Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » paesaggio

Cerca paesaggio nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 31 poesie. Pagina 1 di 2: dalla 1a posizione alla 20a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi




















stelline voti: 20; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: poesie

Paesaggio

Paesaggio incantato
desolate praterie di boschi
silenziose sono quando
sole restano.
C'è la neve a far loro compania
silenziosa scende su i suoi rami
che sambrano attenderla.

Calzino Alessio

segnalata da alessio calzino martedì 13 dicembre 2011

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

paesaggio con fontana e alba e tramonto

"I M M A G I N A"
A volte ci si lascia influenzaret roppo da tutto
quello che ci circonda,quando basta poco per
essere sereni,tranquilli........immagina,mentre
osservi il soggetto,un'alba ,un tramonto,oppure
seduta,ai margini di un fiume....ascolta il rumore
dell'acqua che scorre nel suo alveo,costante ,
sempre diverso.
Lasciati trasportare i un qualcosa di tua immaginazione,socchiudi pure gli occhi e ....immagina ......immagina
1 8 2011 vtdmlppi ala

segnalata da ANTONIO mercoledì 27 marzo 2013

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Paesaggi mediterranei

Alzandomi e scorrendo la sua estate,
andammo in un mare di onde e venti,
illusi e decisi di esistere.
Ma senza fortuna o,
scogli alle balate o,
dune e boscaglia o,
pietre bianche o,
sapori alternanti o.
feste e le campane del mattino o,
palacio a mare e mostre filanti
di quadri fotografati o,
segni e spazi,
belvedere fra gli scogli
e la quiete di questo mattino
mediterraneo.

segnalata da vito rattoballi venerdì 26 aprile 2013

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

per me importante

le incomoprensioni sono così strane sarebbe meglio evitarle sempre per non riskiare di aver ragione che la ragione non sempre serve domani invece devo ripartire mi aspetta un altro viaggio e sembrerà come senza fine ma guarderò il paesaggio sono lontano e mi torni in mente ti immaggino parlare con la gente....e il mio pensiero vola verso te per raggiungere le immaggini scolpite ormaqi nella coscienza come indelebili emozioni che non posso più scordare e il mio pensiero ti verrà cercare tutte le volte che ti sentirò distante per dirti ancora che sei solo tu la cosa che per me è importante.....................................................Claudio Ib del liceo G.meli. ti voglio ancora bene

simy

segnalata da simona venerdì 15 novembre 2002

stelline voti: 52; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Mondo perfetto

Ho sognato il cielo, azzurro piu' che mai riflettersi nell'azzurro di un fiume,come una dolce melodia di suoni e risate di bimbi giocosi su un prato;un semplice suono invade l'udito,e' quello del vento che soffia la superfice del fiume;delle rondini sospese dal vento coprono i miei occhi da un raggio di sole muovendosi qua' e la' nell'azzurro. Semplice e morbido e' il paesaggio, come l'erba di un campo fiorito che concede il riposo del corpo.In questa immensa pianura di un mondo che non esiste, rincuoro l'animo sfuggendo dai pensieri, nella speranza di un mondo perfetto.

fanny

segnalata da fanny domenica 20 marzo 2005

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Dov’è la fine.

Il resto non è dietro, ma non ci pensi mai che è avanti, quello che non sapevi di avere e ciò che speri di seguire; il resto è il paesaggio che non vedi. E’ un mistero adesso, era la verità dopo. Oggi è così, dicesti, quando era sul serio, e dai per scontato la solita monotonia di vita; e facesti dei piccoli errori che ti hanno insegnato delle follie. La vita non può coincidere con se stessa, ma con la sua fine, tutto ciò che facciamo non è mai fine a se stesso, ma ogni cosa della nostra vita, ogni momento buono o brutto che sia, sembra racchiudersi in un solo cerchio, verso un solo scopo, per un solo giudizio. Se è vero ciò che è giusto, o tutto ciò che chiede la fine. E per un momento nulla di ciò, ma qualcosa di tutto, del resto.

Antonio

segnalata da Antonio Paladini domenica 6 febbraio 2011

stelline voti: 39; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Ritorno di primavera

l'autunno si ripresenta con brulli paesaggi e secche foglie, riposasti sull'amaca tra i due pini, m'accomiatai al calar del vento, in primavera tornai ed ancora lì
stavi, perdesti loquacità,perdesti vita.
le tue spoglie mortali non volli vedere, ma il cruccio mi rimase per non averti mai avuta.

