Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » dimenticare

Cerca dimenticare nelle barzellette

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 88 barzellette. Pagina 3 di 5: dalla 41a posizione alla 60a.

Criteri di ricerca



 
categoriabarzellette












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un furbone..."ieri, stavo facendo una rapina alla banca e con un trapano stavo facendo un tunnel nell'orologeria...appena ho sentito la polizia sono scappato e mi sono nascosto...ma nonostante tutto mi hanno beccato...sapete perché? Ho dimenticato di staccare la prolunga del trapano!!"

stelline voti: 26; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » carabinieri

"Ne ho una buona da raccontarti!" dice un tale ad un suo amico carabiniere. "L'altra sera ti sei dimenticato di chiudere la finestra di camera tua, ed io ti ho visto fare l'amore con tua moglie!". "ah!ah!ah!" risponde il carabiniere ridendo a crepapelle "Io te ne racconto un'altra ancora meglio: l'altra sera non ero mica a casa!!".

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » animali

Allo zoo e' stato operato un elefante. Il chirurgo: "Non e' che abbiamo dimenticato qualche ferro come l'anno scorso?". L’assistente: "No i ferri ci sono tutti...oddio l'infermiera!".

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » uomini e donne

Un coppia ultrasettantenne è a cena a casa di amici. Per tutta la sera lui apostrofa lei con termini come: tesoro, amore mio, palombella mia, zuccherino, dolcezza, ecc. Ecc. L'amico ne resta impressionato poiche' le coppia è sposata da più di 50 anni, quindi, quando la donna si assenta un attimo fa all'amico: - Che meraviglia, oltre cinquant'anni di matrimonio e ancora flirtate come sposini in viaggio di nozze! - Beh, a dirti la verita', ho dimenticato il suo nome più di dieci anni fa.

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Medicinali un tale entra dal farmacista: -Scusi, ha dell'acido acetilsalicilico! -Intende dire dell'aspirina- gli chiede perplesso il farmacista. -Sì, ma me ne dimentico sempre il nome...

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » pierino

Pierino, per favore, oggi vengono i nonni ed ho dimenticato le paste. Prendi dieci diplomatici, che al nonno piacciono tanto. Pierino esce, va al bar e, al momento di ordinare le paste, si scorda di quel che deve comprare. - Vorrei... vorrei... dieci paste, ma non normali, quelle... quelle speciali... Ah! Mi dia dieci impiegati!

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

“ Asia Argento parliamo della sua carriera di attrice. Lei fra i giovani
è considerata un’icona. Non si saranno dimenticati una effe? “

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Tra amici. "Un tale mi ha scritto una lettera dicendo che mi spezzerà le gambe, se non la smettero' d'incontrarmi con sua moglie." - "Allora, penso che sia proprio il caso di non vederla piu'..!" - "Gia', fai presto tu a dirlo.!" - "Ti piace a tal punto..?" - "Non è questo..! E' che quel tale si è dimenticato di firmare la lettera.."

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » pierino

"Pierino, perche' salti come un matto dopo aver bevuto lo sciroppo per la tosse?". "Perche' mi sono dimenticato di agitarlo prima!".

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » animali

Una famiglia di tartarughine decide di partire per una scampagnata.
Hanno già fatto un bel pò di strada quando la madre si ricorda di aver dimenticato il pane da toast e chiede: "Chi torna indietro a prendere il pane?".
Nessuno all'inizio vuol tornare indietro, ma alla fine la tartarughina più giovane si offre, ma alla condizione che l'aspettino per mangiare.
Avuta questa assicurazione parte verso casa.
Passa un mese, ne passano due, tre e l'appetito si fa sempre più forte, finchè la tartaruga nonna dice: "Non riesco più ad aspettare; io inizierei a mangiare".
Ma la tartaruga mamma: "No, ho dato la nostra parola che avremmo aspettato e quindi aspetteremo".
Passano 6 mesi, passa un anno, ma non si vede nessuno. Passano 2 anni e allora la tartaruga madre decide: "Beh abbiamo aspettato abbastanza; cominciamo a mangiare".
Non fa a tempo a inghiottire il primo boccone che la tartarughina partita due anni prima salta fuori da dietro il cespuglio gridando: "Ecco, lo sapevo che non mi aspettavate!!"

