Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » malinconia

Cerca malinconia nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 127 poesie. Pagina 1 di 7: dalla 1a posizione alla 20a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi


















stelline voti: 73; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Chi sono?

Son forse un poeta?
No, certo.
Non scrive che una parola, ben strana,
la penna dell'anima mia:
"follia".
Son dunque un pittore?
Neanche.
Non ha che un colore la tavolozza dell'anima mia:
"malinconia".
Un musico, allora?
Nemmeno.
Non c'è che una nota
Nella tastiera dell'anima mia:
"nostalgia".
Son dunque...che cosa?
Io metto una lente
Davanti al mio cuore
per farlo vedere alla gente.
Chi sono?
Il saltimbanco dell'anima mia.

Aldo Palazzeschi

stelline voti: 22; popolarità: 3; 0 commenti

categoria: Poesie

Solo, fra i mesti miei pensieri, in riva


Solo, fra i mesti miei pensieri, in riva
al mar là dove il tosco fiume ha foce,
con Fido il mio destrier pian pian men giva;
e muggian l'onde irate in suon feroce.

Quell'ermo lido, e il gran fragor mi empiva
il cuor (cui fiamma inestinguibil cuoce)
d'alta malinconia; ma grata, e priva
di quel suo pianger, che pur tanto nuoce.

Dolce oblio di mie pene e di me stesso
nella pacata fantasia piovea;
e senza affanno sospirava io spesso:

quella, ch'io sempre bramo, anco parea
cavalcando venirne a me dappresso...
Nullo error mai felice al par mi fea.

Vittorio Alfieri

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Poesie mondane

Ci vediamo in proiezione, ed ecco
la città, in una sua povera ora nuda,
terrificante come ogni nudità.
Terra incendiata il cui incendio
spento stasera o da millenni,
è una cerchia infinita di ruderi rosa,
carboni e ossa biancheggianti, impalcature
dilavate dall'acqua e poi bruciate
da nuovo sole. La radiosa Appia
che formicola di migliaia di insetti
- gli uomini d'oggi - i neorealistici
ossessi delle Cronache in volgare.
Poi compare Testaccio, in quella luce
di miele proiettata sulla terra
dall'oltretomba. Forse è scoppiata,
la Bomba, fuori dalla mia coscienza.
Anzi, è così certamente. E la fine
del Mondo è già accaduta: una cosa
muta, calata nel controluce del crepuscolo.
Ombra, chi opera in questa èra.
Ah, sacro Novecento, regione dell'anima
in cui l'Apocalisse è un vecchio evento!
Il Pontormo con un operatore
meticoloso, ha disposto cantoni
di case giallastre, a tagliare
questa luce friabile e molle,
che dal cielo giallo si fa marrone
impolverato d'oro sul mondo cittadino...
e come piante senza radice, case e uomini,
creano solo muti monumenti di luce
e d'ombra, in movimento: perché
la loro morte è nel loro moto.
Vanno, come senza alcuna colonna sonora,
automobili e camion, sotto gli archi,
sull 'asfalto, contro il gasometro,
nell'ora, d'oro, di Hiroshima,
dopo vent'anni, sempre più dentro
in quella loro morte gesticolante: e io
ritardatario sulla morte, in anticipo
sulla vita vera, bevo l'incubo
della luce come un vino smagliante.
Nazione senza speranze! L'Apocalisse
esploso fuori dalle coscienze
nella malinconia dell'Italia dei Manieristi,
ha ucciso tutti: guardateli - ombre
grondanti d'oro nell'oro dell'agonia.

Pier Paolo Pasolini

stelline voti: 17; popolarità: 2; 0 commenti

categoria: Poesie

Via


Palazzeschi, eravamo tre,
Noi due e l'amica ironia,
A braccetto per quella via
Cosi nostra alle ventitre'.

Il nome, chi lo ricorda?
Dalle parti di San Gervasio;
Silvio Pellico o Metastasio;
C'era sull'angolo in blu.

Mi ricordo pero' del resto:
L'ombra d'oro sulle facciate,
Qualche raggio nelle vetrate;
Agiatezza e onorabilita'.

Tutto nuovo, le lastre azzurre
Del marciapiede annaffiato,
Le persiane verdi, il selciato,
I lampioni color caffe';

Giardinetti disinfettati,
Canarini ai secondi piani,
Droghieri, barbieri, ortolani,
Un signore che guardava in su;

Un altro seduto al balcone,
Calvo, che leggeva il giornale,
Tra i gerani del davanzale
Una bambinaia col be'be';

Un fiacchere fermo a una porta
Col fiaccheraio assopito,
Un can barbone fiorito
Di seta, che ci annuso';

Un sottotenente lucente,
Bello sulla bicicletta,
Monocolo e sigaretta,
Due preti, una vecchia, un lacche'.