Tiburzio il Madonita - tratto da l'amaca

segnalata da zizzino camelli martedì 21 dicembre 2010

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

incantesimo di un paesaggio al tramonto,
pallido era il bosco, con i faggi e le querce muti,
dal sentiero poco distante si svegliò il vento,
come un neonato che cercava il seno materno.

daniela cesta - tratto da dal romanzo FABULA FACTUS EST

segnalata da Daniela cesta domenica 20 novembre 2011

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

La poesia semplice di Silvia Del Galdo

LA POESIA SEMPLICE DI SILVIA DEL GALDO

La poesia di Silvia Del Galdo, che vive in provincia di Milano già da alcuni anni, è semplice e genuina, quasi una lirica naive proprio per i temi attuali descritti in maniera chiara ma incisiva.
Il dolore, l’amore, ma anche la compartecipazione all’evolversi del mondo morale e spirituale sono temi frequenti nelle sue liriche. Tra queste spicca la poesia “14 AGOSTO 1999” che riportiamo integralmente non far torto all’autrice ed anche al fruitore della composizione.

14 AGOSTO 1999

Il viso sofferente
E gli occhi ormai velati
Non brillan più d’amore
Ma si legge il dolore,
e mentre io ti guardo,
il cuore mi si stringe
e il viso mio tirato
di lagrime si tinge.

Ormai più non respiri
Al Padre sei tornata
E nello stesso istante
Il cuore è lacerato.

Silvia De Galdo

Da notare in questi versi la drammaticità del tema trattato, la rassegnazione cristiana e la compartecipazione dignitosa al dolore per la dipartita di una persona cara. Inoltre, noti bene il lettore, che Silvia Del Galdo scrive in maniera incisiva. Ogni suo verso è quasi un capitolo di un lungo diario. Un’altra composizione semplice e senza ricercatezza di astrusi vocaboli è “IL PAESAGGIO”.

IL PESAGGIO

Com’è bello il paesaggio
Dalla macchina l’osservo,
sembra quello del Presepe
con le capre e l’asinello
con le luci piccoline
come fossero stelline
e di notte è illuminato
come mai l’ho immaginato
con i boschi e con le siepi
con i campi coltivati
con le pinte di limoni
e il profumo di lamponi:

Silvia Del Galdo

La chiara ispirazione cristiana, la semplicità dell’esposizione, sebbene con un vocabolario non molto forbito e pregno di ricercatezza, spingono il critico a prendere in considerazione i versi di Silvia Del Galdo e proporli al lettore spesso sbandato in un clima di apatia o l contrario, di un novello barocchismo linguistico atto a meravigliare più per la forma che per il contenuto.

Catello Nastro

agropolicultura.blogspot.com

segnalata da Catello Nastro mercoledì 3 novembre 2010

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Autunno

E il paesaggio cambiò colore
quando l'autunno
con le sue foglie d'oro
coprì la terra
ancora calda dal sole.

Composta 9 ottobre 2015

Angela Randisi

segnalata da angela randisi domenica 10 aprile 2016

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

"D'inverno"

Un cristallino ricopre il mio paese;
un'atmosfera brulicante di pace,
racchiude un'efferta realtà.
L'albero sofferente trapela dolore,
piange l'estate;
il sole, basso all'orizzonte, illumina,
dà vita al paralizzato paesaggio,
illumina ciò a cui non arriva dar calore.
Vagabonda io raggiro, come una triste figura,
in quel quadro pieno di lacrime.

me(non siate cattivi, che mi vergogno)

segnalata da lavinia88 sabato 20 dicembre 2003

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Anime

Quando qualcosa in vita ti sfugge
quando sei triste, forse depresso
inesorabile lento distrugge
ogni speranza il tempo adesso.

Ma lasciano poi d’un tratto spazio
chiudendosi ad altre immagini
gli stanchi occhi del passato strazio
or teco mesto tra i cari argini.

Sì figure e maldestri personaggi
ricorrono pur se sfocatamente
da scenari d’oscuri paesaggi.

