Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » orizzonte

Cerca orizzonte negli aforismi

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 115 aforismi. Pagina 6 di 6: dalla 101a posizione alla 115a.

Criteri di ricerca



 
categoriaaforismi












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

Notte... di nuovo... penultima
Oggi il sentimento è rabbioso, provoca un lontano ma costante dolore fisico, non localizzato, ma riesco senza
particolare difficoltà a risalire alla causa.
Che strane che sono le notti senza sonno, obbligato a rimaner sveglio; hai tempo quasi infinito per pensare, e pensare... E sei tra i pensieri più caldi, più vivi, oggi più dolorosi perché non sei qui, sei relativamente lontana, arrotolata nel lenzuolo fresco... e corro veloce a te che riposi accanto a me, ai tuoi capelli, al tuo "pigiamino", al tuo viso da bambola quando struccato, alle risa sul letto morbido.
Lontana, oggi con lo stringer dei denti, sembra anni luce... Innamorato. Poche ore fa te l'ho detto e volevo spiegarti che poca è la differenza tra "mi sto innamorando" e "lo sono".
Oggi poco mi importa di sapere se sono sulla via o ci sto arrivando, se, con lo zaino in spalla, ti sto cercando, o ti ho già trovata.
Probabilmente non ti troverò mai, la via non la troverò o se l'ho imboccata sarà una via senza una fine.
L'unica cosa che oggi sono cosciente di sapere è che ci sono, da qualche parte, su una scalinata che sto salendo lentamente, non sapendo se però il gradino dopo è più alto, più basso o non c'è...
Che pensieri contorti... Sulla scala, dove ogni giorno posso dirti "sono innamorato", ed il giorno dopo ripetertelo perché è più di ieri, e domani chissà... "Mi sto innamorando", oggi lo sono già, domani forse
sarà di più, e sarà un reinnamorarsi di nuovo, perché l'amore non ha meta, un treno che non ha stazione...
E probabilmente il giorno o l'epoca in cui riuscirò a dire che più di così non potrò più amare, e non ti ripeterò che mi sono innamorato, sarà il giorno d'inizio autunno, dove la scala ha solo gradini in discesa, quando ti ritroverò ma non troverò nulla nel mio zaino da darti, quando vedrò la fine della strada e sarò costretto a tornare...
Oggi sono così... Con i pensieri che singhiozzano nella penna, con la logicità di un uomo che ha sonno,
o forse di un uomo innamorato che sa che domani è un altro giorno, saprà amare di più se come oggi, saprà
dar da bere a cuore e anima per un altro giorno...
Ti ridirò che mi sono innamorato ed il giorno lontano in cui saprò non ripetertelo sarà il soffio dolce su una
candela, con il sottile rivolo di fumo che si sparge nell'aria, voce ed eco della fiamma che prima urlava ed ora tace... Lontano come spero sia l'orizzonte del mare che guardiamo io e te seduti su una spiaggia bianca, abbracciati nel sole, quando non servirà parola, ma i nostri corpi dialogheranno senza voci, senza rumori, in un giorno senza fine, dove non esiste tramonto, dove non c'è stanchezza ed il respiro rimane sospeso nell'aria, tra lo spumeggiar delle onde del mare....e immobili come pietre scriviamo con i piedi sulla sabbia le parole

dino di girolamo

segnalata da DINO. DI GIROLAMO domenica 14 agosto 2011

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

DALLA MIA FINESTRA

alla mia finestra
scruto i monti in lontananza

la valle coperta di neve
i boschi umbratili

aspetto il richiamo del
piccolo uccello dalle piume rosse

osservo l'orizzonte e il suo sorriso
aspetto un piccolo segno

il saluto dell'inverno che
piano volta le sue spalle,

ma il freddo e il gelo sono padroni della terra
sussurra il vento di tramontana

nel cielo plumbeo e carico di neve,
ascolto il respiro del silenzio

che gelido dice:
quietati, l'inverno è qui,
ancora intorno a voi

daniela cesta

segnalata da daniela cesta mercoledì 13 febbraio 2013

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

riflessione di fine anno

ora che l'anno sta per andare via
penso a l'infinito cielo e la miseria di questa terra,
così di sconvolgente bellezza e la crudeltà dell'essere umano,
è raccapricciante per me pensare alle violenze di questo mondo,

bello osservare il respiro della natura
le foreste parlano attraverso il vento
nel frusciare delle foglie e il gorgogliare dell'acqua,
il melodioso rotolamento delle onde oceaniche,

nell'orizzonte infinito gli uccelli volano
liberi nell'armonia incandescente sotto i raggi del sole
melodioso e impressionante il volo degli uccelli
osservano e amano la terra dall'alto

gli uccelli hanno le ali come gli angeli e io li amo
ma l'essere umano uccide gli uccelli
così come i pesci del mare,
ogni creatura su questa terra è uccisa.

