Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » cugine

Cerca cugine negli aforismi

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 7 aforismi.

Criteri di ricerca



 
categoriaaforismi












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

L'ozio è il padre dei miei cùgini

Maurizio Sangalli

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

Ogni uomo vede nei propri parenti, e specialmente nei cugini, una serie di grottesche caricature di se stesso.

Henry Louis Mencken

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore » bacio

l'amore

l'amore è stupendo è una cosa principale della vita!!! ma io ci sono passata e velo dico per esperienza... gli uomini sono più difficili di noi...dategli tempo e migliorate voi e loro!!! il ragazzo che piaceva a me piace anche a mia cugina ....gli ho dato tempo e ora mia cugina non lo vuole più ed io cerco di prendermelo!!! seguite il mio consiglio....
ciao un bacione da ludo ciao ciao...!!! ;) :)

ludovica vitali

segnalata da ludovica vitali martedì 25 maggio 2010

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » desiderio

x te

il piccolo desiderio della vita è quello di crescere e diventare grandi velocemente per provare tutte le emozioni che ci possano essere da provare. invece quando si è già grandi ci si ricorda di quei momenti in cui giocavamo con amici,cugini...in quelle giornate in cui ti divertivi da matti ; che da qualche tempo nn riesci più a trovare quelle stesse emozioni .cerca di i vecchi amici,crea un gruppo,parlane e prova a far ricordare agli amici facendo vedere le ultime foto rimaste solo cosi ritroverai le tue piccole grandi emozioni. bacione

pamela - tratto da mia fantasia

segnalata da pamela lunedì 9 giugno 2008

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amicizia

pensandoti

E se guardo questo cemento,
queste case,
che tu facevi con amore,
e ora senza te,
con una semplice scossa...
tutto cade;(crolla)
ti sei mai chiesto il perché?
E quando guardo tutto questo..
Mi chiedo amarezza questo dannato mondo.
Ti vorrei scrivere..
Una poesia pensata solo per te.

Tu eri e sei mio zio.
Queste case senza te,
come possono vivere a lungo?
Una famiglia quella che ora vedi dal basso;
ogni notte guardo in su..
e cerco un tuo segno.
Non so se te ne sei accorto..
Tu eri l’unico che si accorgeva dei miei cambiamenti;
Grazie.

Di avermi dato un cugino,
cosi .. cosi…
non so spiegarti come..
ma sicuramente come suo padre;
ricordabile nei suoi gesti.

Ti ricordo nelle tue piccole frasi..
Quando le sento,
e mi chiedo se sei ancora tu;
ma è solo tutto immaginato.
Folle malattia..
Che hai preso proprio lui,
il mio zio il padre di mio cugino e …
nel suo essere stupendo anche se in pericolo ..
hai avuto una forza fino alla fine.
Ti voglio bene Zio lo sarai per sempre.

sensible - tratto da dalla strottura di una casa

segnalata da Sensible giovedì 19 novembre 2009

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

Vorrei essere per te
un nonno che ti coccola
Un padre che ti protegga
Un fratello che ti ama
Un cugino che ti abbracci
Un amico che ti ascolti
Ed un amante che desidera solo te

Nunzio Moscato 86

segnalata da Nunzio venerdì 4 gennaio 2013

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » ricordo

solo per te anima volata via

Gli oggetti sono macchine del tempo!!!
Alzandosi dal letto, scende le scale e passando d’avanti ad una stanza, si affaccia, è vuota, vuota come mai lo era stata. In cucina c’è un fitto silenzio, la casa sembra essere cupa, triste, abbandonata, è una sensazione strana che non aveva mai provato.
Le scale ancora riguarda e inizia a salire, entra in quella stanza e si siede. Rimane lì immobile a pensare perché il tempo passa e perché debba lasciare aloni di tristezza.
Fiona così, vede alcuni oggetti in quella triste stanza e ripensa a sua Nonna, una persona che non potrà riabbracciare mai più. Poi si gira e vede un’ immaginetta.. Si ricorda quando la comprarono al santuario di Padre Pio. Fiona era piccola e ridendo e scherzando fra i suoi parenti vedeva gli occhi di sua nonna ricchi di gioia per avere attorno una famiglia che le voleva bene.
Allora cerca di non piangere ma non ci riesce, così prende in mano la cosa più comune che trova, ma anch’essa la riporta indietro nel tempo fino a quando la nonna ogni sera le chiedeva se l’orario era esatto.
“Basta” si dice, non riesce più a stare in quella stanza,dove ogni oggetto sembra una macchina del tempo , che le fa rivivere momenti che vorrebbe poter riprovare tuttora.
È tutto però impossibile. Non si può ritornare indietro, si può solo pensare e ricordare. Oh! Ha bisogno di una boccata d’aria, così si affaccia alla finestra e vede quel giardino illuminato dal sole, dove una volta lei e i suoi cugini giocavano e ridevano con la nonna. L’aria fresca che penetra nei polmoni di Fiona le fa pensare alla freschezza della nonna e alle sue dolci mani che la accarezzavano quando ne aveva bisogno.
Tutto le fa pensare a lei, la sedia dove lei si sedeva sempre, il posto a tavola, le scale del giardino,i mobili…proprio tutto. Qualsiasi cosa di lei le mancava, dai litigi ai semplici e dolci sorrisi ,la gioia che c’era in casa, il via vai di persone,rendevano la sua dimora una villa di gioia.
Ora la casa di Fiona è comunque piena di gioia, ma il vuoto che ha lasciato la nonna è incolmabile. La sua morte le ha fatto avere nostalgia di tutti i bei momenti, perché avrebbe voluto viverli ancora per molto.

io.......racconto auto biografico - tratto da il mio cuore

segnalata da lell@92 giovedì 27 settembre 2007


 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

78 ms 07:32 07 122019 fbotz1