Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » con fila

Cerca con fila nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

ATTENZIONE
La seguente parola è stata ignorata perché molto comune:
con.

Sono presenti 84 poesie. Pagina 1 di 5: dalla 1a posizione alla 20a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 19; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

La notte lava la mente


Poco dopo si è qui come sai bene,
fila d'anime lungo la cornice,
chi pronto al balzo, chi quasi in catene.

Qualcuno sulla pagina del mare
traccia un segno di vita, figge un punto.
Raramente qualche gabbiano appare.

Mario Luzi - tratto da Onore del vero

stelline voti: 13; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Agli de'i della mattinata


Il vento scuote allori e pini.
Ai vetri, giù acqua.
Tra fumi e luci la costa la vedi a tratti,
poi nulla.
La mattinata si affina nella stanza tranquilla.
Un filo di musica rock, le matite, le carte.
Sono felice della pioggia.
O de'i inesistenti,
proteggete l'idillio, vi prego.
E che altro potete,
o de'i dell'autunno indulgenti dormenti,
meste di frasche le tempie?
Come maestosi quei vostri luminosi cumuli!
Quante ansiose formiche nell'ombra!

Franco Fortini - tratto da Questo muro

stelline voti: 21; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Furtiva mano di un fantasma occulto


Furtiva mano di un fantasma occulto
fra le pieghe del buio e del torpore
mi scuote, e io mi sveglio, ma nel cuore
notturno non trovo gesto o volto.

Un antico terrore, che insepolto
porto nel petto, come da un trono
scende sopra di me senza perdono,
mi fa suo servo senza cenno o insulto.

E sento la mia vita di repente
legata con un filo di Incosciente
a ignota mano diretta nell’ignoto.

Sento che niente sono, se non l’ombra
Di un volto imperscrutabile nell’ombra:
e per assenza esisto, come il vuoto.

Fernando Pessoa

stelline voti: 16; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Quasi un madrigale


Il girasole piega a occidente
e già precipita il giorno nel suo
occhio in rovina e l'aria dell'estate
s'addensa e già curva le foglie e il fumo
dei cantieri. S'allontana con scorrere
secco di nubi e stridere di fulmini
quest'ultimo gioco del cielo. Ancora,
e da anni, cara, ci ferma il mutarsi
degli alberi stretti dentro la cerchia
dei Navigli. Ma è sempre il nostro giorno
e sempre quel sole che se ne va
con il filo del suo raggio affettuoso.

Non ho più ricordi, non voglio ricordare;
la memoria risale dalla morte,
la vita è senza fine. Ogni giorno
è nostro. Uno si fermerà per sempre,
e tu con me, quando ci sembri tardi.
Qui sull'argine del canale, i piedi
in altalena, come di fanciulli,
guardiamo l'acqua, i primi rami dentro
il suo colore verde che s'oscura.
E l'uomo che in silenzio s'avvicina
non nasconde un coltello fra le mani,
ma un fiore di geranio.

Salvatore Quasimodo

stelline voti: 27; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

I limoni

Ascoltami, i poeti laureati
si muovono soltanto fra le piante
dai nomi poco usati: bossi ligustri o acanti.
Io, per me, amo le strade che riescono agli erbosi
fossi dove in pozzanghere
mezzo seccate agguantano i ragazzi
qualche sparuta anguilla:
le viuzze che seguono i ciglioni,
discendono tra i ciuffi delle canne
e mettono negli orti, tra gli alberi dei limoni.

Meglio se le gazzarre degli uccelli
si spengono inghiottite dall' azzurro:
più chiaro si ascolta il susurro
dei rami amici nell' aria che quasi non si muove,
e i sensi di quest' odore
che non sa staccarsi da terra
e piove in petto una dolcezza inquieta.
Qui delle divertite passioni
per miracolo tace la guerra,
qui tocca anche a noi poveri la nostra parte di ricchezza
ed è l' odore dei limoni.

