Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » tristezza

Cerca tristezza nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Alcune directory frasi trovate:

Sono presenti 166 poesie. Pagina 1 di 9: dalla 1a posizione alla 20a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi


















stelline voti: 23; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

O poesia nel lucido verso


O poesia, nel lucido verso
Che l'ansietà di primavera esalta
Che la vittoria dell'estate assalta
Che speranze nell'occhio del cielo divampa
Che tripudi sul cuor della terra conflagra,
O poesia, nel livido verso
Che sguazza fanghiglia d'autunno
Che spezza ghiaccioli d'inverno
Che schizza veleno nell'occhio del cielo
Che strizza ferite sul cuor della terra,
O poesia nel verso inviolabile
Tu stringi le forme che dentro
Malvive svanivan nel labile
Gesto vigliacco, nell'aria
Senza respiro, nel varco
Indefinito e deserto
Del sogno disperso,
Nell'orgia senza piacere
Dell'ebbra fantasia;
E mentre ti levi a tacere
Sulla cagnara di chi legge e scrive
Sulla malizia di chi lucra e svaria
Sulla tristezza di chi soffre e accieca,
Tu sei cagnara e malizia e tristezza,
Ma sei la fanfara
Che ritma il cammino,
Ma sei la letizia
Che incuora il vicino,
Ma sei la certezza
Del grande destino,
O poesia di sterco e di fiori,
Terror della vita, presenza di Dio,
O morta e rinata
Cittadina del mondo catenata!

Clemente Rebora - tratto da Frammenti lirici

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Felicità raggiunta

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla
al piede, teso ghiaccio che s'incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t'ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
è dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto di un bambino
a cui fugge il pallone tra le case.

Eugenio Montale

stelline voti: 13; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Il Rinato

Non videro la stella d'oriente
i magi, non andava innanzi a loro
ella per scorta su le nevi ardente;

non improvviso udiron elli il coro
dei Messaggeri in Betleem di Giuda
prostrandosi; non mirra, incenso ed oro

offersero alla creatura ignuda
sopra la paglia della mangiatoia
calda di fiati nella notte cruda;
né, curvi in calca sotto la tettoia
radiosa, i pastori di Giudea
intonarono cantico di gioia.

S'ebbe natività nella trincea cava il Figliuol dell'uomo; e solo quivi,
messo in fasce da piaghe, si giacea.

Fasciato di tristezza era tra i vivi
e i morti, solo; e il ferro e il sangue e il loto
erano innanzi a lui doni votivi.

E non piangea, ma intento era ed immoto.
Laude gli era il rimbombo senza fine
per il silenzio delle nevi ignoto;

cantico gli era il croscio delle mine
occulto; gli era aròmato il fetore
ventato su dalle carneficine.

E sanguinava in fasce; ed il rossore
Si dilatava come immenso raggio,
sicché tutti i ghiacciai parvero aurore,

tutte le nevi parvero il messaggio
dei dì prossimi, l'ombra fu promessa
di luce, il buio fu di luce ostaggio.

Ed intendemmo la parola stessa
del suo profeta: "Un grido è stato udito
in Rama, un mugolio di leonessa,

un lamento, un rammarico infinito:
Rachele piange i suoi figliuoli che non sono più.
Una cosa novella, ecco, è creata.

Il Signore ha creata una virtù
nella carne. Quel ch'apre la matrice
Ei farà santo. Ei semina quaggiù

una semenza d'uomini". Ora dicembre una voce: "Io farò rigermogliare
in carne i tuoi germogli, o genitrice.

Ritieni gli occhi tuoi di lacrimare,
ritieni la tua gioia del lamento;
perché come la rena del tuo mare

t'accrescerò, come la rena al vento
ti spanderò. Eccoti i tuoi figliuoli
moltiplicati dal combattimento.

Senza sudarii tu, senza lenzuoli,
li seppellisci ed io li dissotterro.
Rifioriranno ai tuoi novelli soli,

alla nova stagione ch'io disserro".
E quivi il Figliuol d'uomo era, il Rinato;
e quivi erano il loto e il sangue e il ferro.

E con fasce da piaghe era fasciato;
e sanguinava senza croce, come
per il colpo di lancia nel costato.

Ma "Colui ch'è il più forte" era il suo nome.

Gabriele D'Annunzio

stelline voti: 91; popolarità: 2; 2 commenti

categoria: Poesie

Tristezza

Speri che l´alba ti svegli con dolcezza, che il tramonto abbi portato via quei brutti ricordi e momenti.

Giá speri......ma poi ti rendi conto che non é cambiato nulla,le delusioni aumentano sempre di piú,
allora pensi di immpazzire.
Ricordi il tempo passato il quale ti hanno rubato...con dirti devi crescere non sei piú una bambina!!! e con le lacrime agli occhi ti chiedi ma quando lo sono stata????
Ti mancano delle carezze di una madre e di un padre i quali ti ritengono cresciuta......i quali ti ritengono forte.....i quali non riescono a capire che é propio questo che ti é sempre mancato!!!!