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » animali

Un'uomo, passeggiava per la strada, ad un certo punto gli viene una colica, non c'è la fa piu', allora trova un posto dietro un albero, e al fianco di questo grande albero c'è un fosso abbastanza grande; di fronte c'è un palazzo dove esce un uomo cieco che c'ha tre cani, un si chiama ti vedo, un altro ti vedo ancora e l'altro non ti vedo piu'. Il padrone chiama il primo cane: ti vedo! E l'uomo dietro l'albero si sposta; chiama l'altro cane: ti vedo ancora! L'uomo si sposta ancora un po dimenticando che li c'è un fosso; il cieco chiama il terzo cane: non ti vedo piu'! E l'altro dice: e grazie, sono caduto nel fosso!!

stelline voti: 10; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione » preti e suore

Un prete va al mercato, vede un indumento strano e chiede alla mercante: "mi scusi a cosa servono queste?" le risponde: "sono un nuovo indumento da portare sotto i vestiti, si chiamano mutande." il prete incuriosito le prova e soddisfatto chiede di poterle comprare tutte. La mercante gli risponde che quello era L'ultimo paio pero' se voleva gli vendeva 30m di stoffa e insegava alla perpetua come farle. Il prete accetta e felice torna a casa, ma durante il percorso si ferma a fare pipi' e dimentica le mutande appese ad un albero.....entra in canonica e trova la perpetua e le dice tirandosi su la tunica: " hai visto il mio nuovo acquisto?" lei si copre gli occhi sconvolta. E il prete: " e non hai ancora visto nulla, fuori ne ho altri 30m...".

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » uomini e donne

Una coppia di sposini in viaggio di nozze cerca una cabina nel vagone letto... Finalmente la trovano e subito si chiudono dentro... Il signore che aveva lasciato da poco quella cabina torna indietro per recuperare l'ombrello dimenticato ma fuori della cabina trova il controllore che gli chiede di aspettare un po' visto che gli sposini erano appena entrati. Questi aspetta e dopo un po' sente delle voci... "Di chi è questa bocca, eh? Di chi e'?" "E' tua amore, solo tua..." "Di chi sono questi seni, eh? Di chi sono?" "Sono tuoi, amore, solo tuoi..." "Di chi è questo culetto, eh? Di chi e'?" " E' tuo amore, solo tuo..." " e di chi é..." Da fuori... "Scusate, quando arrivate all'ombrello...quello è mio."

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » uomini e donne

Andato via il marito la moglie fa venire l'amante a casa sua.dopo qualche minuto il marito torna e bussa alla porta dicendo-cara ho dimenticato le chiavi dell'auto-subito l'amante non sa dove nascondersi e va nel panico.alla fine si nasconde in veranda.la moglie fa entrare il marito che prende le chiavi dell'auto ma avendo dei dubbi comincia a curiosare in giro.cerca sotto il letto, nell'armadio e alla fine in veranda dove trova l'amante mezzo nudo.allora gli domanda-mi scusi ma lei chi e'?-e l'amante-ecco...io sono...l'amante..della signora...del piano di sopra!sì io sono l'amante della signora del piano di sopra!- -ah! Mia ha fatto prendere un colpo!ahahah cara sai chi è il signore?e' l'amante della signora del piano di sopra!ahahah!ehi cara ma noi abitiamo all'ultimo piano!-

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Ci sono due scheletri in una tomba. Uno fa: guarda guarda anno dimenticato una moto andiamo a fare un giro. Ma no dai non si può siamo scheletri se ci beccano?! Dai dai andiamo tanto ormai siamo morti va bene solo un giro pero' escono e vanno alla moto brums brums aspetta aspetta siamo senza casco ma dai cosa te ne frega tanto siamo morti va bene brums brums aspetta aspetta scende e va di corsa alla bara stacca la lapide e torna indietro con essa sotto il braccio e l'altro: ma cosa fai? Va bene senza casco ma senza documenti!!