Sicché mischiate le carte in mente
d’un fresco giorno del sole i raggi
illuminan cuor di anime spente

Gabriele - tratto da Le mie poesie

segnalata da Gabriele martedì 28 dicembre 2004

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Magica creatura

Incominciando a volare su di te
vado alla ricerca della mia identità...
Sinuose forme crean paesaggi surreali
magica creatura.
Oltre l'orizzonte vedo te
un'ocean di bellezza si rispecchia nei tuoi occhi...
Navigando senza rotta
mi ritrovo tra i petali di una rosa...
Le tenebre incomincian ad alzarsi
lasciando spazio alla luce solare che risiede in te.
Magiche sensazioni si uniscon in tuttuno
come due anime che crean un'unica entità...
La luna ti riscalda
le fiamme ci risucchian...
il tutto mentre ci troviamo a sorvolare
mondi infiniti senza tempo ne spazio...

MaTrIxXx

segnalata da MaTrIxXx mercoledì 29 marzo 2006

stelline voti: 10; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: poesie

il tramonto

Il tramonto

Cammino lentamente nei miei passi,
E le immagini proiettate dai miei occhi,
Mi riportano ai ricordi più intensi,
Dove il luccichio sullo sfondo del mio cuore,
Mi trascina sempre più oltre,
E il culmine del mio fervore ti attende spensierato.
Nella mia stessa direzione segui la mia onda,
E quei raggi che ci accompagnano,
Sono la morsa del nostro sentimento,
Dove l’arancione del suo sfondo ti incanta,
Dove il tuo cuore unito al suo vola
Fino alla nuvola rosa del tuo amore.
E in quel paesaggio sublime ho dato vita alla mia parte
Più importante e significativa.
-------------------------------------------------------------------

Marco poeta siracusano - tratto da dai suoi brani poetici

segnalata da Marco sabato 27 dicembre 2008

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

S’i fossi pocho

S’i fossi pocho, me divertirei ‘n mondo;solcherei veloce come el vento campi erbosi sotto croscianti applausi e anche nelle peggiori sconfitte e nelle più buie notti conforto troverei nelle braccia di fascinose ammiratrici;ginnastica infusa a finto amore non ha mai recato danno alcuno;
S’i fossi vento, di tanto in tanto alzerei tempesta solo per soffiar via parrucchini da vispi vecchietti ed arroganti presidenti,riportando giustizia in su la terra e sulle teste di capelli e di materia grigia troppo spesso rimaste orfane;
S’i fosse acqua,sgorgherei fluente tra le mani di chi ne ha necessitate; a chi di tanta fortuna e sprechi fa vanto impressione di annegamento farei provare;umiltà non conosce l’omo finche non gli è posto insormontabile ostacolo davanti;
S’i fossi Iddio,speranza e cura agli ammalati darei e tormento ai credenti peccatori.. sollievo nell’ atroce dolore e incertezza per chi con le azioni crede di conquistare un posto meritevole nel più alto dei cieli;
S’i fossi papa,allor non sarei affatto iocundo;sacre vestigia mai nessun baldo iovane ha indossato e anche se di immenso splendore illuminato mi ritroverei fianco a fianco con sorella morte;
S’i fossi 'mperator, ben lo farei;a tutti i vigliacchi,traditor e politici taglierei lo capo tondo;tondo come lo mondo che stan lentamente rovinando con la lor indesiderata presenza;
S’i fossi morte,anderei misericordioso da Matuzalemme che poretto ha quasi l etade di ser Andreotti e merita di trovar un po’ di pace,almeno lui;
S’i fossi vita, darei nuovo splendore alla natura distrutta dall’omo e di fronte a cotanto spettacolo in ginocchio, nudo davanti ad un paesaggio lo lascerei a sospirare e vergognarsi;
S’i fossi caos regnerei sovrano,il fine giustifica mezzi e azioni e per equità e pari diritti per ognuno,non ci sarebbe altro modo che sedermi al potere
S’i fossi Marcello com'i' sono e fui,lascerei gloria e successo travolgermi per le oneste parole di cui vi fo dono e terrei le donne giovani e leggiadre,le zoppe e vecchie lasserei altrui;

