Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » community » diari » diario di napulitanboy » aprile 2006 » odissea

Pagina del diario di napulitanboy

elenco diari | pagine | cerca | commenti | partecipanti | scrivi nel tuo diario | impostazioni


{ venerdì 14 aprile 2006 }

Odissea

L'onda 'ngoppo a sponda fa a schiuma,
se sfuma
E' inutile vuttà acqua 'ncoppo 'o fuoco comm'a Cuma,
sole e oro e argiento e luna
e o Vesuvio n'goppo a costa fuma
e 'o viento porta zolfo e aroma
o golfo spira comm'à na sirena
protagonista e sta odissea.
Me dette e note commo dote
e l' uocchie comme note,
pelle comme ovatta,
mare comme lietto.
Te canto stu sonetto che tratta e nu ritratto fatto 'a na dea.
M'e credere
Partenope è chiù bella e Venere
e se è buscia bruciateme, e nient è chiù fertile da cenere.
Nun more st' etnia e stu gene,
è chello che me scorre dinto e vene.
Si po me spengo
s' ammisca terra e sanghe
comme pò sta addò vengo
che si miscela o magma co fango
e chello che tenimmo è o fango
e si nun o vire scava.
Tesoro dinto o core comme e stive sotto e navi.
Si vuò capì napule tecchete e chiavi dinto e mani
e se trasi
è inferno e paradiso sacro e profano a lotta tra abele e caino
chi va facen e voti 'e sant a chi addumanda ancor a Sibilla sorte e destino.
Cultura greco latina , tra fasti e fatti nefasti;
sta gente mista
esalta gesti, pasta.. casta e dinastia
filosofia e poesia
basta na idea
e napule distrugge e crea
Odissea

N'aggia viste 'e posti giusti, ma nisciuno commo a chisto
e n'aggia conosciuti artisti chè pè sta citta
ci è bastato a ngnostre pe c'à fa cantà.
Pe llò fà ce a stà.
Sulo quanno vire creri e meraviglie de cca,
o sole che corre per corridoje e terra
allucche e burdello, manco ce stesse a guerra.
Lazzari, scugnizzi afore e sti palazzi
arazzi dinto e panni stesi e n'ata razza sò bandiere afore.
Vire e tesori d'o passato;
o' sapunaro tene a giotto e nun o sape
se lo è scurdato.
Pirciò mo arape l'uocchie
e dimmello tu mio specchio delle mie brame
qual'è la piu bella e stu reame.
Napule oggi Palepoli ajere...
e chell' aria addora e storia
e d'o piacer miezzo a sti quartier.
Se siente e sfumatur e stu dialetto,
capisci sta terra cù quanta gente ammore ha fatto
quindi mo me metto de notte, cu na stilo dipingo 'o profilo e chistu cunfietto che affanna.
E da chest onde che vanno bagnando le sponde
e cu a schiuma, se crea n'ato poema comme a chesta odissea

piglia e gioie e pure e pene
chesta è a scena
te n'e fa n'idea
tene a nomea
stu posto è n'odissea
bene o male
verità e a bugia

Va accussì, com adda ji?
chesta è a filosofia

napulitanboy - 10:23

◄ precedentepagina 4 di 6successiva ►

Nessun commento presente

Per commentare fai il login


© 2000-2023 Frasi.net
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 07:11 06 022023 fbotz1