Questa é la tristezza che oggi regna nel mio cuore.

Viola

segnalata da Viola sabato 10 aprile 2004

stelline voti: 95; popolarità: 2; 0 commenti

categoria: Poesie

Tristezza

Tristezza

Freddo è il mio cuore
Alla continua ricerca di calore
Ma cosa cerca se non crede realmente all’amore?
Illusione e delusione
Come un’altalena la sensazione
E poi la malinconia
Per una vita che non sento più mia
Un finto sorriso è presente spesso sul mio viso
Per nascondere i sentimenti
Per non mostrare i miei tormenti
Triste è il mio cuore
Che vive senza amore.

Marianna - tratto da I miei pensieri

segnalata da Marianna domenica 4 settembre 2005

stelline voti: 67; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: poesie

Tristezza (Tirati sù piccola)

Lo scarto buttato in un angolo,
giace, infermo,
e piange.
Dagli occhi colano
grandi lacrime
di tristezza, delusione,
sconforto, dolore
ed anche un pò d'odio intestino.
Il cuore, così,
ritorna puro,
ma solo fino al prossimo pianto.

segnalata da megaTNP venerdì 7 marzo 2008

stelline voti: 42; popolarità: 2; 1 commenti

categoria: Poesie

Tristezza

Se la felicità fosse una spiaggia,
io sarei le onde del mare:
ogni volta che credono di averla raggiunta,
vengono di nuovo trascinate nell'oceano dalla risacca

Ramylie Douglas

segnalata da Ramylie Douglas venerdì 30 maggio 2008

stelline voti: 33; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

tristezza

tristezza è svegliarsi la mattina e rendersi contoche tutto è rimasto uguale... sperare che qualcosa ti stravolga l'esistenza ma è subito sera e sei più sola di ieri!!

erika leone

segnalata da erika leone mercoledì 22 ottobre 2008

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

la felicità nella tristezza

Le lacrima scendono
il dolore sale
il cuore rintona
non sai cosa fare
pensi a lei...
Chi hai amato
chi ami
chi amerai
O si...
la soluzione arriva...
tutte e tutti loro sono
e saranno
la mia vita.

GUALA FABIANO

segnalata da GUALA FABIANO venerdì 30 ottobre 2009

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Tristezza

Intere giornate trascorse
lontani una dall'altro…

Affogo i miei pensieri nel mare
dei dolcissimi ricordi che ho di te.

Poi mi perdo nel guardare
la tua foto nel mio cellulare.

Sai, mi capita a volte
di sentire un gran freddo al cuore...

Sai, mi capita a volte
di avere un gran bisogno di te...

Vallant Langosco

segnalata da Vallant giovedì 14 gennaio 2010

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

la tristezza

Ripensando a quei giorni di felicità,
a quando non avevamo problemi,
e tornando alla realtà,
mi chiedo a cosa sono serviti,
se ora senza una ragione precisa,
ci sentiamo tristi,
e dopo tutte queste emozioni la morte ci porta via …

segnalata da aleksa lunedì 22 novembre 2010

stelline voti: 19; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

TRISTEZZA MIA

Ogni goccia che bagna

è una mia lacrima..

Cerco tracce dei miei giorni

mentre si allertano

i respiri ed il pensiero

per lenire i ricordi...

I miei occhi,

sono limpidi come l’acqua,

e le speranze accumulate

si dissolvono in pensieri oscuri

petali di margherite

appaiono nell' anima

come larghe ferite

Ogni goccia che si fa strada

riga il mio viso

cancellando il sorriso..

Dolore

che di notte alzi il capo

e guardi il mare

la tua calma assoluta

non posso scordare.

Cerco le ore

che richiami il sole

nel deserto dell'animo

che lentamente muore..

Con mani tremanti

colgo il vuoto oscuro

perché non sia silenzio

il mio l'ultimo muro...

GIULIA GABBIA

segnalata da GIULIA GABBIA lunedì 20 dicembre 2010

stelline voti: 67; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Tristezza

Può la vita tradursi in fede, può l'amore degli uomini pervadere l'animo della gente, dal silenzio astioso delle ombre si eleva un grido sordo e angusto, il corpo riverso su freddo pavimento. La tristezza non è mai doma. La luna fa capolino tra le nuvole come testimone ignara delle sofferenze umane, la guarda l'uomo dai suoi immensi e grandi occhi , riflessi di tutta la tristezza della sua effimera esistenza. Fredda è la notte l’anima è attonita, è il silenzio della vita.

