Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » fiorire

Cerca fiorire negli aforismi

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 188 aforismi. Pagina 10 di 10: dalla 181a posizione alla 188a.

Criteri di ricerca



 
categoriaaforismi












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

ESPLOSIONE D'AMORE

esplosione d'amore!
esce dalla terra umida,
dalle radici degli alberi..
come un fiume prorompente.
Il verde smeraldo dei boschi
fa brillare gli occhi,
la natura è di nuovo verde!
un verde d'amore,
come l'amore che la terra
nutre per il suo Creatore!
prati pieni di fiori!
ogni colore,
ogni tipo,
sgargianti sorridono,
tappeti profumati
sull'erba fresca!
Mio Dio! Mio Dio!
che enormi tesori
voi, avete dato a noi,
io mi specchio
nell'acqua
cristallina
e parlo alle farfalle.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta domenica 30 dicembre 2012

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

nel mondo

tante cose di questo mondo
non mi piacciono,
tutto quello che Dio ha creato

io amo tanto,
gli alberi, i fiori, gli animali,
le acque, le rocce,

la loro grazia interiore
è indescrivibile e inimitabile,
but cosa ha fatto l'essere umano?

nel mondo ci sono bambini che
ancora muiono di fame!
le guerre continuano,

violenze di ogni genere sulla terra,
i ricchi che non aiutano i poveri,
i governi che arricchiscono

alle spalle di poveri lavoratori,
e poi ci sono gli assassini organizzati,
mafie di ogni genere,

pedofili sanguinari e maledetti,
donne torturate in nome di stupide religioni,
e questo pianeta sfruttato fino all'estremo!

non ha nessen senso morire per una guerra...
ogni vita è preziosa, il nostro corpo
è il tempio dello Spirito di Dio!

daniela cesta

segnalata da daniela cesta domenica 17 marzo 2013

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

nel bosco al tramonto

magico il bosco
pallido il tramonto
mentre il caldo avvolge tutto
il verde tutto intorno ha il sapore
di erbe
aromatiche
e fiori,
lo scoiattolo lesto e furbo
sale e scende dagli alberi
mentre una miriade di insetti volanti
volteggiano come
impazziti,
i cinghiali scendono a valle
scavano buche sulla terra,
la lince degli appennini
osserva e silenziosa si allontana,
gli occhi del lupo
guardano il lontano orizzonte
profondo e tacito il tramonto,
lo spirito dell'essere
vibra nella sua anima
mentre il magico silenzio
abbraccia il momento
che piano se ne va..
facendo il sentiero
alle prime ombre della sera.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta giovedì 20 giugno 2013

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

notte di s.Giovanni Battista

La grande notte magica di giugno!
la notte magica di s.Giovanni Battista!
la notte delle rose e delle erbe velenose,
nel mio piccolo paese una tradizione che si perde
nella lontano notte dei tempi,
fatta di magico amore e vendette personali
protagoniste sono le donne
che in questo paese sono
particolarmente belle e con un carattere di ferro!
pittori e scultori venivano a cercare
i loro modelli nei tempi antichi.
in questa notte di S.Giovanni i ragazzi innamorati
mettono rose e fiori di campo, sul davanzale
delle finestre delle loro innamorate,
but anche croci di cicuta
l'erba velenosa,
per le ragazze che
non si amano piu!
oppure sono brutte
un segno di disprezzo che
nei tempi antichi era un onta,
un orribile vergogna
e che le madri presto, prima dell'alba
toglievano dalle finestre, prima che
qualcuno vedesse!
io non ho mai ricevuto croci di cicuta!
ho sempre ricevuto rose e rose...:)

daniela cesta

segnalata da daniela cesta domenica 23 giugno 2013

stelline voti: 77; popolarità: 24; 0 commenti

categoria: Aforismi » stati d`animo » felicità

Puoi bucarti davanti a dieci, cento, mille persone ma ricordati che morirai da solo.

Quando lei/lui t lascerà perchè avrà trovato 2 okki + belli dei tuoi, altre mani da stringere, un'altra bocca da baciare.. non odiarla/o, ma ricorda i momenti ke avete passato insieme e ringraziala... xkè lei/lui t ha dato un po' della sua vita.

Ama le persone ke lo meritano cm se domani fosse l'ultimo giorno.

L'amore nn esiste x renderci felici ma x farci capire quanto sia grande la capacità d sopportare il dolore.

L'amore vero nn è quello ke t asciuga le lacrime, ma è quello ke nn te le fa versare.

Avere 1 posto nel cuore degli altri significa nn essere solo.

Lo spekkio è il tuo migliore amiko, nn t riderà mai in faccia mentre stai piangendo.

Ama al mondo ciò ke nn puoi avere due volte: la vita.