- Che bella vita - dicesti -
Ammogliati, una decorazione,
Qui tra queste brave persone,
I modelli della citta'.

Che bella vita, fratello! -
E io sarei stato d'accordo;
Ma un organetto un po' sordo
Si mise a cantare: Ohi Mari...

E fummo quattro oramai
A braccetto per quella via.
Peccato! La malinconia
S'era invitata da se'.

Ardengo Soffici - tratto da Intermezzo

stelline voti: 24; popolarità: 7; 0 commenti

categoria: Poesie

ALLA MALINCONIA

Fuggendo da te mi sono dato ad amici e vino,
perché dei tuoi occhi oscuri avevo paura,
e nelle braccia dell’amore ed ascoltando il liuto
ti dimenticai, io tuo figlio infedele.

Tu però in silenzio mi seguivi,
ed eri nel vino che disperato bevevo,
ed eri nel calore delle mie notti d’amore,
ed eri anche nello scherno, che t’esprimevo.

Ora mi rinfreschi le mie membra sfinite
ed accolto hai nel tuo grembo il mio capo,
ora che dai miei viaggi son tornato:
tutto il mio vagare dunque era un cammino verso di te.

H. HESSE

segnalata da basilicom martedì 13 aprile 2004

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Malinconia

...lacrime di una tristezza infinita
segnano il mio viso sotto questa pioggia battente,
questo viso innamorato di quegli occhi che mi hanno tradita...
Ora il dolore, il tormento, l'angoscia, il rancore hanno il volto che avevo imparato ad amare.

Questa è la malinconia.
Una disperazione che sfocia in un oceano di desolata calma apparente...

...malinconia è guardarsi è vedere il vuoto tra noi.

Sabisse

segnalata da Sabisse martedì 2 novembre 2004

stelline voti: 38; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Alla malinconia

Fuggendo da te mi sono dato ad amici e vino,
perchè dei tuoi occhi oscuri avevo paura,
e nelle braccia dell'amore ed ascoltando il liuto
ti dimenticai, il tuo figlio infedele.
Tu però in silenzio mi seguivi,
ed eri nel vino che disperato bevevo,
ed eri nel calore delle mie notti d'amore,
ed eri anche nello scherno, che t'esprimevo.
Ora mi rinfreshi le mie membra sfinite
ed accolto hai nel tuo grembo il mio capo,
ora che dai miei viaggi son tornato:
tutto il mio vagare dunque era un cammino verso
di te.

H.Hesse

segnalata da fanny mercoledì 15 febbraio 2006

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

malinconia

Eccola,eccola che arriva,triste e solitaria.
Carica di ricordi e ricca di desideri....con le sue speranze,con i suoi dolori,col suo modo di essere...
Ha un vestito da sposa...dal magnifico aspetto.
Sul suo capo,è posata una corona.
Fatta di gigli,e incastonata di non-ti-scordar-di-me.
Era giovane e bella,ma ora il suo bel viso è reso logoro e vecchio,simile a un albero ormai stanco ed abbattuto, da un triste e lungo inverno.
I suoi occhi sono di un verde acceso,accesi come la speranza che la illumina.
Quella speranza che la fà vivere...
I suoi capelli invece,sono di un bianco candido come la neve...come la neve che cade.
Cammina sempre da sola... per luoghi deserti e rocciosi,ma che nella sua giovinezza ricorda verdeggianti e rigogliosi... come il più bello di tutti i giardini.
Qui viveva felice, assieme al suo sposo.
Ma col suo presente oramai in frantumi,lei ora piange, pensando al passato...che mai più ritornerà.
Soffre per il suo amore.
Si,per quell'amore, che è tutta la vita che cerca...quell'amore che non ha mai conosciuto,ma che ne sente tristemente la mancanza.
Lei,lo conosce bene...certo!
Perchè infatti, è proprio quell'amore che scorre nelle sue vene... che impetuoso passa attraverso i rivi del suo cuore.
Lei è figlia del tempo,ma il tempo, suo padre,gli ha portato via tutto ciò che aveva:felicità e vigore,salute e bellezza,orgoglio e prosperità, letizia e profumo.
Ma soprattutto gli ha rubato lui... il suo amato sposo!
-Dove sei amor mio,torna!
-oh me infelice.
-se solo potessi fermare l'attimo,quell'attimo che sempre sfugge,e che mi scivola di dosso...!
E'sempre questa è la sua preghiera,e il suo gridare!
-Vieni o eternità,poni fine al mio dolore,e fammi incontrare colui che amo,affinche la parola fine mai più vincerà.
-Unisci le nostre vite,sposaci!
-Si...laddove la vita è più forte della morte!
-Solo allora avrò pace,solo lì,potremo stare insieme.....per sempre(pausa)
Eccola,è già arrivata.
In un attimo mi siede affianco.
Non l'avete riconosciuta?
Il suo nome è Malinconia....
Malinconia... figlia del tempo.
Lei vuole essere compatita,ma non c'è nessuno che possa consolarla.
Quando la incontri vuol sempre abbracciarti....
Compatiscila pure se vuoi,abbracciala.
Ma se la bacierai,il suo bacio ti congelerà,ti trafiggerà il cuore,trasportandoti via.
Entrerai nella sua vita,nei suoi ricordi,nei suoi pensieri,vedrai le sue speranze,proverai il suo dolore!...lei ti farà volare nel passato,rendendo il presente non degno di essere vissuto.
Perchè ciò che ha perso, per lei ,ha più valore di ciò che ha.
Lei è malinconia,mia triste e fedele compagnia... la sola ed unica persona che resta al mio fianco,quando tu non ci sei!