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

C'é una signora che vuole comperare una nuova moquette, allora va al negozio, sceglie la moquette, e si mette d'accordo con gli operai sul giorno nel quale verranno a metterla. Il giorno stabilito, puntuali, i due operai bevono un caffé e si mettono all'opera dopo un'oretta i due hanno messo a posto la moquette. Mentre ammirano la loro opera vedono che in mezzo la moquette fa una gobba, un rigonfiamento. Allora un operaio dice: " ecco dove é finito il mio pacchetto di sigarette! Pestiamolo bene cosí diventa piatto!" detto fatto ecco che la moquette é di nuovo bella liscia. In quel momento arriva la signora con un pacchetto di sigarette in mano e dice: "uno di voi ha dimenticato le sue sigarette in cucina, qualcuno di noi ha visto il mio criceto??" stefy

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Sul treno Palermo-Milano.-"Senta mi scusi signor controllore, le posso chiedere un favore?"-"Prego, dica pure."-"Sto andando a Firenze.Mia moglie mi ha lasciato, ho perso il lavoro, percio' ho deciso di andare al vagone bar e di ubriacarmi fino a dimenticare.Pero' vorrei essere sicuro di scendere a Firenze, è molto importante.Mi può usare la cortesia di farmi scendere alla fermata giusta anche se non saro' in grado di capire niente?" Il controllore, commosso dal racconto del passeggero, accetta di collaborare.Arrivati a Milano, l'uomo è ancora sul treno.Malgrado sia ormai mezzo ubriaco comprende l'errore e va in cerca del controllore con il quale esprime tutta la sua rabbia.Un altro controllore assiste alla scena e poi, quando l'uomo si allontana continuando ad inveire, chiede al collega: "Hai mai visto uno così arrabbiato?" "Si, quell'altro ubriaco che ho costretto a scendere a Firenze!"

stelline voti: 25; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Barzellette » animali

Ci sono delle lumachine che vanno a fare un pic nic. Cammina, cammina dopo 50 anni arrivano, pero' si sono dimenticate il cavatappi a casa. Allora la più piccola dice: - Vado io a casa a prendere il cavatappi, pero' voi non dovete mangiare finché non arrivo! Ok? Le altre lumachine accettano e attendono di buon grado l'arrivo della lumaca. Passa il tempo... 70 anni... 120 anni... 245 anni... sta cavolo di lumaca non arriva. Allora le altre, affamatissime, stanno per buttarsi sul cibo. Salta fuori la lumachina da un sasso e dice: - e no, eh... se fate così non vado mica a casa a prendere il cavatappi!

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un commendatore seduto al circolo viene sollecitato a raccontare le sue ultime avventure di viaggio per un safari: "... il leone esce allo scoperto, lo prendo di mira accuratamente, proprio in mezzo agli occhi... e sparo! Cilecca. Un attimo di smarrimento e mi rendo conto che l'animale sta per saltare, ma, con sprezzo del pericolo e una freddezza che non mi sarei attribuito, invece di fuggire ricarico l'arma mentre il leone mi si avventa con le zampe tese e mi abbranca sulle spalle; un fetore orrendo esce dalla bocca...". Un fattorino arriva all'improvviso correndo: "Commendatore al telefono!". Con le scuse il Commenda si assenta per una lunga telefonata e quando torna si siede, completamente dimentico sulla poltrona. Gli amici lo guardano con aria di attesa e il Commenda chiede: "Dove eravamo?". "Una gamba di qui e una di la'...". Con aria confidenziale il Commenda allora conclude: "Che leccata ragazzi!".

stelline voti: 13; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » scuola

Il Direttore dell'Istituto di Anatomia Patologica dell'Università di XXX, recandosi come ogni mattina al lavoro, mentre sta parcheggiando l'auto, incontra un suo assistente che gli comunica tutto eccitato: "Ha saputo, signor Direttore, che è morto Gambardella?".
Il Direttore facendo finta di sapere chi è costui risponde "Si, si, certo...".
Entrato in Istituto il portiere si affretta a comunicargli anche lui la stessa notizia: "Ha saputo, signor Direttore, stanotte è morto Gambardella".
Il Direttore incomincia a chiedersi chi è mai costui, ma prosegue e nel corridoio incontra un altro dei suoi assistenti che gli comunica, tutto eccitato, la stessa notizia.
E cosí via per tutto il giorno altre 3-4 persone.
Incuriosito alla fine della giornata si reca nella camera dell'obitorio per esaminare il cadavere il cui unico particolare veramente fuori dal comune è un pene di dimensioni notevolmente ampie.
Decide di farne l'autopsia, ma nel frattempo si fa sera e arriva l'ora di andare a casa.
Cosí decide di portarsi a casa un pò di lavoro: recide il pene e lo avvolge in un giornale.
Arrivato a casa dimentica il pacchetto con l'organo sul tavolo d'ingresso dove la moglie poco dopo lo nota e incuriosita lo apre esclamando: "Mio Dio! E' morto Gambardella!".


1 2 3 4 5

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 20:29 20 092019 fbotz1