Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » segnalatori » sara

Tutte le frasi segnalate da SARA

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z


voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Il figlio della luna

Riemergo dal silenzio
dei giorni a venire
come Atlantide dagli abissi
con quelle verità
che vi possono guarire.
Idolatro il sentiero
che mi scelse da bambino,
le sue ferite ancora aperte
l'inchiostro sulla pelle,
l'amaro in gola
per infettarmi il sangue
con la rabbia della parola.
Il passo è lento ma
non conosce riposo.
Si muove nel vento
feroce, vigoroso.
Lascia impronte profonde
sul mare in tempesta
sono isole feconde
che coltivo nella testa.
Mille volte sono crollato
scosso da una lacrima,
mille volte mi sono rialzato
con indosso quella lacrima,
ogni giorno più forte e disperato di ieri
un misantropo Pierrot che resta ancora in piedi.
E oggi che l'età si compie
oltre il corso della vita mia
non c'è ragione
che io cambi idea
sulla malinconia.
Nessuna obbedienza, nessuna pietà
per chi non dimora la poesia,
nessuna alleanza, nessun aldilà
per chi vuole vietare la fantasia.
Io sono il perdono
che non merita questa realtà
sono la grazia
che non è concessa
a sua maestà.
Sono la tua preghiera
sono la mia bandiera,
sono uno che non ha paura
sono solo un poeta,
il figlio della luna.

Michele Gentile

segnalata da Sara mercoledì 25 marzo 2020

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

i grandi orizzonti sono la patria dei grandi sogni

Michele Gentile

segnalata da Sara domenica 22 marzo 2020

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Altrove

Non sta a me stabilire
i baratri della solitudine.
Non sta a me sancire
gli abissi del silenzio.
Io posso solo
cercarmi altrove,
io posso solo
non arrendermi
mai.

Michele Gentile

segnalata da Sara domenica 15 marzo 2020

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Distici Crepuscolari

Ne distinguo appena i contorni

albeggianti di stupore.

Strappo l’inferno del cielo

in mille, dannate

scintillanti verità

mentre il silenzio

sottintende la follia.

La speranza è un rancido pasto!

Coraggio uomini,

issate le vele

nutritevi di quegli orizzonti

che dilaniano il giorno;

ci è dovuta la salvezza

ci è permesso morire

solo se impareremo

a non farci trovare.

Michele Gentile

segnalata da Sara martedì 3 marzo 2020

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

Se vuoi sapere a cosa pensano i poeti devi chiedere alle nuvole

Michele Gentile

segnalata da Sara venerdì 21 febbraio 2020

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

A mio fratello

A mio fratello che torna
A mio fratello che sogna,
A mio fratello che parla la pace
A mio fratello che non si piega.
Alle mani che si aprono
Agli occhi che non si chiudono
Alle labbra che germogliano pronunciando la verità,
ai giusti che non si nascondono.
Alle madri che pregano
Ai sentieri della libertà
Alle poesie da scrivere e al vento che le porterà lontano.
A mio fratello che sanguina
Alla primavera
A mio fratello che non ha paura
Alle parole che salvano
A mio fratello che muore
e mi corre accanto.

a Miguel Benancio Sanchez

Michele Gentile

segnalata da Sara mercoledì 8 gennaio 2020

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Terraferma

Sulla schiena dell’acqua
scivola l'ultima riga
di questo silenzio.
Le vele dell'inverno
scalciano il cielo fumoso
mentre dalla terraferma
giungono echi di eternità.
Sotto la pioggia
un bambino
gioca a fare la guerra.

Michele Gentile

segnalata da Sara venerdì 20 dicembre 2019

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

E' poesia quando l'attimo implora l' Infinito di fargli compagnia in un sospiro

Michele Gentile

segnalata da Sara mercoledì 11 dicembre 2019

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

La vigna dei cojoni

"Era tanto che ste parole me giravano n’ testa
Era tanto che volevo scrive na protesta.
Nun lo so quello che resta de ste cantilene
Magara ce serviranno tra de noi
a volesse n’ po’ più bene"

Bianchi, rossi o neri nun fa davvero nisuna differenza
paremo tanti grappoli d’uva appesi all’indecenza,
in attesa dell’iva che aumenta o der Contadino che ce levi puro la speranza.
C’ho messo un po’ de tempo a capì sta cosa
che l’indignazione con l’azione nun se sposa,
che litigamo e s’ammazzamo e ce bestemmiamo pè na palla
ma quanno che se tratta de facce rispettà da chi comanna
aritornammo zitti zitti in vigna a fa la lagna
a rifacce trattà da mentecatti da chi alle nostre spalle
s’è magnato puro i piatti.
E me pare de sentilli che ridacchiano a tavola tra loro…
“vedi a spremerli, a calpestarli per bene, assaggia che buono questo vino d’oro”
Allora damose na mossa che er tempo passa
che sta catena che portamo con disinvortura
equivale sempre più a n’ principio de seportura.
Non vojo da consigli o fare er moralista, vojo aprì na pista e fa scappà conigli
Si nun ce và de fallo pè noi armeno famolo pè i nostri figli,
che nell’anno der Signore duemilaediciannove
nun ce sò più parole pè spiegà perché nun ce se move
e quanno fori piove odio e indifferenza
nun tornamo ad abbassà la cresta, a lassà tutto fori dalla finestra
che allora c’avrebbero ragione Targhini e Montanari da quer purpito così scomodo
a ripete all’infinito e sottovoce…” Bonanotte popolo “
Bonanotte popolo
Bonanotte

Michele Gentile

segnalata da Sara sabato 23 novembre 2019

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi

la poesia è il sistema immunitario del popolo

Michele Gentile

segnalata da Sara mercoledì 13 novembre 2019

1 2 3 4 5 6 ... 34


© 2000-2020 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

12 ms 12:09 10 072020 fbotz1