Alessio

Alessio - tratto da Alessio

segnalata da Asso847 lunedì 16 maggio 2011

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Dolce malinconia

Dolce malinconia........così soave
sei la mia brezza alpina...
ma non mi accarezzi il viso;
sei il mio ruscello
di fresche acque limpide....
ma non mi disseti;
sei il fiore nel campo arato
che sta avvizzendo;
sei la stella nel cielo ambrato
che non brilla più;
sei il mio bisogno.... il mio struggimento....
la mia impotenza verso il dolore del mondo.
Dolce malinconia....così soave
quando ti sento arrivare......so già che
mi farai del male....ma solo per quel flebile lasso di tempo così indecifrabile......

Laura

segnalata da Laura giovedì 19 maggio 2011

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

malinconia

nell'autunno dorato..
tutto è quiete..
nel silenzio del bosco..
solo il mormorio del ruscello..
accarezza le bianche pietre..
mentre le foglie..
cadono in vibrante armonia..
tu anima mia..
malinconica e piangente..
guidi i passi silenziosi..
sospirando all'unisono..
con gli alberi.

daniela cesta

segnalata da Daniela cesta giovedì 10 novembre 2011

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

malinconia dautunno

libera il tuo spirito, nell'aroma del vento d'autunno,
ascolta il sussurro, dei tuoi pensieri,
nel passeggiare, tra campi e boschi,

penso a un tocco, di romanticismo, questo voglio,
Il sesso è solo un elemento nei rapporti tra l'uomo e donna
la poesia è un elemento essenziale, tra il rapporto di me e la natura,

dono una sguardo tenero, alle ultime farfalle svolazzanti,
mentre le prime foglie, cadono leggere, come lacrime malinconiche,
forte, appassionante, affascinante, irresistibile, trascinante, irruente,

il cielo terso e fresco, avvolge la mia tranquillità, nel giorno
che scivola via, come il mio sguardo, verso l'orizzonte,
che lentamente, si offusca, nelle prime ombre della sera.

daniela cesta

segnalata da DANIELA CESTA lunedì 5 ottobre 2015

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Caro calendario dei giorni a venire, misteriosi per natura e rivestiti di speranza da noi, dei giorni trascorsi dimenticati a metà e ricordati quasi per cancellare i sensi di colpa, dei giorni presenti di quella malinconia che non vuoi rimuovere ne’ capire, ma magari vuoi soltanto aggiungere buono al buono, per poi nascondersi nel peggio. Ma ti ho appeso, caro calendario, in ogni stanza non soltanto per la data di oggi, ma per tenere stretto quel tempo che passa alla cieca, nella speranza che non diventiamo ciechi anche noi.