Ma con coraggio dobbiamo andare avanti
con gioia, forza, passione, amore,
con le lotte quotidiane che dobbiamo affrontare
fino alla fine dei nostri giorni.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta sabato 14 dicembre 2013

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

il cormorano

un cormorano sullo scoglio,
osserva il mare con ardore,
guarda un posto lontano
verso l'orizzonte che scintilla,
con barche a vela luminose,
rapide e leggere sull'acqua,
come eterei sogni, irragiungibili,
il cormorano solitario, pesca un piccolo pesce
poi torna sul suo amato scoglio
testardo e risoluto, come se, quel lembo di roccia
fosse la sua unica, vera casa.
Apre le sue ali per godere, della brezza del vento
controlla i bagnanti, che si avvicinano, a disturbare
la sua amata solitudine.
Un gabbiano rabbioso lo osserva
come per attaccarlo, ma poi rinuncia, e vola in alto.
ora tutti sanno che, lo scoglio appartiene a lui
e tutti si domandano, perchè lui ama così tanto
quello scoglio impervio, baciato dalle onde.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta venerdì 4 luglio 2014

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

in uno di quei giorni
che ti senti una furia!
potrei scavalcare le montagne
pendii scoscesi e irti,
passare sopra a rovi pieni di spini!
e non sentire nulla sulla mia pelle

guadare torrenti impetuosi
senza scivolare sulle roccie impervie!
attraversare la valle e le colline,
passando nei boschi dove il lupo la lince e l'orso,
sono i padroni del territorio
cominciare a salire la montagna,
e non essere stanca,

mentre la rabbia dentro ribolle
salgo senza riprendere fiato,
yesss io sono forte, piu forte!
arrivata in cima traggo un lungo respiro
il sole accarezza il mio volto sudato
e sorrido guardando il panorama,

il mio villaggio così piccolo e così lontano
sotto i miei piedi e poi foreste e foreste
cime di monti e colline,
villaggi piccoli in lontananza,
il mondo intero ai miei piedi

e l'orizzonte infuocato di sole in tutto
la sua spettacolare bellezza,
si adesso sto meglio
e quasi ho fame...
sorrido.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta giovedì 26 settembre 2013

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

nel bosco al tramonto

magico il bosco
pallido il tramonto
mentre il caldo avvolge tutto
il verde tutto intorno ha il sapore
di erbe
aromatiche
e fiori,
lo scoiattolo lesto e furbo
sale e scende dagli alberi
mentre una miriade di insetti volanti
volteggiano come
impazziti,
i cinghiali scendono a valle
scavano buche sulla terra,
la lince degli appennini
osserva e silenziosa si allontana,
gli occhi del lupo
guardano il lontano orizzonte
profondo e tacito il tramonto,
lo spirito dell'essere
vibra nella sua anima
mentre il magico silenzio
abbraccia il momento
che piano se ne va..
facendo il sentiero
alle prime ombre della sera.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta giovedì 20 giugno 2013

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

Il signore del nulla

In groppa al suo destriero alfine giunse
sulla cima dell'agognata collina.
Infinite praterie, foreste e città si paravano
ai suoi occhi, fin dove lo sguardo riusciva ad
abbracciare l'orizzonte...e oltre...
ancora oltre...sempre più in là...
fino a sfidare l'immaginario...fino ad estasiare
il suo ego...fino a saziare la sua sete di potere.
Il mondo era suo.
Povero illuso...tu possiedi il nulla...
il tuo mondo è solo un guscio vuoto,
perchè per quanto tu possa sottomettere la gente,
non potrai mai incatenare la loro anima...
la loro voglia di vivere...di amare...
di cibarsi delle meraviglie che la vita ci dona...
come guardare il sole scivolare fra gli alberi
al tramonto...guardare il cielo spruzzato di stelle
in una notte d'estate...il lento levarsi del fumo
da un comignolo...il placido scorrere di un fiume...
l'inebriarsi del profumo dei fiori...
sentire il contatto della pelle della persona che ami...
ricevere il sorriso da un bambino
che ti riempie l'anima...
No..tu non possiedi nulla...
solo il vuoto...come la tua anima...

vincenzo corsaro

segnalata da vincecorsa sabato 17 marzo 2012

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

la tua ombra la mia gioia

Il tuo respiro sulla pelle
mi fà sognare giorni felici.
Da quando non ci sei più
quei giorni non esistono.
Sento la tua voce
mi giro con ansia
ma vedo il vuoto.
Ho sete delle tue carezze.
Ho fame della tua presenza.
Penso a un domani senza te
e chiedo al tempo di fermarsi.
Un solo pensiero mi fà vivere
la speranza che tu mi ami ancora
se un giorno tornerai
bacerò il terreno che hai calpestato
griderò con tutta la mia forza verso il sole
e gli direi di dare colore al nostro amore.
Vorrei conoscere il sapore delle tue lacrime
e capire per chi le stai versando.
Io ti giuro
che per un minuto al giorno
guarderò l'orizzonte
sperando di rivedere
la tua ombra
la quale mi darà
un attimo di gioia.