Non amare ki t umilia, nn amare ki t sfugge ma ama ki x te si distrugge.

Nn tradire mai ki t regala 1 sorriso xkè magari ha la morte nel cuore ma ti dona ugualmente la vita.

Se dovessi scegliere tra la vita e la morte, xkè nn esiste vita senza d te, d sicuro sceglierei la morte prima ke m scelga lei.

Se dovessi scegliere tra il tuo amore e la mia vita, sceglierei il tuo amore xkè è la mia vita.

Non piangere su 1 amore finito, ma piangi su 1 amore dimenticato perchè allora si sarà veramente finito.

Non pentirti d qll ke hai fatto se qnd l'hai fatto eri felice.

Nn piangere se nn vedi il sole xkè le lacrime t impediscono d vedere le stelle.

La vita è cm 1 spekkio, t sorride se la guardi sorridendo.

Bimbo m kiedi cs'è l'amore? cresci e lo saprai. Bimbo m kiedi cs'è la felicità? rimani bimbo e lo saprai.

Vivi l'attimo presente x nn accorgerti in fin d vita d nn aver vissuto.

Non riempire la tua vita d attimi... riempi i tuoi attimi d vita.

Il guaio d noi esseri umani è ke x apprezzare la vita dobbiamo riskiare d xderla.

E' meglio morire in piedi ke vivere in ginokkio.

Nn è vero ke i giorni d pioggia sn brutti, sn belli invece, xkè sn gli unici giorni in cui si può piangere a testa alta.

Nn vivere cn la paura d morire ma muori cn la gioia d aver vissuto.

Nn piangere mai, a chi t odia fa piacere, chi nn t conosce ride, ki t ama soffre.

Sii sempre cm il mare ke infrangendosi contro gli scogli trova sempre la forza d riprovarci.

In qst mondo d guerra e violenza anke i fiori piangono.. e noi continuiamo a credere ke sia rugiada.

Finkè il colore della pelle d 1 uomo sarà + importante del colore dei suoi okki sarà sempre guerra.

NN c'è notte tanto grande da nn permettere al sole d risorgere il giorno dopo.

Sogna xkè nel sogno puoi trovare quello ke il giorno nn t può dare.

Se t dicono ke l'amore è 1 sogno, sogna pure ma nn stupirti se t svegli piangendo.

Vorrei essere quello ke ero quando sognavo d diventare quello ke sono.

Chi rinuncia ai sogni è destinato a morire.

Ognuno d noi ha 1 paio d'ali ma sl ki sogna impara a volare.

Jim Morrison

segnalata da Ely martedì 3 settembre 2002

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

“Il mio figlioletto inizia oggi la scuola: per lui, tutto sarà strano e nuovo per un po’
desidero che sia trattato con delicatezza.
È un’avventura che potrebbe portarlo ad attraversare continenti, un’avventura che, probabilmente, comprenderà guerre, tragedie e dolore. Vivere questa vita richiederà Fede, Amore e Coraggio.
Quindi, maestro caro, la prego di prenderlo per mano e di insegnargli le cose che dovrà conoscere.
Gli trasferisca l’insegnamento, ma con dolcezza, se può.
Gli insegni che, per ogni nemico c’è un amico.
Dovrà sapere che non tutti gli uomini sono giusti, che non tutti gli uomini sono sinceri.
Gli faccia però anche comprendere che, per ogni farabutto c’è un eroe,
che per ogni politico disonesto, c’è un capo pieno di dedizione.
Gli insegni, se può, che 10 centesimi guadagnati valgono molto di più di un dollaro trovato;
a scuola, o maestro, è di gran lunga più onorevole essere bocciato che barare.
Gli faccia imparare a perdere con eleganza e, quando vince, a godersi la vittoria.
Gli insegni a esser garbato con le persone garbate e duro con le persone dure.
Gli faccia apprendere anzitutto che i prepotenti sono i più facili da vincere.
Lo conduca lontano, se può, dall’invidia, e gli insegni il segreto della pacifica risata.
Gli insegni, se possibile, a ridere quando è triste, a comprendere che non c’è vergogna nel pianto,
e che può esserci grandezza nell’insuccesso e disperazione nel successo.
Gli insegni a farsi beffe dei cinici.
Gli insegni, se possibile, quanto i libri siano meravigliosi,
ma gli conceda anche il tempo di riflettere sull’eterno mistero degli uccelli nel cielo,
delle api nel sole e dei fiori su una verde collina.
Gli insegni ad aver fede nelle sue idee, anche se tutti gli dicono che sbaglia.
Cerchi di infondere in mio figlio la forza di non seguire la folla quando tutti gli altri lo fanno.
Lo guidi ad ascoltare tutti, ma anche a filtrare quello che ascolta con lo schermo della verità
e a prendere solo il buono che ne fuoriesce.
Gli insegni a vendere talenti e cervello al miglior offerente,
ma a non mettersi mai il cartellino del prezzo sul cuore e sull’anima.
Gli faccia avere il coraggio di essere impaziente e la pazienza di essere coraggioso.
Gli insegni sempre ad avere suprema fede nel genere umano e in Dio.
Si tratta di un compito impegnativo, maestro, ma veda che cosa può fare.
È un bimbetto così grazioso, ed è mio figlio.”