Antonio

segnalata da Antonio Paladini domenica 22 maggio 2011

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

storia di una lacrima

UNA LACRIMA SCENDE A SFIORARE LA TRISTEZZA CHE AVVOLGE QUELLO SGUARDO SOPITO DA MILLE PENSIERI..RAGGIUNGE LA MALINCONIA CHE REGNA SUL PALPITANTE CUORE FERITO DALLE INGIUSTIZIE DELLA VITA...SI FERMERà SOLO QUANDO LA DELICATA ARMONIA SI IMPADRONIRà DELL'ANIMA E COSTRUIRà IMMENSE DISTESE DI LUCCICANTI SORRISI..L' LA LACRIMA FINIRà IL SUO VIAGGIO

adriana di santo

segnalata da ADRIANA giovedì 6 settembre 2012

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

... dolce notte... che con le tue tenebre avvolgi le mie malinconie.... fà che io possa vegliare su di lui... perchè per me è la vita.. e la vita... va difesa ad ogni costo..

me

segnalata da sweetchica domenica 23 ottobre 2005

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

non era destino

Non so se sia l'adolescenza,non so se sia una proiezione inconscia ...Non so se sia una follia mia. Non so se sia..l'indelebile malinconia o il peso dei ricordi che riaffiora...A dir la verita',non saprei dire cosa sia... l'amore maledetto che provo per lui... Lui che sarebbe tutto cio' che io vorrei accanto...Non so davvero cosa sia questo sentimento assurdo,so solo che non era destino stare insieme e dirti che ti amo...e che ti ho sempre amato.

valentine - tratto da my dreams

segnalata da valentine domenica 20 gennaio 2008

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

E mi ricordero' di te anche fra trent'anni..bellissimo esattamente come ora sei,con quegli occhi ridenti e con quel velo di malinconia,i capelli folti e lisci all'insu',con quel figurino magro, ma al contempo forte come un dio..e poi mi ricordero' il tono della tua voce,cosi sensuale e dolce,il tuo odore cosi vivo...che sa di estate.Poi riaffiorera' in me quel tuo modo di fare sicuro,ma mai spavaldo,quella tua camminata veloce ed infine ricordero' la tua mano che tocco' la mia spalla per rassicurarmi...ed il mio sangue scorrere piu' velocemente per rimanere senza parole.E quel giorno mi ricordero' ancora quanti danni fa l'amore di perdizione.

valentine

segnalata da valentine martedì 11 marzo 2008

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

....morire nelle profondità degli abissi del ricordo....smarrirsi in aridi deserti di tristezza e malinconia....permettere alle lacrime di abbandonare il caldo giaciglio del cuore nel sentire l'urlo straziante di una foglia che cerca di ribellarsi alla spietàta volontà del vento per amore del suo ramo.....una foglia che si abbandonerà fra le braccia della morte, trafitta dagl'innocenti raggi del sole...

Aquila Nel Vento

segnalata da Aquila Nel Vento domenica 22 settembre 2002

stelline voti: 5; popolarità: 2; 0 commenti

categoria: Poesie

come sabbia

quando penso a te,penso alla
tristezza,tristezza d nn poterti avere
mi viene in mente la malinconia,
malinconia d nn poterti vedere
mi viene in mente,però anke la
felicità,felicità nel pensare
ke un tempo eri quasi mio ma
ore è tutto svanito come
la sabbia trascinata dal vento!!!

segnalata da claudia lunedì 7 marzo 2005

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

c'è qualkosa d strano oggi nel sole...
l'aria umida d milano m mette tristezza e mi appesantisce cm 1 fiore bagnato dall'acqua...
il cielo grigignolo m incute paura e malinconia...
il sole e una palla giallo pallido ke si vede a stento.le tende della classe sn kiuse,le finestre spalankate... ma c 6 tu nei miei pensieri,c 6 tu ke illumini il mio cuore

io - tratto da me,oggi nell'ora d mate

segnalata da chiara sabato 9 ottobre 2004

stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Vorrei

Vorrei avere di nuovo il piacere di incontrarti, di lasciarmi abbandonare fra i tuoi schizzi d’ira, di chiamarti con vezzeggiativi vari e ridicoli soprannomi, di sfiorare le tue sensazioni e ridere delle tue malinconie.
Vorrei essere per un volta ancora il tuo sfogo, il luogo ove ogni tua malizia funestamente s’infrange, lo scudo che protegge ogni tua debolezza, la spada che ferisce ogni tuo schernitore.
Vorrei sentire ancora le tue essenze giovanili, assaporare i tuoi sgarbi senili, ingoiare ogni tuo nodo e scagliare via le mie riflessioni e i miei consigli.
Attorno a me non ci sei più, mi giro intorno e non sento la tua presenza, mi manchi dolce brezza marina.

kernel2 - tratto da www.scriviamo.com

segnalata da kernel2 domenica 16 luglio 2006


◄ indietro
1 2 3 4 5 6 7

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2017 copyright
Per contattarci o saperne di più su frasi.net vieni al CENTRO INFORMAZIONI

78 ms 03:08 25 022017 fbotz1