Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » libellula

Cerca libellula nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 7 poesie.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Segreti silenziosi

E tieni dentro parole
Atti che non hai mai detto sei
Sempre nascosta come una libellula
Silenziosa che vola alta nel cielo muto
Continua a sognare e quando ti sveglierai
Andrà tutto con passo
Silenzioso...

IO

segnalata da Francesca Pallastrelli mercoledì 14 maggio 2008

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Giaccio qua

Giaccio qua inerme
vedo scorrere la vita
vedo affondare il tuo ricordo
vedo la tua ombra tirar il mio cuore
vedo vedo vedo....quante domande
quante ricerche di verita'
quante volte vedo te nel riflesso del mio inconscio
l'alba di un giorno che verra'
quella foglia che cade fa trasparir un passato che vola simile ad una libellula che volteggia su di un lago oramai opaco del tuo colore
Giaccio qua
in attesa di un fato che verra'

Nico Gurr....

segnalata da niko domenica 18 settembre 2005

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

estate

il riverberante calore arriva dal cielo,
ondeggia sui prati, mari, fiumi, laghi,
respira con il vento, rinfresca la pelle accaldata

brucia l'estate cocente, radioso, lucido, squillante
prende il cuore in una morsa struggente e delicata,
il cuore non riesce a seguire la mente, in estate,

vibra come una libellula, confonde amore e piacere,
si perde nell'infuocato orizzonte, di un tramonto,
che tra breve, diventerà un ricordo.

daniela cesta

segnalata da DANIELA CESTA lunedì 6 luglio 2015

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

walzer

raccontavano le nostre bisnonne
quando ballavano il walzer, il sangue nel cuore pulsava,
volteggiando come farfalle colorate, effervescenti,

il cavaliere teneva la dama, con forza e dolcezza,
facendola roteare per tutta la sala da ballo!
sensazione travolgente che travolge il corpo,

e lo spirito vibra come una libellula,
guardando il cavaliere di un altro tempo
che mai più tornerà, sogno ormai lontano e irraggiungibile

musica gioiosa che allontana dispiaceri e tristezze,
attimi allegri e frizzanti che aleggiano nell'aria
un vortice di fieri movimenti di corpi che amano,

sembra che tutte le stelle dell'universo,
osservano noi illuminando, la nostra vorticosa danza,
mistero di note armoniose che rendono brioso e spumeggiante il cuore.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta venerdì 1 gennaio 2016

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

donna

c'è un vento che narra melodie senza tempo
scuote i rami del cuore
volteggia nell'aria come libellula impaurita,
c'è un profumo che danza nei segreti del cuore
scuote i sensi e inebria d'allegria,
c'è uno spicchio di sole che illumina la strada
uno spiraglio di vita
una vela spiegata
una vetta da raggiungere
un mistero da scoprire
c'è qualcosa di unico in te
donna...

Nico Gurr...

segnalata da Niko mercoledì 8 marzo 2006

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

VIBRAZIONI

è ora delle vibrazioni della mia anima
nel silenzio del cielo, nella mente e nel cuore,

con la pioggia che, ticchetta sui vetri,
mentre il cuore batte, dentro il mio petto,

sono uno spirito vivo,
in questo spazio-tempo,

pensiero risonante,
potenza misteriosa,

immaginazione e verità,
la mia fantasia...

ha il furore del mare.
sconfinato, dolce e crudele

il mare non invecchia
il suo orizzonte, non ha rughe

ha il segreto della vita
la sua schiuma splende

la mia anima cerca quiete
dopo avere volato, come una libellula.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta giovedì 1 maggio 2014

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

crepuscolo d'estate

il grano è giallo! Brilla nel caldo campo,
ed io bambina correvo, tra le spighe,
nel cielo tinto rosso, di un tempo lontano,

amavo le spighe di grano, parlavo con loro,
sotto il sole bollente, tra il canto dei contadini
che lasciavano il territorio al tramonto,

le rondini garrivano felici, nel cielo estivo,
due, innamorati si scambiavano effusioni,
sotto l'ombra di una maestosa quercia,

ed io correvo contro il vento, tra il profumo della terra,
perdendo le scarpe mentre i rovi, graffiavano le mie gambe,
il timo profumava, e io aspiravo il loro aroma,

sentivo la voce di mia nonna, che chiamava il mio nome,
ma io ero una libellula che volava nel vento,
in un crepuscolo lontano, caldo, gioioso, quieto

di, un tempo meraviglioso.

daniela cesta

segnalata da DANIELA CESTA venerdì 24 luglio 2015


 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

47 ms 12:25 22 092019 fbotz1