Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » colpo di stato

Cerca colpo di stato nelle barzellette

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

ATTENZIONE
Le seguenti parole sono state ignorate perché molto comuni:
di, stato.

Sono presenti 121 barzellette. Pagina 5 di 7: dalla 81a posizione alla 100a.

Criteri di ricerca



 
categoriabarzellette












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi






















stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

F.S.

Un treno, dopo un gran tonfo, si ferma molto bruscamente in aperta campagna. Rimane fermo per parecchi minuti. Un viaggiatore, stufatosi per la lunga attesa, scende dal treno per andare a chiedere spiegazioni. Appena sceso dalla carrozza incontra proprio il capotreno. Al che decide di dirgliene quattro:
"Ma insomma, si può sapere cosa diavolo è successo? Ci siamo fermati di colpo in mezzo al nulla!"
"Niente, abbiamo investito una mucca!"
"Stava sul binario?"
"No... la siamo andata a rincorre' in mezzo ai campi..."

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Due amici percorrono in macchina di notte le strade del centro della citta'. Il guidatore vede il semaforo rosso e accelera di colpo e passa il semaforo a 140 km/h. L'amico al fianco lo guarda atterrito e dice "ma sei pazzo vuoi morire??" e l'altro "non ti preoccupare mio fratello lo fa sempre" cosi proseguono ma quando l'amico lo vede rifare la stessa cosa al semaforo successivo si allarma e contrariato e spaventato dice "ma allora mi vuoi del male mi fai venire un infarto se c'è il rosso perché aumenti la velocità invece di fermarti?" e l altro con tono deciso "t'ho detto che mio fratello lo fa sempre stai tranquillo" ad un tratto scatta il verde e il guidatore inchioda!a questo punto l'amico stupito lo guarda "ma allora sei scemo adesso è verde e tu che fai? Ti fermi! Ma vai muoviti perché ti sei fermato?" "eh e se passa mio fratello?"

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Due carabinieri sono in missione in un paese dell'Africa. Nel loro giorno libero vanno a caccia, vedono un leone, gli sparano e lo fanno secco al primo colpo. Scendono dalla Jeep per caricare la bestia e cominciano a tirare il leone per la criniera. Ma tira tira, il leone è troppo pesante e non riescono a spostarlo. Passa di li' un negretto che dice loro: "Guardate che se tirate il leone per la coda fate meno fatica!". I due carabinieri applaudono subito alla bella idea e si mettono a tirare dalla coda. Solo che dopo un'ora di sforzi uno dei due dice: "Sarà una bella idea, ma mi sembra che invece di avvicinarci alla Jeep ci stiamo allontanando!".

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » animali

In un pollaio il gallo Michele rendendosi conto di non riuscire più a soddisfare tutte le numerose ed esigenti galline decide di farsi aiutare da un altro galletto. Michele spiega al novizio la "tecnica" da utilizzare: Si divideranno equamente le galline del pollaio, "zak zak" un veloce colpo per ognuna di esse e via! L'unica cosa che Michele si raccomanda è "velocità e cortesia", infatti dopo ogni..."zak zak" è di uso ringraziare! Il mattino dopo i due si presentano al "lavoro". E' il turno di Michele... "zak zak"... Buongiorno signora "zak zak"...Buongiorno signora "zak zak"... Buongiorno signora...e cosi' via! Subito dopo è la volta del nuovo galletto, che non vuole certo sfigurare per cortesia e velocita': "zak zak"... Buongiorno signora "zak zak"...Buongiorno signora "zak zak"... Buongiorno signora "zak zak"... Scusa Michele!

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » uomini e donne

Un ragazzo va a trovare i nonni in campagna. Quando arriva si trova davanti al nonno seduto fuori sugli scalini senza pantaloni ne' mutande. Il ragazzo allibito chiede: "Nonno, che fai?" ma l'uomo non risponde, continuando a guardare chissà dove, lo sguardo fisso e malinconico. "Nonno, mi senti? Che ci fai seduto qua fuori senza niente sotto?" "E' un'idea di tua nonna, dopo che l'altra sera, stando seduto qua senza camicia, un colpo d'aria mi ha irrigidito il collo..."

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Una vecchietta siede davanti al camino, quando appare una fata che le concede tre desideri. "Vorrei che questa casa tornasse bella come una volta" Colpo di bacchetta ed ecco fatto. "Ora vorrei riessere bella come un tempo"... Zakkete e fatto anche questo. "e come ultimo desiderio vorrei che il mio gatto si trasformasse in un bellissimo principe azzurro".... Detto fatto. Il principe azzurro si avvicina allora alla non più vecchia e cingendole la vita le sussurra: "Ti penti, adesso, di avermi castrato eh!"

