Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » mare mosso

Cerca mare mosso negli aforismi

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 9 aforismi.

Criteri di ricerca



 
categoriaaforismi












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 2; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Aforismi

quello di cui ho bisogno...4tu©

"Ho bisogno di qualcosa che sia tutto...luna, sole, neve e vento...mare mosso e mare calmo... di qualcosa che non mi lasci scampo e possegga ogni mio singolo secondo e ogni angolo della mia testa, della mia vita e di ogni giorno....di qualcosa che la notte mi lasci a terra stremato, incazzato, eccitato, impaurito....ma mai appagato, mai addomesticato e soprattutto, mai sconfitto!...ho sempre bisogno di qualche bel vizio....." 4tu© Libro: "30 anni e più di adolescenza selvaggia"

4tu © - tratto da 3o anni e più di adolescenza selvaggia

segnalata da 4tu domenica 13 gennaio 2013

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

ricordo

Vivo con l'ansia addosso, lo stomaco assomiglia più a un mare mosso per colpa del tuo ricordo che con il tempo ho rimosso

Saretta95

segnalata da Saretta sabato 15 ottobre 2011

stelline voti: 7; popolarità: 2; 0 commenti

categoria: Aforismi » ricordo

Il tuo ricordo e' come un mare agitato..Si muove nella mia mente e non smette di scontrarsi con essa.

valentine

segnalata da valentine martedì 4 marzo 2008

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

OVER 50

Dopo i 50 anni siamo tutti colollocati sulla stessa zattera; ma non gradiscono il mare in burrasca; ecco perchè i lamenti noiosi degli over 50 impauriti da tutto cio che si muove e si trasforma.

candida riva - tratto da candida riva

segnalata da candida riva venerdì 27 luglio 2018

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

sabbia

sono in una stanza, ma il mio pensiero è da un altra parte ........
sono su una spiaggia;sento la sabbia ancora calda sento il leggero venticello
che mi muove i capelli come se fosse il tuo respiro è una sensazione stupenda.
Sento le onde del mare come il sottofondo di queso sogno; il sogno di averti accanto.
Guardo in su faccio un sospiro vedo una stella che luccica più delle altre e è più vicino a me,immagino che quella stella sia te dentro di me(una stella nel cielo) sento la tua mano sulla mia spalla, il tuo respiro silla mia pelle. Sensazioni che vorrei......

sensible

segnalata da pam giovedì 3 luglio 2008

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

L’Abruzzo, l’Aquila e il Merluzzo
Si racconta che un Aquila reale sorvolasse le più alte vette del mondo, senza trovare mai luogo adatto al suo nidificare, ma in un giorno luminoso i suoi occhi acuti, furono incuriositi dalle ardite manovre di un Merluzzo che nuotava contro corrente in un mosso torrente.
L’Aquila era alquanto stanca del suo viandar senza trovar dimora, e decise che avrebbe planato a valle su quel prato per riposare il fiato, e per meglio osservare quel Merluzzo che nuotava controcorrente.
Non appena fu giunta a terra, l’Aquila si avvicinò al torrente e vide il Merluzzo affaticarsi inutilmente nel combattere la contraria corrente, e disse:
Merluzzo ma tu nuoti contro corrente, hai forse perso il contatto con la mente?
Il Merluzzo nell’ascoltar la voce, uscì per un attimo col capo dall’acqua e vide la nobile Aquila:
Signora dei cieli, io sono un Merluzzo e nuoto contro corrente perché voglio giungere in un luogo fatato, dove il creato il suo cuore ha depositato, solo lì riposerò il mio fiato, e lascierò quel che di più prezioso ho, le mie uova.
E tu mio caro Merluzzo faresti tanti sacrifici, solo per depositare le tue uova? Ascoltami segui la corrente così come fa tanta gente, e lasciati trascinare dalla forza del suo andare, deposita anche tu le uova nell’immensità del mare!
Il Merluzzo sorrise gentilmente alla signora dei cieli, e continuò a sfidare la forza della corrente contraria, ed accadde quello che erroneamente chiamiamo miracoli, ogni suo sforzo fu premiato dal suo continuo avanzare controcorrente.
L’Aquila decise che si sarebbe fermata ad osservare quello strano Merluzzo, e in breve tempo lo vide farsi sempre più vicino alla meta, e quando il Merluzzo ebbe risalito il torrente interamente, lo vide immergersi nelle chiare e cristalline acque di un laghetto di montagna.
L’Aquila era senza parole per l’emozione, quel posto dove era giunta nel seguire un Merluzzo, l’aveva catturata nell’anima, e come se avesse bevuto un filtro magico, se ne innamorò perdutamente.
Merluzzo ma che posto è questo?
Disse l’Aquila mentre i suoi occhi erano accesi da una luce intensa, che ne impreziosiva l’essenza.
Signora dei cieli, non saprei dirti so che gli uomini chiamano codesto luogo Abruzzo, ma tu lo sai io sono solo un Merluzzo.
E fu così che l’Aquila, nobile signora dei cieli trovò in quel luogo magico la sua dimora.