segnalata da simona lunedì 8 giugno 2009

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

A arriva il momento in cui devi fermarti,
di fronte a te il crepuscolo,
in cui il sole cala lentamente all’orizzonte,
perdendosi tra le onde del mare,
lasciando spazio, dietro di te,
ad una notte illuminata da un tappeto di stelle,
lo sguardo si ferma, i tuoi occhi non si muovono più,
solo un pensiero irrequieto impazzisce nella tua mente,
“cosa devo fare?”….
Forse devi fare un passo avanti e rincorrere quel sole,
per non vedere mai la fine,
oppure devi aspettare che arrivi completamente il buio,
per capire quello che stai perdendo o hai già perso.
Stare fermi è una condizione che il corpo umano,per sua natura,
non è in grado di sostenere a lungo, perchè vivo,
e vivere vuol dire agire.
e cosi quando arriva quel momento in cui..
non voltarti indietro, e non cercare di rincorrere quello che hai perso,
non alzare lo sguardo troppo in alto e non abbassarlo ,
ma guarda avanti a te, e segui quel sentiero che la tua vita ha già tracciato.
E ci saranno tanti giorni e tante notti che vedrai,ma non saranno mai uguali,
perchè la tua stada è a senso unico,e non ti permette di tornare indietro.
quando arriva quel momento in cui….
non pensare…ma cammina.

Alberto pisano

segnalata da marines lunedì 13 dicembre 2010

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » vita

Arriva il momento in cui….
A arriva il momento in cui devi fermarti,
di fronte a te il crepuscolo,
in cui il sole cala lentamente all’orizzonte,
perdendosi tra le onde del mare,
lasciando spazio, dietro di te,
ad una notte illuminata da un tappeto di stelle,
lo sguardo si ferma, i tuoi occhi non si muovono più,
solo un pensiero irrequieto impazzisce nella tua mente,
“cosa devo fare?”….
Forse devi fare un passo avanti e rincorrere quel sole,
per non vedere mai la fine,
oppure devi aspettare che arrivi completamente il buio,
per capire quello che stai perdendo o hai già perso.
Stare fermi è una condizione che il corpo umano,per sua natura,
non è in grado di sostenere a lungo, perchè vivo,
e vivere vuol dire agire.
e cosi quando arriva quel momento in cui..
non voltarti indietro, e non cercare di rincorrere quello che hai perso,
non alzare lo sguardo troppo in alto e non abbassarlo ,
ma guarda avanti a te, e segui quel sentiero che la tua vita ha già tracciato.
E ci saranno tanti giorni e tante notti che vedrai,ma non saranno mai uguali,
perchè la tua strada è a senso unico,e non ti permette di tornare indietro.
quando arriva quel momento in cui….
non pensare…ma cammina.

Alberto Pisano

segnalata da marines mercoledì 2 febbraio 2011

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

semplicemente sei .. a te

a te che mi hai insegnato l'arte dell'avventura,
a te che sei la miglior cosa che mi sia mai successa,
come sempre semplicemente sei;

l'unica sostanza dei giorni miei..
e tu che sei una meraviglia,
la forza della natura si concentra in te;
tu che sei il sole mio.

sei un uragano dentro me,
che mi muovi come il vento;
mi cambi come un petalo..
ma tu che sei il mio amore;
e tu che mi ami..
sei un orizzonte che mi accoglie tutti i giorni,
anche quando mi allontano,
vieni sempre più vicino;
sei l'unico amore che io vorrei se ora non fossi con me,
tu che mi hai cambiata,
che hai cambiato la mia vita sempre in meglio;
l'hai resa magnifica,dolcissima bella da impazzire;
e tu che riesci a rendere la fatica un intenso piacere.

questo lo dedico a te
tu che sei la mia vita ..
Semplicemente sei..

sensible-sensibol - tratto da jovanotti penso a te Ale

segnalata da Sensibol lunedì 22 marzo 2010

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

MOTO

Corri amore,
ma non andartene via;
non ti voltare perché non ti lascerò li a penar per me.

Non te ne andare via..
Portami dove ti porta il mio cuore,
andremo dove ogni limite e confine,
in luoghi che mai e poi mai io ti abbia …
detto.. con questa mia voce.

al mondo non c’è nulla di più di in resistibile di te,
con te sono come non sono stata mai,
mi rendo conto che è semplice sbagliare strada,
ma per tornare da te..
basta seguire la luce.

Se me ne andassi via da qui..
E te con il tuo pensiero viaggiatore mi seguiresti..
Per mai fermarti..
Tu ora sei il mio mondo..
Quello su cui vivo.