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Tra amici. "Hai un aspetto terribile..!" - Dice il primo. - "Mia madre è morta nel mese di Febbraio e mi ha lasciato 20 milioni..." - risponde l'altro - "Poi a Marzo è morto mio padre e me ne ha lasciati 40..!"- "Perbacco..! Che brutto colpo.. Perdere i genitori nel giro di due mesi..!" - "e per finire.." - continua il depresso - "Mia zia è morta il mese scorso e mi ha lasciato 100 milioni.." - "Poveretto.!" - Lo consola l'amico - "Sfogati pure con me...!" - "Pensa... Questo mese... ancora niente..!" -

stelline voti: 30; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » marito e moglie

Campo da golf

Due uomini stanno giocando a golf. Uno dei due è circa mezz'ora che fa avanti e indietro, guarda su e guarda giù, misura le distanze, calcola la velocità del vento, e il suo compagno si comincia ad incazzare. "Allora, la tiri 'sta palla che non ce la faccio più?"
"Senti, oggi ho portato mia moglie con me, la vedi, è quella signora là in fondo. Voglio che sia un colpo perfetto"
L'altro lo guarda insospettito e poi dice: "Mica crederai davvero di riuscire a centrarla da questa distanza?"

stelline voti: 10; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Volere è potere o...

Il capitano McKenzie sta volando con il suo aereo trielica sulle foreste canadesi quando ad un certo punto: "Capitano! Il motore uno sta perdendo colpi!". "Niente paura, qui c'è il capitano McKenzie, lasciate fare a me". E grazie alla sua abilità il capitano McKenzie controlla perfettamente l'aereo. Dopo un po': "Capitano! Il motore due non funziona più!". "Niente paura, qui c'è il capitano McKenzie, lasciate fare a me". E grazie alla sua abilità il capitano McKenzie riesce di nuovo a far prendere quota all'aereo. Ma dopo un altro po': "Capitano! Il motore tre si è fermato, stiamo precipitando!". "Niente paura, qui c'è il capitano McKenzie". Mentre l'aereo ormai sfiora le cime degli alberi il capitano McKenzie dice: "Aprite il portellone, prendete le cesoie e tagliate le cime degli alberi!". Sbigottito l'equipaggio comincia a tagliare le cime, e taglia, taglia ... "Capitano! Il motore uno ha ripreso a funzionare!". Continuano a tagliare le cime degli alberi... "Capitano! Anche il motore due funziona!". E così anche il motore 3. L'aereo sotto la spinta dei tre motori riprende quota fra la felicità dell'equipaggio che va dal capitano: "Ma capitano! E' incredibile! Come ha fatto? Perche' abbiamo tagliato le cime degli alberi?". "E' semplice, se volere è potere ... volare è potare!"

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Ii guerra Mondiale. Un tedesco, con la sua berlina ultralucida e veloce, sale una ripida strada di montagna e nel frattempo un contadino sta scendendo sulla stessa strada a bordo di un carretto trainato dai buoi, carico di paglia, di galline, maialetti,... una minifattoria viaggiante, insomma. Patatrack! Una scena terribile, coperta pietosamente da una nuvola di paglia, che a poco a poco si dirada. Il tedesco si riprende dal trauma, e osserva il bue, moribondo, con le corna rotte, le zampe fracassate e dice: "Io non poteRe fedeRe bue soffRiRen ". Prende la pistola e lo finisce con un colpo alla testa. Poi vede le galline, moribonde anch' esse: "Io non poteRe fedeRe gallinen soffRiRen ". Punta la pistola e le uccide. Anche i maialetti: "Io non poteRe fedeRe maialen soffRiRen "; e li finisce. All' improvviso il contadino esce allo scoperto. Ha un braccio amputato, ben legato intorno al collo, una gamba ciondoloni, e vistose ferite alla testa: "Cavolo, che fortuna! Non mi sono fatto niente!!".

