Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » segnalatori » gerardo garofalo

Tutte le frasi segnalate da gerardo garofalo

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

Di seguito trovi tutte le frasi segnalate da gerardo garofalo. Potrebbero esserci più persone che si sono firmate con questo nome. Il confronto degli indirizzi e-mail, riportati tra parentesi se lasciati, può dare l'indicazione di eventuali casi di omonimia.

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Frasi d'amore

nati in solitudine

Nati in solitudine.
di Garofalo Gerardo

Amore già usato e ricucito ,
stai distillando dal mio cuore ferito
gocce d'amore come sparse perle di sudore,
ti ho vista raccogliere i resti di gioie e sorrisi
e tenerli da parte per la mia prossima crisi,
quando moribondo griderò la mia noia
e salterò in piedi per correre lontano,
via dalla tua eterna, morosa monotonia
e subito mi riconterai le biglie della tua malattia.
Prigionieri come due dipinti dello stesso stendardo
piangeremo un po' per essere lucenti nello sguardo,
con tenerezza guardinga poi ci faremo l'amore
sperando che arrivi presto un momento migliore,
ancora poi ci racconteremo sogni da realizzare,
progetti rimandati e perduti da restaurare,
mete rimesse in vista da raggiungere insieme,
ma non ti amo lo sai, soltanto un po' ti voglio bene,
l'affetto uguale uguale che si può portare a un gatto,
ad un piccolo ranocchio a un rumoroso picchio,
ma no, non son crudele, magari un po' abusato, ma sincero
e sai che ogni sera mi drogo con la pasta e il vino nero
e se non piango un po' rimango sveglio
e resto per la pena e non mi sbroglio,
devo partire via, lasciarti sola,
cercar lo scopo mio che il tempo vola.
Ma quale amore vuoi, io son perduto,
mi sbatto, graffio e sempre grido aiuto,
sono arrivato ormai, non son più buono,
non sono neanche l'ombra di un mezz'uomo,
ma non mi credi mai, proprio non vuoi vedere
il rudere che resta di una vita, passata già finita, tramontata
e il poco che rimane é già memoria
di due poveri balordi senza storia,
scappati da altri amori complicati, voluti, arraffati e abbandonati
e questa nostra unione lo si capisce bene
é il fondo di tutto quello che rimane,
ma tu non vuoi capire e ancora cerchi
con cani, gatti e qualche roditore
a ricostituire di una famiglia il calore,
povero amore mio, povero amore.

segnalata da gerardo garofalo domenica 22 novembre 2015



© 2000-2019 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

16 ms 10:39 19 112019 fbotz1