Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » autori » giosue carducci

Tutte le frasi dell'autore Giosue Carducci

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z


stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Traversando la Maremma Toscana

Dolce paese, onde portai conforme

L'abito fiero e lo sdegnoso canto

E il petto ov'odio e amor mai non s'addorme,

pur ti riveggo e il cuor mi balza tanto.

(...)

Pace dicono al cuor le tue colline

Con le nebbie sfumanti e il verde piano

Ridente ne le pioggie mattutine.

Giosuè Carducci

stelline voti: 17; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Sogno d'estate

Sognai, placide cose de' miei novelli anni sognai.

non più libri: la stanza da'l sole di luglio affocata,

rintronata da i carri rotolanti su 'l ciottolato

da la città, slargossi: sorgeanmi intorno i miei colli,

cari selvaggi colli che il giovane april rifioria.

Giosuè Carducci

stelline voti: 15; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Aforismi

Chi riesce a dire con venti parole ciò che può essere detto in dieci, è capace pure di tutte le altre cattiverie

Giosuè Carducci

stelline voti: 16; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Pianto Antico

L'albero a cui tendevi
la pargoletta mano,
il verde melograno
dà bei vermigli fior,
nel muto orto solingo
rinverdì tutto or ora
e giugno lo ristora
di luce e di calor.
tu fior della mia pianta
percossa e inaridita,
tu dell'inutil vita
estremo unico fior,
sei ne la terra fredda,
sei ne la terra negra;
né il sol più ti rallegra
né ti risveglia amor.

Giosuè Carducci

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Mezzogiorno alpino

Nel gran cerchio de l'alpi, su 'l granito
squallido e scialbo, sù ghiacciai candenti,
regna sereno intenso ed infinito
nel suo grande silenzio il mezzodí.

Pini ed abeti senza aura di venti
si drizzano nel sol che gli penètra,
sola garrisce in picciol suon di cetra
l'acqua che tenue tra i sassi fluí.

Giosuè Carducci

stelline voti: 44; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

San Martino

La nebbia a gl'irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;
va per le vie del borgo
dal ribollir de' tini
va l'aspro odor de i vini
l'anime a rallegrar.
Gira sù ceppi accesi
lo spiedo scoppietando:
sta il cacciator fischiando
sull'uscio a rimirar
tra le rossastre nubi
stormi d'uccelli neri,
com'esuli pensieri,
nel vespero migrar.

Giosuè Carducci

voti: 0; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Aforismi

E' pure un vil facchinaggio quello di dovere o volere andar d'accordo coi molti

Giosuè Carducci



© 2000-2021 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

16 ms 03:11 18 102021 fbotz1