Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » segnalatori » sibilla

Tutte le frasi segnalate da sibilla

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

Di seguito trovi tutte le frasi segnalate da sibilla. Potrebbero esserci più persone che si sono firmate con questo nome. Il confronto degli indirizzi e-mail, riportati tra parentesi se lasciati, può dare l'indicazione di eventuali casi di omonimia.

stelline voti: 7; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Nulla di più brutto che sentirlo rinnegare il tempo
e decidere di rubarne agli altri
di vederlo mentre adirato osserva te che sei parte del suo male
di osservarlo rovinare la tua vita e quella delle persone a te più care
di guardarlo scaraventarsi su chi non può rispondere alla sua forza...
nulla di più brutto che ascoltarla piangere e barcollante ripetere ossessivamente le stesse domande
di ricambiarla ripetutamente con le stesse risposte
di lasciarla sorridente e ritrovarla livida e dolorante
di vederla sperare ancora
mentre crede di aver perso tutto...
nulla di più brutto che sentirti impotente
di fronte a una realtà che non sai accettare
e non puoi cambiare
nulla di più brutto che riconoscere a te e al mondo che quella era la tua famiglia
quella la tua casa, il tuo rifugio
quello ora il tuo inferno...

Sibilla

segnalata da sibilla lunedì 27 marzo 2006

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Ricordi

Nelle mie notti mi arrampico a ricordi lontani,
aggrappata al muro della memoria
troppo distante da me quella bambina.
Neri e profondi gli occhi di chi ha visto troppo
sguardo impietrito di chi non conosce carezze
mani vuote di chi non ha mai stretto altre mani
cuore che batte in un corpo esanime
mente che vaga e che mai si riposa...

Sibilla

segnalata da Sibilla domenica 26 marzo 2006

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

ti osservo nella distanza

Ritta su piedi che non reggono più il peso della mia persona
barcollante su gambe che stanno cedendo osservo nella distanza te
dal profilo estraniante
mentre riempi il tuo bicchiere delle mie lacrime
mentre stringi la mano alla tua infelicità
mentre stendi sulle tue labbra un sorriso che io ti ho donato
mentre scappi via dalla paura che ti ho procurato
consapevole di averti perduto
continuo ad osservarti nella distanza
in un tacito e rispettoso silenzio
ma ormai non riesco più a riconoscerti...

Sibilla

segnalata da sibilla domenica 26 marzo 2006



© 2000-2020 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

16 ms 23:58 24 052020 fbotz1