Cleonice Parisi

segnalata da marines lunedì 13 dicembre 2010

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

Sogno
Le sue labbra si muovono, ma non sento le parole,
sono perso nei suoi grandi occhi verdi.
Montagne maestose, valli ricoperte da immensi boschi verdi
accarezzati da una leggera brezza,
il blù di un mare sconfinato e all'orizzonte, un magnifico tramonto
di un rosso acceso che sfuma nell'azzurro intenso di un cielo
infinito.
Poi... poi apro gli occhi, e la realtà, come un'onda anomala, mi
travolge con tutta la sua violenza ferendomi fino nel profondo,
ed un dolore lancinante invade tutto il mio essere.
Come ho potuto pensare, di reprimere dentro mè tali sentimenti?
Come ho potuto essere così egoista da nasconderli e diventare
ciò che non sono?
Odio me stesso, per aver lasciato che tutto ciò accadesse!
Odio me stesso, per essermi lasciato andare di nuovo!
Una lacrima solca il mio viso, allora torno a chiudere gli occhi
ed il suo splendido sguardo è rivolto verso mè.
Le sue labbra si muovono, ma non sento le parole...
Dal profondo del mio cuore, dal profondo della mia anima un pensiero emerge, e le parole escono dolci dalle mie labbra...

dino di girolamo

segnalata da DINO. DI GIROLAMO domenica 8 maggio 2011

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

A arriva il momento in cui devi fermarti,
di fronte a te il crepuscolo,
in cui il sole cala lentamente all’orizzonte,
perdendosi tra le onde del mare,
lasciando spazio, dietro di te,
ad una notte illuminata da un tappeto di stelle,
lo sguardo si ferma, i tuoi occhi non si muovono più,
solo un pensiero irrequieto impazzisce nella tua mente,
“cosa devo fare?”….
Forse devi fare un passo avanti e rincorrere quel sole,
per non vedere mai la fine,
oppure devi aspettare che arrivi completamente il buio,
per capire quello che stai perdendo o hai già perso.
Stare fermi è una condizione che il corpo umano,per sua natura,
non è in grado di sostenere a lungo, perchè vivo,
e vivere vuol dire agire.
e cosi quando arriva quel momento in cui..
non voltarti indietro, e non cercare di rincorrere quello che hai perso,
non alzare lo sguardo troppo in alto e non abbassarlo ,
ma guarda avanti a te, e segui quel sentiero che la tua vita ha già tracciato.
E ci saranno tanti giorni e tante notti che vedrai,ma non saranno mai uguali,
perchè la tua stada è a senso unico,e non ti permette di tornare indietro.
quando arriva quel momento in cui….
non pensare…ma cammina.

Alberto pisano

segnalata da marines lunedì 13 dicembre 2010

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

Arriva il momento in cui….
A arriva il momento in cui devi fermarti,
di fronte a te il crepuscolo,
in cui il sole cala lentamente all’orizzonte,
perdendosi tra le onde del mare,
lasciando spazio, dietro di te,
ad una notte illuminata da un tappeto di stelle,
lo sguardo si ferma, i tuoi occhi non si muovono più,
solo un pensiero irrequieto impazzisce nella tua mente,
“cosa devo fare?”….
Forse devi fare un passo avanti e rincorrere quel sole,
per non vedere mai la fine,
oppure devi aspettare che arrivi completamente il buio,
per capire quello che stai perdendo o hai già perso.
Stare fermi è una condizione che il corpo umano,per sua natura,
non è in grado di sostenere a lungo, perchè vivo,
e vivere vuol dire agire.
e cosi quando arriva quel momento in cui..
non voltarti indietro, e non cercare di rincorrere quello che hai perso,
non alzare lo sguardo troppo in alto e non abbassarlo ,
ma guarda avanti a te, e segui quel sentiero che la tua vita ha già tracciato.
E ci saranno tanti giorni e tante notti che vedrai,ma non saranno mai uguali,
perchè la tua strada è a senso unico,e non ti permette di tornare indietro.
quando arriva quel momento in cui….
non pensare…ma cammina.

Alberto Pisano

segnalata da marines mercoledì 2 febbraio 2011


 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

66 ms 15:46 23 082019 fbotz1