Vedi, in questi silenzi in cui le cose
s' abbandonano e sembrano vicine
a tradire il loro ultimo segreto,
talora ci si aspetta
di scoprire uno sbaglio di Natura,
il punto morto del mondo, l' anello che non tiene,
il filo da disbrogliare che finalmente ci metta
nel mezzo di una verità
Lo sguardo fruga d' intorno,
la mente indaga accorda disunisce
nel profumo che dilaga
quando il giorno più languisce.
Sono i silenzi in cui si vede
in ogni ombra umana che si allontana
qualche disturbata Divinità

Ma l' illusione manca e ci riporta il tempo
nelle città rumorose dove l' azzurro si mostra
soltanto a pezzi, in alto, tra le cimase.
La pioggia stanca la terra, di poi; s' affolta
il tedio dell' inverno sulle case,
la luce si fa avara - amara l' anima.
Quando un giorno da un malchiuso portone
tra gli alberi di una corte
ci si mostrano i gialli dei limoni;
e il gelo del cuore si sfa,
e in petto ci scrosciano
le loro canzoni
le trombe d' oro della solarità.

Eugenio Montale

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Il filo

Torna la tua voce, Mare
a cantare la notte
così spietata, ruvida.
Indifeso il cielo respira
la magrezza del tempo
sul sentiero di uomini
confinati alla meta.
A chi importa brandire
queste parole, giovinezza
di disperate chimere,
triste rinuncia la nebbia
ad issare la vela.
E io continuo ad esistere
a cambiare rifugio
benchè sia già tardi
e quel filo di luce,
di dovuta speranza
resta impigliato
al tuo muto ricordo.

Michele Gentile

segnalata da Sara venerdì 13 gennaio 2017

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

CHIUDO GLI OCCHI

Chiudo gli occhi sdraiata ogni sera col cuore che ti pensa è spera. Mi sembra di vederti e sospiro ma già dei pensieri nn seguo più il filo...................................................................................... IL sonno mi prende èmi porta con sè inizio a sognare è mi trovo con TE!!!!!!!

segnalata da angelica lunedì 28 febbraio 2011

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

il principe e una rana

c'era una volta un re che aveva tre figli il papà di questo re aveva ordinato di filare della canapa . il re intato cercava una sposa per sposarsi ma non le trovava ,ma trovava solo delle rane nei fossi.allora decise di sposare una rana .vengono stabilizzate le nozze e allora vissero felici e contenti.

maria josè lovaglio - tratto da la principessa trasformata in rana

segnalata da maria sabato 26 marzo 2011

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

luce d'amore

dove andrai io ti raggiungerò,
perchè l'amore si raggiunge sempre,

varca oceani, montagne e vallate,
sotto l'immenso cielo stellato,

le luce del vostro cuore
raggiunge me da ogni luogo,

quel filo invisibile che lega noi
attraverso lo spazio e il tempo

mai si spezzerà
perchè è il filo di luce che

esce dai nostri cuori
è il filo di luce
dell'amore.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta giovedì 24 gennaio 2013

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Il vento sibila, bisbigliando dolcemente e in egual misura,alle fronde maestre.. quanto al più esile filo d’erba.

.

Grazia Tamagno

segnalata da grazia lunedì 16 luglio 2012

stelline voti: 3; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: Poesie

...X OKKI AZZURRI...

Seduta nella mia stanza ad ascoltare il cd della mia vita, contenta scrivo sul mio diario il tuo ultimo messaggio,mentre quel filo di luce pian piano muore...Si,è arrivata la sera...in 1dolce attimo tutto si spegne kon lei,le luci,i rumori...non c'è +niente..continuo a scrivere e spengo la radio..all'improvviso sento 1rumore lento,strano kome 1moneta gettata nel mare profondo..ma kos'è??..è il mio cuore ke palpita ,ke kon la sera spegne i miei dolori,le mie fantasie,la mia felicità...Allora mi alzo,guardo fuori dalla finestra,è tutto buio attorno a me,nessuna stella neanke la luna riesco a vedere..vedo solo due punti azzurri in quel niente,ke danno 1 tocco di magia a questa sera...Ti amo dolce angelo dagli okki azzurri...e dal nome GAETANO.....GIUSY...