Marcello Civale - tratto da mie..

segnalata da Peppe Augusto venerdì 31 dicembre 2010

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

tristezza

luna circondata
da densi vapori,
sorridi a montagne
spoglie di fiori,
raggio di pallida luna,
corri veloce nella
brezza notturna,
le gioie del mondo,
sono solo fallaci,
tormenti oscuri per l'anima,
piccolo raggio,
velato d'amore,
ridesti l'amore,
disperso tra le stelle.

daniela cesta

segnalata da dany9999 martedì 21 febbraio 2012

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

tristezza

cos'è la tristezza?
la sofferenza spirituale,
il cuore che piange,
l'anima in solitudine,
il silenzio opprimente,
sorriso mozzato,
occhi velati,
tutto questo è dentro nel profondo,
il nostro urlo silenzioso
che vaga nell'intero universo
che scorre nelle nostre vene
e prende noi,
dolorosa sensazione che avvolge
il nostro povero corpo
armatura di carne e sangue
della nostra anima.

daniela cesta

segnalata da Daniela cesta domenica 4 novembre 2012

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

la tristezza

buona sera a tutti, "la tristezza è un cammino che nessun cammino armonizza al quale non dare un nome, per cui contemporaneamente felicità e triste fanno parte integrante del mondo in cui viviamo". umilmente saluti. Gennaro caputo.

segnalata da caputo gennaro giovedì 6 ottobre 2016

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Una tristezza infinita mi assale quando il pensiero di te torna nitido nella mia mente
un altro giorno è passato........ quel giorno è passato, ma in me è sempre presente il tuo ricordo, che sale e mi avvinghia come edera. In quell'abbraccio, par di scorgere dentro me, la tua anima, il tuo cuore che batte.. all'unisono con il mio...cara felicità,dove sei felicità, ti cerco felicità perchè sei da me lontana. Ti cerco ti accarezzo..e non ti trovo, rimango in silenzio con tuo ricordo e la mia tristezza infinita.... Tristezza!...ci sei al mattino, ti ritrovo la sera, mi accompagni in ogni passo della mia giornata come una buona e silente amica, ed insieme a te vago in questo triste cammino di solitudine e nostalgia....con la speranza che l'arrivo di un nuovo giorno, ti porti..finalmente..via. Mi trascino senza meta inseguendo i miei pensieri, ed il tempo sembra accanirsi sulla mia tristezza che mi schiaccia e mi opprime, talmente tanto che.. la forza del mio cuore, colmo d'amore, rimane invischiato e prigioniero tuo.....tristezza infinita.....

roberto c.

segnalata da Roberto Ciminera lunedì 26 gennaio 2015

stelline voti: 22; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

...ARRIVATA A QUESTO PUNTO POSSO SOLO ASCOLTARE LA TRISTEZZA DI UN CUORE CHE NON PUO' PARLARE E... SPERARE CHE NESSUNO LO SENTA PIANGERE...

MICHI - tratto da ME

segnalata da michela giovedì 6 maggio 2004

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

amore perduto

mi sono svegliata e mi sono ritrovata qui tra una tempesta di baci ed un uragano di carezze credevo di stare in paradiso ma mi sono accorta che stavo solo tra le tue braccia morbide e muscolose,poi o guardato i tuoi occhi e mi sono accorta che sulla tua guancia ti scendeva una lacrima,tu mi hai guardata e tene sei andato per sempre da me lasciandomi sola in una tempesta di tristezza ,in un arcobaleno ormai spento senza colori ma solo di un nero oscuro il mio cuore si è oscurato non c'era più ombra di luce perchè la mia luce eri tu,tu solo e unico il mio amore perduto da all'ora mi hai spezato le ali dell'amore e non ho potuto più volare mi hai incatenata a questa vita oscura senza colori senza felicità ma solo tristezza e per questo o deciso di smettere di amarti
e da all'ora tutto è tornato come prima pieno di luce e colori mi è bastato dimenticarti per poter tornare a ricostruire le mie ali e volare per un nuovo orizzonte .

luisa napolitano

segnalata da luisa lunedì 23 marzo 2009

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Vorrei

Vorrei essere un gabbiano per volare nel tuo cuore, vorrei o mia principessa che mi porti in volo con il tuo cavallo alato, vorrei poter vincere la mia tristezza con il sapore dolce dei tuoi baci, vorrei poterti regalare un fiume di arcobaleni, vorrei portarti sulla luna a cenare a lume di stella , vorrei poter essere un pennello per dare colore a i tuoi giorni bui,vorrei vorrei poter fare sempre tutto per te.

io - tratto da dal mio notes

segnalata da stralunato martedì 15 giugno 2010


◄ indietro
1 2 3 4 5 ... 9

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2017 copyright
Per contattarci o saperne di più su frasi.net vieni al CENTRO INFORMAZIONI

78 ms 03:47 27 062017 fbotz1