Una strada,
una riga bianca,
il caldo nell’orizzonte;
la voglia di correre,
di superare ogni ostacolo,
raggiungere un obbiettivo;
ora il mio obbiettivo sei te.

Corri per non fermarti nella malinconia,
sorridi per ora,
amami adesso,
per non pentirti domani dell’ieri.

sensible-sensibol - tratto da DUCATI 696 MONSTER

segnalata da Sensibol mercoledì 31 marzo 2010

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amore

Se mi ami non piangere!
Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,
se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento
in questi orizzonti senza fine,
e in questa luce che tutto investe e penetra,
tu non piangeresti se mi ami.
Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,
dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli
al confronto. Mi è rimasto l’affetto per te:
una tenerezza che non ho mai conosciuto.
Sono felice di averti incontrato nel tempo,
anche se tutto era allora così fugace e limitato.
Ora l’amore che mi stringe profondamente a te,
è gioia pura e senza tramonto.
Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa del tuo arrivo tra noi,
tu pensami così!
Nelle tue battaglie,
nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,
pensa a questa meravigliosa casa,
dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,
nel trasporto più intenso alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità.
Non piangere più, se veramente mi ami!

Padre G. Perico

segnalata da marines mercoledì 10 novembre 2010

stelline voti: 59; popolarità: 2; 0 commenti

categoria: aforismi » stati d`animo

dedicata al mare

Mi hai visto
conoscere il mondo
come un padre
mi insegnasti a giocare,
venivo da te
per gridarti il mio dolore,
venivo da te
per raccontarti la mia gioia.
Quante corse sulla spiaggia
con te al mio fianco,
ci hanno separati
e ho creduto di morire,
mi sono immersa in te
e ho pensato di volare,
mi hai donato tramonti
e gli anni più belli,
all'improvviso mi strappasti la vita
volevi restare tu
l'unico amore
nel mio cuore
provai a cancellarti
ma da sempre
t'appartengo.
Non temere il mio odio,
vecchio saggio,
sia esso a dominarmi
o sia l'amore
sempre un forte sentimento
riempirà i miei occhi
guardando il tuo orizzonte,
indifferenza non sarà mai.

segnalata da fanny mercoledì 29 agosto 2007

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » comportamento

DOPO L'11 SETTEMBRE

Il paradosso del nostro tempo nella storia e' che abbiamo edifici
sempre piu' alti, ma moralità piu' basse, autostrade sempre
piu' larghe, ma orizzonti piu' ristretti.
Spendiamo di piu', ma abbiamo meno, comperiamo di piu',
ma godiamo meno.
Abbiamo case piu' grandi e famiglie piu' piccole, piu'
comodità, ma meno tempo.
Abbiamo piu' istruzione, ma meno buon senso, piu'
conoscenza, ma meno giudizio, piu' esperti, e ancor piu'
problemi, piu' medicine, ma meno benessere.
Beviamo troppo, fumiamo troppo, spendiamo senza ritegno,
ridiamo troppo poco, guidiamo troppo veloci, ci arrabbiamo
troppo, facciamo le ore piccole, ci alziamo stanchi, vediamo
troppa TV, e preghiamo di rado.
Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà,
ma ridotto i nostri valori.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.
Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere,
ma non come vivere.
Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni.
Siamo andati e tornati dalla Luna,
ma non riusciamo ad attraversare il pianerottolo
per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno,
ma non lo spazio interno.
Abbiamo creato cose piu' grandi, ma non migliori.
Abbiamo pulito l'aria, ma inquinato l'anima.
Abbiamo dominato l'atomo, ma non i pregiudizi.
Scriviamo di piu', ma impariamo meno.
Pianifichiamo di piu', ma realizziamo meno.
Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare.
Costruiamo compiuter piu' grandi per contenere piu'
informazioni, per produrre piu' copie che mai, ma
comunichiamo sempre meno.
Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta, grandi
uomini e piccoli caratteri, ricchi profitti e povere relazioni.
Questi sono i tempi di due redditi e piu' divorzi,
case piu' belle ma famiglie distrutte.
Questi sono i tempi dei viaggi veloci, dei pannolini usa e getta,
della moralità a perdere, delle relazioni di una notte,dei corpi
sovrappeso, e delle pillole che possono farti fare di tutto, dal
rallegrarti al calmarti, all'ucciderti.
E' un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina
e niente in magazzino.
Un tempo in cui la tecnologia puo' farti arrivare questa lettera, e
in cui puoi scegliere di condividere queste considerazioni con
altri, o di cancellarle.

GEORGE CARLIN - tratto da DOPO L'11 SETTEMBRE

segnalata da marines lunedì 10 settembre 2012


1 ... 4 5 6
avanti ►

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 20:57 20 092019 fbotz1