Giusy - tratto da giusy

segnalata da Giusy giovedì 27 ottobre 2005

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Al Padre

Nella ricorrenza dell'undici febbraio, giorno di apparizione della Madonna sulla Terra, hai voluto compiere l'ultimo gesto d'amore di un uomo solo.
Nel deporre la Chiesa universale tra le braccia della Madre di Dio, hai pensato di quanto può essere smarrito l'uomo innanzi al Mistero della Fede e, nel contempo, hai confidato nel mezzo più potente al mondo, capace di condurre le anime a Dio e perdonare l'intera umanità: la preghiera.
Nel contatto di quel filo invisibile di fede che ci accompagna, una preghiera volerà per te.

nicolamerico - tratto da me medesimo

segnalata da nicolamerico martedì 12 febbraio 2013

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

canzone

Una rosa blu
Una rosa blu sulla pelle tua mi ricordi Londra snob e bionda con un filo di follia dicono di te... pare che ci stai che ti scaldi presto che poi tutto il resto e non ti leghi mai ma se fossi mia io ti legherei con un laccio al cuore che ti faccia male quando te ne vai. Io sulla pelle io te lo scriverei che mi piaci perché sei come sei col tatuaggio con quella rosa blu che è il tuo coraggio e la tua risorsa in più. E ti racconto di me di lei ma chi se ne frega ma si doveva andare andare così e non mi accorgo nemmeno che vuol dire ti amo che si è aperta di più la rosa sul tuo seno. Una rosa blu che non va più via dolce e un po' perversa come un po' diversa è la tua fantasia una rosa blu come non ce n'è ma una cosa rara sono io stasera che la chiedo a te. Io sulla pelle io me lo scriverei l'amore in macchina no non c'è magia un tatuaggio perché va dove vai al mare o dove si può purché scappare via. E mi racconto di te di lei ma chi se ne frega ma si doveva andare andare così e non mi accorgo nemmeno che ti ho detto ti amo quando si apre sul seno la tua rosa blu. Se fossi mia ti legherei... ma un laccio al cuore non ci sei al mare o dove c'eri tu mi punge la tua rosa blu dolce e un po' perversa è la tua fantasia. Ma una rosa blu sulla pelle mia me ne accorgo adesso, passo dopo passo che non va più via.

flo95 - tratto da floriana lombardo

segnalata da flo95 lunedì 25 marzo 2013

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

TUTTI PER ME

Il tuo bacio mi sorvola
Regina dei miei versi
Mi dai brividi, che salgono in gola.

Siamo oceani che non sanno nuotare
Ci sentiamo soli e persi
Se insieme non possiamo stare.

Tu e le tue idee chiare
Occhi profondi come il mare.
Dolci baci come il miele
Come un’ape, sai essere crudele.

Tra le mie braccia cerchi la pace
Poi ti giri e con un filo di voce
Mi chiedi Quanti baci vuoi
Io ti rispondo Tutti quelli che hai
Li voglio tutti per me.

Come mai non ti sei stancata
Di ciò che sono, del mio amore
Anzi, ti vedo sempre innamorata.

Perché se non riesco a farti felice
Trovo solo dolore
E resterò in piedi solo con te, mia radice.

Hai le idee sempre chiare
E dal mio cuore non vuoi scappare
Sai, mi piaci, come il miele
E ti voglio assaggiare.

Ti spogli nel letto poi spegni la luce
Poi ti giri e con un filo di voce
Mi chiedi Quanti baci vuoi
Io ti rispondo Tutti quelli che hai
Li voglio tutti per me.

