Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » community » forum » questioni sociali » un po di cultura... per la verità!

Un po di cultura... per la verità!

elenco forum | discussioni | post | cerca | partecipanti | proponi discussione

539 visite

Sono presenti 8 post.

messaggi per pagina
600avatars45x45 > 019stellina stellina stellina stellina stellina balis mercoledì 2 febbraio 2005 12:491/8
per chi si vuole levare il prosciutto dagli occhi e avere una visione reale di cosa si intende per Democrazia Comunista o per chi è ancora convinto che gli stragisti siano le forze della coalizione che hanno riportato la DEMOCRAZIA in Iraq!

http://www.pummarulella.org/halabija.htm

http://www.cronologia.it/storia/a1989a17.htm

http://qn.quotidiano.net/art/2000/05/04/878016

queta è una chicca!!
http://www.kattoliko.it/leggendanera/comunismo/

http://www.marxists.org/italiano/reference/nero/intro.htm

spero che bastino per una prima revisione dei pensieri alla quale solo gli ostracisti aficionados ancora nn si sono uniformati!!

balis

simpsons > the devilstellina stellina stellina stellina stellina plegine mercoledì 2 febbraio 2005 14:132/8
non ho il tempo per leggermi tutto quanto, o meglio: non ho voglia di leggere quanto probabilmente so già.
vorrei farti notare che apprezzare l'idea del comunismo non significa per forza essere degli aficionados di stalin, dei sostenitori delle foibe o degli adoratori dei regimi comunisti, o peggio ancora non avere conoscenze storiche, anzi, per dirla tutta, questa visione mi sembra molto superficiale.
ma se vogliamo parlare di numeri e di stragi, mi piacerebbe che si iniziassero a contare i morti che ha fatto, fa e farà questa "democrazia" che arricchisce l'occidente e impoverisce il resto del mondo, al di là delle guerre vere e proprie. guardiamo gli embarghi, le spese militari che raggiungono cifre astronomiche che comportano per forza di cose tagli da altre parti. se dobbiamo aprire gli occhi, allora apriamoli bene anche su questo e pensiamoci un attimo prima di dire che questa è democrazia. siamo solo dei privilegiati, che hanno avuto in sorte di vivere in quella parte del mondo che sfrutta quell'altra.

P.S.: l'articolo sui kurdi non fa che confermare -senza dubbi di interpretazione- che vi è un esclusivo interesse economico che fa agire militarmente l'alleanza occidentale.
simpsons > i am not a buttstellina stellina stellina stellina stellina dolce77 mercoledì 2 febbraio 2005 15:583/8
scusate, ma un mondo dove uno come bertinotti o d'alema rinuncia alle sue barche, ville, privilegi e stipendi milionari, beh....quessto mondo lo vedo molto lontano.

i politici comunisti dovrebbero essere i primi a rinunciare a tutte le loro ricchezze....e questo sapete bene tuti che non e' mai stato e mai sara'.
Quindi, senza dilungarsi in filosofie lunghe e noiose, io credo che basti questo per smontare il comunismo:secondo me il comunismo e' pieno zeppo di buchi.
600avatars45x45 > 019stellina stellina stellina stellina stellina balis mercoledì 2 febbraio 2005 16:394/8
simpatizzare con talue idee, nn è pregiudicante, ma portarle come verità assolute o stili inamovibili per il mondo di tutti, si!
perchè ?
perchè le stesse teorie adottate altrove, suscitano, giustamente, orrore e terrore!
come ho detto nell'altro post, nn si può condannare il nazismo per quello che ha fatto e abbracciare chi ne ha fatte seppur di peggio, per me è un controsenso in termini !!!
c'è chi in altri lidi ha appoggiato tali barbarie..... ma da l'una e dall'altra dovrebbe giungere un coro unanime di biasimo e dovrebbero essere lasciati in disparte coloro che la pensano come i fantasmi del passato!!!

