Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » bestemmia

Cerca bestemmia nelle barzellette

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 15 barzellette.

Criteri di ricerca



 
categoriabarzellette












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi


















stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » indovinelli

Come si chiama una bestemmia detta da un pappagallo?

risposta:
La madonna di Loreto.

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Alle porte del Paradiso si sente bussare due volte. Poi una voce che urla: Per Dio... per la Madonna... per San Tommaso... per San Giuseppe...per San... a quel punto corre ad aprire San Pietro: Ma chi e che si permette di bestemmiare in questo modo? Ma che bestemmiare e bestemmiare... sono il postino

stelline voti: 10; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Alla porta del paradiso si sente:
Per Cristo, per Dio, per S. Gennaro.
Allora S. Pietro, inorridito, dice:
Chi è che bestemmia cosi' spudoratamente?
E l'altro:
Ma io non bestemmio: sono il postino...!

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Alle porte del Paradiso si sente: - Per Cristo! Per Dio! Per San Gennaro! Arriva San Pietro correndo: - Ma chi è che bestemmia in tal maniera?? - Macche' bestemmia! Sono il postino, io!!

stelline voti: 10; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Un rabbino e un sacerdote cattolico stanno giocando a golf. Al rabbino scappa la pallina dalla prima buca e dice: "Dannazione, l'ho sbagliata". Il sacerdote è scioccato e chiede: "Come può bestemmiare in quel modo?".Il rabbino non risponde, raggiunge la sua pallina, la colpisce e questa volta la manda nell'acqua. "Dannazione, l'ho sbagliata ancora " maledice. Il prete scuote la testa addolorato: "Non dovresti bestemmiare così. La Sua punizione arriva lontano" dice. Proprio in quell'istante si sente un tuono, e un fulmine colpisce il sacerdote cattolico. Una voce possente scende dall'alto: "Dannazione, l'ho mancato!".

stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Il prete alla sua prima confessione, così va dal superiore e gli chiede: come faccio a confessare? Superiore: "Semplice, se ha bestemmiato 3 AveMarie, se ha tradito 5 PadreNostri." Prete: "Ho capito!" Arriva una signora a confessarsi, il prete le chiede i peccati e la signora: "Ho bestemmiato"! Prete: "Dica 3 AveMarie." Signora: "Ho tradito mio marito". Prete: "Dica 5 PadreNostri" Signora: "Ho fatto una pipa ad un'altro uomo". Il prete non sa cosa fare così guarda un po' nel libretto ma non trova la risposta allora decide di andarlo a chiedere al superiore: "Scusi superiore, ma per una pipa?" Superiore: "Eh se l'e' fatta bene anche 30.000 lire"! Stefano

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Vicino a Frascati, in un convento un po' strano albergano dei frati che nel loro normale discorrere intecalano parecchie bestemmie e parolacce. Un bel giorno il Papa decide di far visita a questo convento, e quindi il Padre Superiore ammonisce tutti dicendo: "Almeno per un giorno evitate di bestemmiare, sapete, almeno per sua Santità ". Tutti acconsentono e arriva il fatidico giorno, durante il quale il Capo di tutti i frati accompagna il Papa a visitare i frati nello svolgimento di una normale giornata lavorativa. Entrano in una stanza mentre un frate appende un quadro, e distratto si dà una martellata su un dito e parte "Ma per Dio e la Madonna... grazie per il dolore che mi procurate per espiare le mie pene". Il Papa non può che lodare la devozione di quest'ultimo. La visita procede nell'orto dove un frate sta zappando ma distratto dalla presenza del Papa si dà una zappata su un piede e anche lui inizia "Ma Dio bono... quanto sei bello, ti ringrazio perché mi fai espiare tutti i giorni i miei peccati". Il Papa rimane stupefatto per la devozione dei frati di questo convento. Arriva l'ora di pranzo, si ritrovano tutti intorno al tavolo, quando entra il frate con la pentola di minestrone, che inciampa in un gradino e rovescia irrimediabilmente la minestra e parte: "Ma per la Madonna..." e tutti gli altri "hip hip hurra".

stelline voti: 22; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione

In Paradiso. "Per Dio, per la Madonna". "Ma chi si permette di bestemmiare in Paradiso?". "Ma sono il postino!".