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Due amici si incontrano. "Allora, Giulio, come va il matrimonio?". "Bene, bene... cioe' veramente c'è un problema!". "e sarebbe?". "Vedi alle 5 mi sveglio e faccio l'amore, ma dopo devo andare nel campo a lavorare; verso le 11 mi viene ancora voglia. Allora torno a casa e faccio l'amore. Ritorno nel campo, ma alle 3 devo correre a casa a cercare mia moglie! Capisci che non posso più lavorare e vedi tu stesso in che condizioni è il mio campo...". "Mah, Giulio, è tutto qui? Tu ti devi organizzare. Hai ancora il fucile da caccia?". "Si', è a casa". "Bene, tu te lo porti dietro e dopo aver preso accordi con tua moglie ogni volta che avrai voglia spari un colpo di fucile e lei correrà a soddisfare i tui sani contadini desideri". "Caspita! Questa è una grande idea. Faro' cosi' ". Dopo un paio di mesi si rincontrano: "e allora come va?". "Beneazioni per caccia grossa

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » uomini e donne

Tristezza: in un incontro tra compaesani che non si vedevano da tempo, il primo dice all'altro: perche sei così triste? Il secondo risponde è morto mio nonno! Il primo costernato: ma come è successo? Mio nonno e caduto dall'ultimo piano di casa sua! L'altro; e si è sfracellato? Macche' è rimbalzato sulle corde dello stenditoio di sotto! E si è sfracellato sul selciato? Macche in quel mentre dalla strada sopraelevata passava il camion della spazzatura che gli ha attutito la caduta e lo ha fatto ribalzare! E poi gli è passato sopra schiacciandolo? Macche' dal colpo ha fatto un volo a parabola per abbreviargli l'agonia! Ed è andato a colpire la cima di quell'abete vicino a casa sua! L'abete si è spezzato e lui si è schiantato sulla strada? Macche' l'abete si è flesso e lo ha rilanciato verso il suo palazzo! Ma allora come è morto? Guarda abbiamo dovuto abbatterlo a fucilate per abbreviargli l'agonia

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un contadino è nella stalla a mungere la mucca. Quando il secchio è già mezzo pieno, la mucca con una zampata lo rovescia. Il contadino non si scompone, prende un pezzo di corda, sale su uno sgabello e lega la zampa posteriore della mucca ad un trave del soffitto della stalla. Con calma ricomincia a mungere. Riarrivato a metà secchio, paff!, un colpo con l' altra zampa ed il secchio si rovescia di nuovo. Il contadino prende un altro pezzo di corda, risale sullo sgabello e lega l' altra zampa posteriore ad una trave del soffitto. Con la solita calma ricomincia a mungere. Metà secchio e puntualmente, paff!, una codata ed il secchio è di nuovo vuoto. Sempre senza scomporsi cerca un pezzo di corda, non ne trova, allora sale sullo sgabello e con una mano alza al soffitto la coda della mucca, con l' altra si sfila la cintura dei calzoni per legare la coda. Nel fare questo i calzoni gli cadono alle caviglie. Nel medesimo istante si apre la porta della stalla ed entra sua moglie che inorridita gli chiede: "Ma cosa stai facendo?". Il contadino, sempre calmissimo, guarda la moglie, guarda la mucca, si guarda i calzoni e risponde: " Beh, trombo la mucca, tanto se ti dico che volevo mungerla non mi credi!!".

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Milano. Il Piero, giovane industrialotto, incontra due suoi amici: Luca e Valter: "Uhe raga', venite come con me a fare un giro sul nuovo Ferrarino che mi sono fatto!". Tutti d'accordo, salgono sull'auto che parte lasciando mezzo chilo di pneumatici sull'asfalto. Pieno centro citta': 100, 120 km/h. Il Luca: "Dai, Piero, rallenta un po'!". "Ma dai, questa è una macchina sicura e poi abbiamo sant'Ambrogio che ci protegge!". "Fammi scendere, tu sei matto!". Ed il Luca scende nella sicura periferia milanese. Il Piero riparte con il Valter che è un po' preoccupato. Sgommata, accelerazione super: 150, 200 km/h. Il Valter non ce la fa piu': "Fammi scendere, fammi scendere!". "Ma dai, la domino benissimo questa macchinetta e poi figurati col sant'Ambrogio che ci protegge!". Ed anche il Valter riesce infine a scendere. Il Piero riparte, sgommata, 200, 250 km/h. Ad un certo punto sente due colpi sulla spalla. Un po' impaurito chiede: "Uhe chi l'e'?". "Sono il sant'Ambrogio, fammi scendere!"