Abramo Lincoln

segnalata da marines sabato 5 novembre 2011

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

Un giorno te ne andrai

Un giorno te ne andrai…
non avrò più parole ne sorrisi
la tua anima di passaggio nel mio cuore
sarà la spada che lo farà sanguinare..
Ci saranno silenzi
ci sarà rabbia e odio
ci sarà la voglia di prendersi e amarsi ancora.
Un giorno te ne andrai
e sai già che non potrò fermarti
cercherai negli occhi una lacrima
che non vedrai…
cercherai la disperazione che nasconderò
vedrai solo l’uomo forte con un vuoto dentro.
Un giorno te ne andrai…
saremo lontani e odieremo il destino
cercherai negli occhi di chi non ami il mio ricordo
cercherai il mio profumo nel suo corpo…
Mi cercherai ancora ti cercherò per sempre….
cercherò nei silenzi la tua voce
nel cielo i tuoi occhi
nei fiori il tuo profumo
ascolterò la nostra canzone e verrò a trovarti nell’anima…
lì… nel profondo, dove vive il nostro dell’amore…
Un giorno te ne andrai…
e i nostri sguardi si allontaneranno come le nostre labbra
ci sarà solo la speranza che ci prenderà per mano
quella speranza che un giorno i nostri sguardi possano incontrarsi ancora
…magari per sbaglio.
E allora i nostri cuori impazziranno aumenteranno i loro battiti
ci faremo bastare solo un momento
che sia un secondo oppure un ora.
Un giorno te ne andrai lo so…
e sarà come se morissimo entrambi
e allora ti dirò che non ti amo, che non ti ho mai amato
ma tu non crederci amore
tu non credermi….

Davide Bianco

segnalata da davide mercoledì 31 luglio 2013

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » ricordo

ricordo, immagini, fantasia

Quando cominciai a capire
salivo le scale a quattro, zampe,
nella vecchia casa dei miei nonni,

tutto scricchiolava, e le pietre antiche erano fredde,
quando sono cresciuta, dall'alto scivolavo sulla lunga scalinata
partivo come un razzo per scivolare e le pietre erano diventate

lisce, levigate, lucide, ma nelle giornate di pioggia, non mi bastava piu
una intera casa per giocare, scendevo nelle cantine a guardare le botti
gli attrezzi di campagna, oggetti antichi, prosciutti appesi,

e un giorno cominciai a risalire le vecchie scale,
sempre piu su, fino all'ultima camera e capii che
la scala continuava a salire nel buio..

avevo tra le mani la mia piccola bambola
e una piccola porta scorticata, io vidi
diedi una leggera spinta e come per magia la porta si spalancò,

un bagliore giallo verde, arrivava da una piccola finestra,
una soffitta mai visitata, pensai, bauli vecchi di secoli
in un angolo, spalliere di un letto di ferro battuto,

una specchiera di, chissà, quale trisnonna
vecchie lettere con una calligrafia svolazzante ed elegante,
mi tolsi le scarpe e le poggiai sul davanzale della finestrella

gli ultimi raggi del sole scomparivano dietro la montagna
e la luna spuntava, sembrava cantare dolci armonie celestiali,
ascoltai il sussurro del vento, valutavo che chiamasse me,

sentii lo sgocciolare della rugiada sugli steli di erba, nel prato
e notai un sentiero verso il bosco, attraverso i vetri, lo reputavo cosi misterioso,
immaginai elfi, fate, gnomi, su quel viottolo erboso

immaginavo loro che danzavano sotto la luce della luna!
E il bosco che sorrideva e tutti gli animali che facevano festa,
lasciai la mia bambola e chiusi gli occhi mentre dentro le mie piccole narici

entravano aromi e profumi di fiori ed erbe aromatiche
farfalle che svolazzavano sopra la mia testa, e i folletti che
chiamavano il mio nome....

la mia immaginazione non aveva limite,
abbandonai la mia bambola alla soffitta....per sempre,
il bosco aspettava me, per ogni avventura nella natura.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta lunedì 9 novembre 2015


1 ... 8 9 10
avanti ►

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 10:11 11 122019 fbotz1