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Un tizio va a confessarsi: "Padre, ho molto peccato!" Ed il prete: "Dimmi, figliuolo, perché?" "Ieri sera ho violentato un bambino..." Il prete: "E allora?" "Eh! Ho anche bestemmiato!" Il prete: "Ah!

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Un prete di campagna rimprovera, Tonio, il fruttivendolo che bestemmia come un turco, perché si è rovesciatto con il trattore carico di mele. Sior parroco, boia can, la me rimprovera, la dise che i se poche mele ma se le xe duemila ani che i rompe per la mela de "Adamo e Eva

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

"Nelle ossa vi è una cellula specializzata detta osteocita, da non confondere con le bestemmie lanciate da Tarzan verso la sua scimmietta quando questa gli fregava le banane..."

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Oggi le donne lavorano come gli uomini, si vestono come gli uomini, bestemmiano come gli uomini, guidano come gli uomini... e dopo loro si meravigliano se le si vuole inculare. (Patrick Timsit).

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un tale si sta confessando: "Mi benedica padre perché ho molto peccato!". "Dimmi figliolo, quali sono i tuoi peccati?". "Padre... ebbene si'... ho violentato un bambino!". Ll prete scandalizzato: "Ma Santo Dio! Come può un uomo ridursi cosi' in basso? Come puoi aver traviato, rovinato un tenero virgulto, un esserino indifeso e dolce, un agnellino di Dio...". Dopo un quarto d'ora di rimproveri e di costernazione da parte del prete: "Ma andiamo avanti cos'altro hai fatto?". "Beh... veramente ho anche bestemmiato... Il prete sospirando: "Eh si' lo so... non stanno mai fermi vero?"

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un uomo molto religioso vive di stenti in un piccolo appartamento di periferia. Va in chiesa tutti i giorni, recita preghiere, vespri, rosari, ecc. Nello stesso palazzo abita un arrogante giovanotto, ricchissimo, che non lavora, abita in un grande appartamento lussuoso, belle donne, auto, feste e baldoria a tutte le ore, soldi a palate. Per un po' di giorni il signore religioso fa finta di niente e vede il suo vicino che rientra tardi, che fa la bella vita. Un giorno non ne può più e in una sua preghiera dice: "Dimmi un po', Signore. Io ti sono sempre devoto, vengo in chiesa, prego sempre, ma vivo nei debiti, negli stenti e nella poverta'. Quello là invece non va mai in Chiesa, bestemmia e pecca a più non posso, eppure è sempre ricchissimo e vive negli agi. Perché? Perché? Rispondimi: Perché?". Ad un certo punto si sente una voce dal cielo: "E' perché lui non mi rompe mai le palle!".

stelline voti: 19; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » fortuna

L'autoradio

Un giorno Pino decide di comprasi per la sua Fiesta una bellissima autoradio di marca. Spende un capitale per farsi fare un impianto degno di una discoteca e felice gira per la città facendoci schiattare dall'invidia. Un giorno va in un bar a prendersi un caffè e quando esce non trova più l'autoradio in macchina. Nero come un antilope indiana si fa montare in macchina una nuova autoradio di quelle che costano una valle di soldi. Stessa situazione, scende un minuto, il tempo necessario per andarsi a prendere il caffè, quando uscendo dal bar trova lo slot dell'autoradio vuoto... comincia a bestemmiare in venusiano con sottotitoli in turco e nero come *due* antilopi indiane si fa mettere una nuova autoradio ancora più costosa del modello precedente.
La mattina va al solito bar e memore di ciò che gli era successo beve il caffè alla velocità della luce finendo quasi ustionato alla lingua, esce e... gli han ciulato di nuovo l'autoradio...
A questo punto decide di non comprarsi più autoradio, l'indomani mattina va tranquillo al bar e prima di uscire mette nello slot dell'autoradio un fogliettino con su scritto: "Non ce la metto più"
Entra tranquillo nel bar, prende con tutta calma il caffè, chiacchera un po', poi con tutta freschezza esce e non vede più la sua macchina, affannato corre dove l'aveva parcheggiata e trova solo un foglietto per terra con scritto: "CE LA METTIAMO NOI!"


 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2017 copyright
Per contattarci o saperne di più su frasi.net vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 12:59 28 072017 fbotz1