Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » autori » marcello affuso

Tutte le frasi dell'autore Marcello Affuso

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z


stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » amicizia

Amicizia è tirare contemporaneamente la fune dallo stesso lato nella sfida senza sosta con la vita. Se tu molli la presa, continuo a battermi io. Ti sosterrò, ti aiuterò a rialzarti. E se sarà troppo forte il peso che ci trascina nel fango, decideremo insieme di abbandonare l’idea. Se cadremo, almeno cadremo insieme.

Marcello Affuso

segnalata da Antonio venerdì 17 dicembre 2010

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » uomini e donne

Le relazioni tra gli individui sono come la voce. Sì, i più belli somigliano a un bisbiglio: fragile, leggero, intimo. Un bisbiglio che non ha bisogno di essere ascoltato da tutti, ma solo da colui a cui è rivolto, a cui è sussurrato dolcemente all’orecchio. E vivono di sensi, tutti e cinque i sensi. L’udito, ovviamente, perché, se non si sa ascoltare, forse non si sa nemmeno voler bene. Il tatto, perché accarezza l’animo di chi si ha di fronte. L’olfatto, perché riesce a riconoscere il profumo di sincerità. La vista, perché supera, e non di poco, il muro dell’apparenza. Il gusto, perché richiede continuamente sapori, esperienze e sensazioni nuove, ma sempre con la medesima persona...

Marcello Affuso - tratto da Fragile bisbiglio

segnalata da FallenAngel lunedì 1 novembre 2010

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » comportamento

L'orgoglio è qualcosa di senza senso, senza motivo. senza giustificazione. È uno spaventapasseri che si guarda i piedi mentre spostano la polvere di tutto ciò che ha dilaniato. Un fungo che non sa vivere da solo e che quindi s'impossessa delle persone fragili comprandole a basso prezzo dopo averle svalutate e ridotte a merce di scambio.

Marcello Affuso - tratto da Strappalo!!

segnalata da FallenAngel lunedì 26 ottobre 2009

stelline voti: 10; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » comportamento

“Considera la vita e le sue probabilità. Di essere investito normalmente ci sono 1 possibilità su 14 mila. Se però indossi una benda in un incrocio difficilmente torni a casa. Questo deve far pensare perche se invertiamo le situazioni,notiamo che con un po’ di intelligenza tutto sarebbe più facile. Siamo quindi tonti o solo dannatamente pigri?”

Marcello Affuso

segnalata da FallenAngel lunedì 7 settembre 2009

stelline voti: 17; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » desiderio

“È quando cresci e capisci di non essere infallibile che tutto cambia. Ti accorgi che i sogni sono come i cracker nello zaino: più il tempo passa, più si sbriciolano. A quel punto hai davanti solo due scelte: accontentarti di quel che resta o morire di fame."

Marcello Affuso

segnalata da FallenAngel lunedì 7 settembre 2009

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » comportamento

“Io farò questo,io farò quello”..e poi?Dove finiscono tutte i proclami che il vento ridendo ascolta?Nella spazzatura,con le bucce di banana e i fazzoletti sporchi.Pensandoci non è così difficile capire perché a Napoli ci sia stata l’emergenza rifiuti.Un napoletano medio produce più sogni di qualsiasi altro cittadino

Marcello Affuso - tratto da E ritorno punto e da capo

segnalata da FallenAngel lunedì 15 giugno 2009

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » comportamento

..e più vado avanti,più i miei piedi sembrano urlarmi:”stai sbagliando strada,stai sbagliando strada”.Non sono un gambero,ma un granchio sordo.

Marcello Affuso

segnalata da FallenAngel lunedì 15 giugno 2009

stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » verità

"Quando tutto intorno tace,basta una voce per rompere la magia,per tagliare il sottile filo del silenzio.Quando a regnare invece sono caos,anarchia e rumore,non bastano mille silenzi per far sì che i sospiri di chi è stanco di urlare si odano"

Marcello Affuso - tratto da La mia scalata verso il cielo

segnalata da FallenAngel domenica 14 giugno 2009

stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Aforismi » destino

"Le città in cui viviamo possono essere paragonata a degli enormi set cinematografici in cui ognuno di noi ha il suo ruolo.Partiamo tutti come comparse,giovani attori in cerca di gloria,e per molti quello sarà il ruolo fisso da interpretare tutta la vita.C’è chi fa il “cameraman” e sceglie di seguire le persone da lontano,in modo distaccato,filmando tutto quello che vede per poterlo poi utilizzare in un imprecisato futuro.Ci sono i “registi”,coloro che controllano costantemente che la situazione vada secondo i loro piani,gli stuntman,quegli individui disposti a fare qualsiasi cosa pur di apparire,ma soprattutto gli attori.Pochi sono quelli che riescono ad emergere e diventare delle star,ma non conta;l’importante è riuscire ad essere protagonisti della propria vita e in parte di quella di chi abbiamo accanto.L’importante è che ognuno di noi sappia vivere la sua vita come un film dove tutto è possibile,senza tagli ne censure,e con una scenografia e dei copioni tutti da scrivere"

Marcello Affuso - tratto da L'eredità e il valore del tempo

segnalata da FallenAngel lunedì 4 maggio 2009

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

S’i fossi pocho

S’i fossi pocho, me divertirei ‘n mondo;solcherei veloce come el vento campi erbosi sotto croscianti applausi e anche nelle peggiori sconfitte e nelle più buie notti conforto troverei nelle braccia di fascinose ammiratrici;ginnastica infusa a finto amore non ha mai recato danno alcuno;
S’i fossi vento, di tanto in tanto alzerei tempesta solo per soffiar via parrucchini da vispi vecchietti ed arroganti presidenti,riportando giustizia in su la terra e sulle teste di capelli e di materia grigia troppo spesso rimaste orfane;
S’i fosse acqua,sgorgherei fluente tra le mani di chi ne ha necessitate; a chi di tanta fortuna e sprechi fa vanto impressione di annegamento farei provare;umiltà non conosce l’omo finche non gli è posto insormontabile ostacolo davanti;
S’i fossi Iddio,speranza e cura agli ammalati darei e tormento ai credenti peccatori.. sollievo nell’ atroce dolore e incertezza per chi con le azioni crede di conquistare un posto meritevole nel più alto dei cieli;
S’i fossi papa,allor non sarei affatto iocundo;sacre vestigia mai nessun baldo iovane ha indossato e anche se di immenso splendore illuminato mi ritroverei fianco a fianco con sorella morte;
S’i fossi 'mperator, ben lo farei;a tutti i vigliacchi,traditor e politici taglierei lo capo tondo;tondo come lo mondo che stan lentamente rovinando con la lor indesiderata presenza;
S’i fossi morte,anderei misericordioso da Matuzalemme che poretto ha quasi l etade di ser Andreotti e merita di trovar un po’ di pace,almeno lui;
S’i fossi vita, darei nuovo splendore alla natura distrutta dall’omo e di fronte a cotanto spettacolo in ginocchio, nudo davanti ad un paesaggio lo lascerei a sospirare e vergognarsi;
S’i fossi caos regnerei sovrano,il fine giustifica mezzi e azioni e per equità e pari diritti per ognuno,non ci sarebbe altro modo che sedermi al potere
S’i fossi Marcello com'i' sono e fui,lascerei gloria e successo travolgermi per le oneste parole di cui vi fo dono e terrei le donne giovani e leggiadre,le zoppe e vecchie lasserei altrui;

Marcello Affuso

segnalata da FallenAngel sabato 25 aprile 2009

◄ indietro
1 2


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

17 ms 04:05 01 122022 fbotz1