stelline voti: 13; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » fortuna

Un giovane medico apre il suo primo gabinetto in un paesino di campagna e subito la prima notte è chiamato d'urgenza per un parto. Egli si precipita, ovviamente col cuore in gola, ed entra nella camera della partoriente. Nota che il feto si presenta male e decide di usare il forcipe. Ma a causa dei forti tremori che presenta il ferro gli sfugge di mano e colpisce in testa la madre che muore sul colpo. Allora il giovane medico, disperato per il guaio combinato, afferra il neonato per la testa e tira cosi' forte che perde l'equilibrio e il bebe' vola attraverso la stanza e colpisce il padre che sta prendendo una boccata d'aria alla finestra, cadendo cosi' tutti e due di sotto dal settimo piano. Il giovane medico, rendendosi conto della vastità del suo disastro, decide di cambiare paese ed apre un altro gabinetto medico in un altra città molto lontana dalla precedente. Un mese più tardi viene nuovamente chiamato d'urgenza al capezzale di una partoriente. Due ore dopo è di ritorno a casa sua e la moglie gli chiede angosciata: "Allora, come è andata?". "Non troppo male. Questa volta sono riuscito a salvare il padre!".

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Una splendida ragazza, corteggiata da tutti i compaesani ha il tragico problema di avere perennemente un alito che dire fetido e' poco! Essendo nubile, ha moltissimi pretendenti. Lei pero', conscia di questa sua tragedia, non esce mai di casa. Un giorno deve per forza andare nella citta' piu' vicina perche' deve fare dei documenti in comune. Appena sbrigate le pratiche, e "tramortiti" un paio di impiegati comunali, esce e sta per tornare a casa quando incontra un uomo bellissimo. I loro sguardi si incrociano per degli attimi che sembrano interminabili. L'uomo, preso coraggio, la prende per un braccio e la ferma:
- Mi scusi, signorina! Non vorrei sembrarle sgarbato, ma credo di essermi innamorato di lei! Per me e' il classico colpo di fulmine. La ragazza per non rovinare tutto, decide di non dare "fiato" alla terrifica bocca e percio' rimane in silenzio. Io debbo assolutamente rivederla! Vuole uscire con me a cena stasera? La ragazza fa cenno di si con la testa.
- Oh mio Dio, che gioia che mi da! Allora la passo a prendere questa sera alle otto, le va bene?
La ragazza annuisce di nuovo e gli scrive i suo indirizzo su un foglio di carta. La sera stessa lui, elegantissimo, si presenta con la sua fuoriserie sotto casa di lei. Bussa e poco dopo scende la ragazza in un vestito nero attillatissimo da far girare la testa ad un eunuco.
- Sei strepitosa! Io in vita mia non ho mai incontrato una ragazza bella come te!
La ragazza risponde solo con un mezzo sorriso, stando bene attenta a non aprire la bocca putrida. L'uomo mette in moto e si dirige verso il piu' bel ristorante della citta'. Durante la cena lui le parla di tutta la sua vita, di quello che ha fatto e quello che sono i suoi progetti per il futuro. La ragazza non apre mai bocca e fa solamente cenni con la testa, tanto che lui pensa che lei sia timidissima.
- Io penso proprio di essermi pazzamente innamorato di te. Pero' ho bisogno di sapere se anche tu provi la stessa cosa per me.
La ragazza:
- Mmmmh! Mmmmh!
- Ti prego, lo so che sei timida! Non mi devi dire per forza che mi ami, mi basta anche solo una piccola risposta!
- Mmmmh!
- Ti supplico, te lo chiedo in ginocchio! Una sola parola! Ma tu mi ami?
La ragazza commossa, si mette una mano davanti alla bocca per cercare di diminuire l'effetto e fa:
- Si!
Lui mezzo tramortito:
- SNIFF... SNIFF... ma che hai scoreggiato?
- No!
- Allora ti sei mangiata i calzini?!? 

stelline voti: 18; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » politica » Berlusconi