Marcello Affuso

segnalata da FallenAngel sabato 25 aprile 2009

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

publicità

e arrivata
ed e scoppiata
la bomba sulla publicita
che va e torna senza pieta
e vecchia ma e sempre bella
se brutte notizie dara bella bella non lo sara
ho visto il mare la terra
il paesaggio bello
i sentimenti forse avra
la publicita
che da ieri non torna
dalla partita di atlantaa

segnalata da claudia giovedì 20 febbraio 2014

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

MIO PICCOLO MONDO

la solitudine è meravigliosa,
camminare e cantare, tra gli alberi, cielo e aria,

con i polmoni, gonfi, di ossigeno, e il cuore che pompa sangue,
vorrei restare così, per l'eternità, sotto il cielo nei prati,

lo spirito sorride e gli occhi, amano, il paesaggio,
nei colori autunnali, che sembrano magici,

nel sentiero del sali e scendi, tutti conoscono me,
alberi, cespugli, il falco, i passeri cinguettanti,

il lupo con gli occhi rossi, l'orso goloso di miele,
la famiglia del cinghiale, che attraversa il sentiero,

con tutti i suoi parenti, ignorando la mia persona,
gli angeli invisibili del tramonto. Leggeri, nel momento, celestiale,

e i personaggi della mia fantasia, fate, gnomi, folletti,
il mio piccolo mondo interiore, infantile e semplice.

che ha formato il mio carattere.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta sabato 22 novembre 2014

stelline voti: 3; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Viaggiatrice

Viaggiatrice

Voglio essere pellegrina
nelle isole cristalline dei tuoi oceani,
mendica nelle spoglie vie
dei tuoi paesi invalicabili,
asceta nelle sterminate tue valli della meditazione,
zingara nelle colonie carovaniere
delle tue feste nomadi,
beduina nelle sabbie instabili
dei tuoi algidi deserti,
marinaia nei naufragi delle tue traversate,
emigrante nelle infruttuose terre
dei tuoi paesaggi,
avventuriera negli inestricabili percorsi
delle tue giungle,
non voglio mai fermare
i miei instancabili e spossati passi
nel miraggio che mi conduce a te,
unica fonte di vita e ristoro
per me, indefessa viaggiatrice
nei tuoi sconfinati itinerari d’amore.

Elita Tonia Di Martino - tratto da Oltre

segnalata da Elita Tonia Di Martino giovedì 2 settembre 2004

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

AMORE
Mi piacerebbe volare
e riempire quello che non trova il mio cuore
con i paesaggi
con le nuvole
con l'aria
con il mare
con le montagne
con il sole
e non fermarmi mai e alla fine
morire rasserenerato dalla bellezza del mondo
senza mai aver conosciuto quella cosa
che ti fa soffrire
ti fa gioire
ti fa felice
ma quando soffri ti fa pensare
a quanto è crudele.

io

segnalata da stef86 lunedì 11 febbraio 2008

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Nebbia quando non ci sei

La nebbia avvolge nel suo fumo case,uomini e pensieri.
All' improvviso la luce che illuminava tutti gli esseri non c'è più.
Si dirada,si allontana ma,poco dopo ricopre tutto
il paesaggio con sinistri presagi.
Così sono le gioie d'amore:
fuggono e ritornano in un sol attimo!!
Il cuore è gonfio di felicità quando i miei occhi incontrano i tuoi,
le mani sfiorano la tua chioma bruna.
Il cuore soffre ed è gonfio di
dolore quando non ci sei!!
Vorrei,mio amore che il sole
riscaldasse sempre il tuo volto e illuminare i tuoi occhi!
Come la nebbia offusca la mente ed ottenebra i pensieri,
così le pene d'amore straziano il mio cuore.
Ma basta ascoltare la tua voce per diradare la nebbia,
per allontanare ogni sofferenza,placare la sete d'amore!!
Opera poetica "Nebbia quando non ci sei" di Simona Porcelli Published@copyright2014 Edizione Antologica -Verrà il mattino e avrà un tuo Verso Volume n.11- Casa Editrice Aletti -Roma- Reg.Trib.di Roma n.3/97 del gennaio 1997
Associato: USPI (Unione Stampa Periodica Italiana)

Simona Porcelli (Poetessa Abruzzese) - tratto da Verrà il mattino e avrà un tuo Verso 11° Ed.ALETTI

segnalata da Simona Porcelli (Poetessa Abruzzese) martedì 15 settembre 2015


◄ indietro
1 2

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più su frasi.net vieni al CENTRO INFORMAZIONI

47 ms 15:59 23 032019 fbotz1