LucaG - tratto da MyLirics

segnalata da LucaG mercoledì 24 gennaio 2007

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

non si puo cancellare cn un colpo di spugna tt quello ke è stato fatto anke solo in 2 settimane...ci vuole del tempo... tanto tempo sprattutto se ci sono di mezzo i sentimenti e se non si vuole rinunciare a quello ke è stato "costruito"... mi vien voglia di piangere...se piangessi nn lo farei x tristezza.. ma x la sicurezza ke tt quello ke ho pensato nn accadrà mai... lo sapevo di non avere chance..ma mi aggrappavo cn forza a quel sottile filo chiamato speranza.. che ora nn esiste più...sai ho chiesto al mondo di vivere..e questo mi è stato concesso...ho chiesto al mondo di avere amicizie, e mi sono state date(es. tu e l'ale...), ho chiesto di poter provare emozioni verso le altre xsone e ne ho avuta la possibilità.. ho chiesto di poter essere contraccambiata e non ho ricevuto risposta nè affermativa, nè negativa... a questo punto ho ignorato il mondo e ho iniziato a correre.... sono arrivata ad un burrone e mi sono fermata...e qui sono stata buttata dentro...e per la caduta ho pianto...poi mi sono accorta ke nessuno si era accorto dei solci sul mio viso lasciati dalle lacrime...NESSUNO... e allora ho inziato a scrivere: almeno il foglio si ricorda dei solchi lasciati dalle mie mani(sudate...)....vivo come mi pare, vivo e nn permettero a nessuno di dirmi cosa devo scrivere sul mio libro, chi mi deve piacere................. ho ripensato al mondo e gli ho fatto un ultima domanda... gli ho chiesto 1 pezzo di cielo tutto mio, dove vivere la mia vita con chi voglio io... sai cosa mi ha risposto???... solo chi può essere ricambiato puo avere un pezzo di cielo tutto suo... allora ho salito le scale che portavano al cielo e ne ho rubato un pezzo, piccolo, piccolo...sono scappata via e lo stretto forte a me, poi l'ho nascosto nel mio cuore cosi che nessuno me lo possa portar via...e ora mi sento gia meglio dopo essermi sfogata un po'.... ora posso guardare il cielo e sorridere ugualmente..perche lui è felice ed io lo sono perche questo taglietto sul mio dito è comparso dopo che ho rubato il mio pezzo diCIELO, non ho fatto del male a nessuno forse solo un poco a me... ma ce nè di tempo ancora prima che io getti la spugna... scusa se ti sto scaricando tt i miei probl... se vuoi falla vedere anke all'ale.......... non so cosa farei senza di voi....

framora

segnalata da framora mercoledì 4 aprile 2007

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

ALBA

Un flebile filo di luce
arrotolato alla mia anima.
Una dolce speranza,
di rivederla splendere.
Sottile pensiero,
di gioia mi invade.

Stefano Tosin - tratto da Un sospiro per amore ed è subito poesia

segnalata da Stefano venerdì 8 aprile 2011

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Mi lascio catturare...
...il suo profumo...
...trepidante bocca...
lingua danzante...
labbra rosse...
Il desiderio pervade
La stanza
Colma dei suoi sospiri.
La mente
Lascia
Spazio
Alla follia penetrante.
Percorro viali
Lunghe file
Di lampioni spenti
Il cammino rischiarano.
Cerco bramoso
Anelo esitante
Desidero folle
Penso lucido.
Voglio
Ora
Qui
Adesso
Follia.
Pretendo il suo corpo
Pretendo i suoi baci
Pretendo le sue mani.
Ascolto
Le sue parole leggere
Lievi
Che respiro.
Voglio
Inebriato
Essere folle
Una volta
Una sola volta.
E poi ancora
Lunghe file
Di lampioni spenti

Gianmaria V.

segnalata da Gianmaria V. martedì 2 ottobre 2007

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

...TI BRUCERAI...
...PICCOLA STELLA SENZA CIELO...
...TI MOSTRERAI...
...CI INCANTEREMO MENTRE SCOPPI IN VOLO...
...TI SCIOGLIERAI...
...DIETRO A UNA SCIA UN SOFFIO UN VELO...
...TI STACCHERAI...
...PERCHE' TI TIENE SU SOLTANTO UN FILO...

Ligabue Luciano - tratto da piccola stella senza cielo

segnalata da °°Shooting.Star°° martedì 19 febbraio 2008

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Ballo

Ballo il suono della mia vita sulle punte del mio destino,
ballo ascoltando il ritmo del cuore,
incessante cassa armonica dei miei desideri.

Ballo su di un filo . .. quello della mia psiche,
sottilisimo intreccio di sogni e ricordi.
Ballo la mia solitudine inquieta,
ballo la compagnia dei miei affetti.

DiDiEmmE - tratto da Da: I miei Pensieri

segnalata da DiDiEmmE martedì 19 dicembre 2006

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

I giorni che tu credi dissipati
nel chiasso e nella noia,
a tua insaputa ròdono il deserto
con furiose radici

trovano un filo d'acqua mentre dormi
o aspetti a lungo un treno che non viene,
e succhiano in silenzio, e ti preparano
i frutti del compenso.

Maria Luisa Spaziani

segnalata da Marco martedì 6 gennaio 2004


◄ indietro
1 2 3 4 5

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 18:11 21 112019 fbotz1