Alcuni documenti del SISDE, recentemente resi pubblici, affermano che, dopo le affermazioni di Berlusconi secondo cui la civiltà occidentale sarebbe superiore a quella islamica, Bin Laden diede ordine di organizzare un attentato aereo in Italia. Due terroristi, provenienti da un Paese del Medio Oriente, arrivarono a Napoli con la ferma determinazione di eseguire "il castigo di Allah per gli infedeli italiani". Segue la ricostruzione dell'itinerario e delle azioni dei due uomini, effettuata dai nostri servizi segreti. Lunedì, 3:45: giungono all'aeroporto internazionale di Napoli, via aerea dalla Turchia; escono dall'aeroporto dopo otto ore perché gli hanno perso le valigie; la società di gestione dell'aeroporto non si assume la responsabilità della perdita, e un impiegato consiglia i terroristi di provare a ripassare il giorno dopo: chissà, con un po' di fortuna...; prendono un taxi; il tassista (abusivo) li guarda dallo specchietto retrovisore, e vedendo che sono stranieri, li scarrozza per tutta la città per un'ora e mezza; dal momento che non proferiscono lamentela, neanche dopo che il tassametro raggiunge le 374.000 lire, decide di fare il colpo gobbo: arrivato alla rotonda di Villaricca, si ferma e fa salire un complice; dopo averli derubati dei soldi e coperti di mazzate, li abbandonano esanimi nel Rione 167. Lunedì, 8:30: al risveglio dopo la mazzata, entrambi i terroristi raggiungono un albergo sito in zona piazza Borsa; decidono quindi di affittare un'auto presso la "Hertz" di piazza Municipio; poi si avviano in direzione aeroporto, ma giusto prima di arrivare a piazza Mazzini, rimangono bloccati da una manifestazione di studenti, uniti alle tute bianche anti-global e ai disoccupati napoletani, che non li fanno passare. Lunedì, 14:30: arrivano finalmente in piazza Garibaldi, e decidono di farsi cambiare i loro dollari in lire; vengono rifilati loro biglietti da 100.000 lire falsi. Lunedì, 16:45: arrivano all'aeroporto di Capodichino con la ferma intenzione di dirottare un aereo per farlo cadere sulle torri dell'ENEL del centro direzionale; però i piloti dell'Alitalia sono in sciopero, perché chiedono la quadruplicazione del salario e vogliono lavorare meno ore; stessa cosa per i controllori di volo, che pretendono anche la pinza obliteratrice per tutti ("altrimenti che controllori saremmo", hanno dichiarato); l'unico aereo disponibile è uno della Maradonairlines con destinazione Sassari, e ha 18 ore di ritardo; gli impiegati e i passeggeri sono accampati nelle sale d'attesa, intonano canti popolari, gridano slogan contro il governo e i piloti...; arrivano i celerini, che cominciano a dare manganellate a destra e a manca, contro tutti, e si accaniscono in particolar modo sui due arabi. Lunedì, 20:05: finalmente si calmano un po' gli animi; i due figli di Allah, coperti di sangue, si avvicinano al banco della Maradonairlines per acquistare i biglietti, dirottare l'aereo e farlo schiantare contro le torri dell'ENEL; il responsabile della Mar

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » dal medico

Un contadino va dal dottore per una visita. Il dottore, trovandolo
particolarmente stressato, gli chiede come va con sua moglie, dal punto di
vista sessuale.
- Beh all'inizio andava bene, ma da un po' di tempo non facciamo piu'
nulla.
- Ma perché? Non ne sente più il desiderio?
- Diamine, si che lo sento! Delle volte, quando sono sul trattore, mi
viene
una voglia irrefrenabile, ma quando torno a casa sono ormai stanco e tutto
finisce li'...
- Scusi, faccia cosi': quando va per campi porti con se' il fucile e
quando
le viene voglia, spari un colpo in aria per segnalare a sua moglie che e'
il
momento giusto, e lei le correrà incontro.
- Vabbe', ci provero'.
Qualche mese dopo il contadino torna dal dottore e questo gli chiede se
ha
seguito il suo suggerimento.
- Si, le prime volte tutto bene: io sparavo, lei arrivava e...
consumavamo
- E poi?
- Poi hanno aperto la stagione della caccia e chi l'ha vista più mia
moglie?!!

stelline voti: 90; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » mamma

i colpi persi

Mamma., cosa sta facendo quel carabiniere sotto quella macchina..? - Ah., non lo so ... - Ed io, posso chiederglielo..? - Ma certo., se vuoi.!! - Il bambino si avvicina al carabiniere e gli chiede .. : - Scusi.., cosa sta facendo lì sotto..? - Quando ho messo in moto, il motore perdeva colpi e adesso sono venuto qui sotto per vedere se riesco a trovarli ... - E se riesce a recuperarli poi cosa fa..? - Ritorno su., apro il cofano., tolgo il tappo dell'olio e ce li ributto dentro.!! . . . . .

ugo bischero - tratto da umorismomio

segnalata da ugo bischero mercoledì 4 marzo 2015

stelline voti: 11; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Barzellette

Gli ho distrutto i cazzotti a colpi di gengive

segnalata da Miki domenica 30 marzo 2003


1 2 3 4 5 6 7

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2021 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

64 ms 08:43 27 022021 fbotz1