più alte cime
ricambia il mio amore, non abbandonarmi...salvami bella regina, aiutami!
Sto precipitando in una profonda voragine senza fine,
dove davanti a me è solamente il vuoto, ma in questo
vuoto intravedo una luce, una speranza...Te!
Cornice d'uno stupendo quadro; te, dolce fonte dove
possa spegnere la mia sete; te, sinuoso corpo morbido come velluto;
te, bellissima venere che vieni dal nulla.
Son solo, ho paura, soffro tanto, non ho nessuno accanto a me,
il mio mondo non mi basta più, ho bisogno di qualcuno...di te,
dolce ninfa dei boschi; di te, dolce musica melodiosa;
di te, dea delle dee; di te, ragazza semplice e bella;
di te, che hai sconvolto la mia tranquillità; di te,
che puoi ridarmela: dammi un pò del tuo amore, del tuo calore,
del tuo affetto.
Non sono altro che un relitto in balia dell'uragano che
imperversa in me, sono solo una foglia portata via dal vento
chissà dove e vorrei tanto che mi portasse da te...che io amo.
Dolce fata turchina, fai di me un ragazzo felice col tuo incantesimo,
fai di me un uomo, fai di me tutto ciò che vuoi...ma amami!

vincenzo corsaro

segnalata da vincenzo corsaro venerdì 14 settembre 2012


 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

55 ms 13:57 18 092019 fbotz1