se poi vogliamo parlare di filosofia , la prima delle scienze, non possiamo nn riconoscere che l'uomo ,come ogni animale evoluto, è portato a distinguersi in caste sociali aperte ; così è sempre stato e sempre sarà !
Se poi vogliamo essere economisti possiamo parlare di Adam Smith o di Jonh Maynard Keynes , i padri dell'economia , o di Carlo MArx filosofo, sociologo e economista improvvisato, ne possiamo discutere a volontà!
Per quanto possiamo discuterne resterà sempre il fatto che , come hai detto , c'è chi ha la fortuna di essere privileggiato e come tale rimarrà!
invece lo sfortunato senza l'aiuto del fortunato nn potrà evolversi e rimarrà tale!
questa è la legge che governa il mondo e nn l'utopia dove anche il ricco diventa povero......
Per me il concetto base è che se la FIAT chiude nn muore di fame la famiglia del compianto avvocato, bensì i milioni di dipendenti che grazie alla stessa Fiat hanno potuto far evolvere i propri figli o evolversi loro!
così funzionano le caste aperte, e questa , penso , è la migliore soluzione auspicabile!

il resto sono solo chiacchere che applicate alla relatà , è dimostrato, falliscono lo scopo!

balis

PS:io penso che :" agiscano per interesse o meno, talune volte l'importante è che agiscano!"
simpsons > the devilstellina stellina stellina stellina stellina plegine mercoledì 2 febbraio 2005 23:205/8
Il 02/02 15:58 dolce77 ha scritto:
i politici comunisti dovrebbero essere i primi a rinunciare a tutte le loro ricchezze....
se aspettiamo che siano i politici a dare un buon esempio, non solo in questo campo, ma in qualsiasi, ne abbiamo da aspettare...
penso che dovrebbero piantarla di investirsi di privilegi alla faccia nostra, e questo è un discorso che esula dall'argomento del post iniziale e riguarda destra e sinistra indistintamente.
nota a margine: ormai se dai a d'alema del comunista, lui se la prende di brutto!

la differenza principale che scorgo io tra nazismo e comunismo è che il primo è nato con l'idea di porre in privilegio una cerchia ristretta di persone, mentre il secondo, per quanto potesse essere utopico, si auspicava una vittoria delle classi basse. è una differenza abbastanza importante per come la vedo io, ed è proprio il motivo per cui l'idea in sè del comunismo può anche piacere. poi son d'accordissimo che negare le barbarie del comunismo sia sbagliato, ma non credo che siano in tanti a sostenere che esse son state frutto della fantasia di qualcuno. almeno, per le esperienze che ho io, posso dire che non è così.
concordo anche col fatto che ci saranno sempre i privilegiati... ma questi potrebbero almeno evitare l'ipocrisia di chiamarsi esportatori di democrazia, quando è evidente che tutto interessa tranne che la libertà del popolo.

la differenza principale che scorgo io tra nazismo e comunismo è che il primo è nato con l'idea di porre in privilegio una cerchia ristretta di persone, mentre il secondo, per quanto potesse essere utopico, si auspicava una vittoria delle classi basse. è una differenza abbastanza importante per come la vedo io, ed è proprio il motivo per cui l'idea in sè del comunismo può anche piacere. poi son d'accordissimo che negare le barbarie del comunismo sia sbagliato, ma non credo che siano in tanti a sostenere che esse son state frutto della fantasia di qualcuno. almeno, per le esperienze che ho io, posso dire che non è così.
concordo anche col fatto che ci saranno sempre i privilegiati... ma questi potrebbero almeno evitare l'ipocrisia di chiamarsi esportatori di democrazia, quando è evidente che tutto interessa tranne che la libertà del popolo.
600avatars45x45 > 019stellina stellina stellina stellina stellina balis giovedì 3 febbraio 2005 12:296/8
bene ! vedo che hai capito il senso del mio sfogo,anche nell'altro post!
io nn condanno le idee politiche di nessuno, anche perchè da indipendente , ce l'ho un po con gli uni e un po con gli altri!
sono d'accordo sul discorso dei politici ...... però purtroppo siamo noi che li abbiamo investiti di tali poteri e gli abbiamo dato la possibilità di darseli!

però come ho già detto per quanto riguarda gli esportatori di democrazia, sono sempre dell'idea che se un popolo è tiranneggiato è nn riesce a liberarsi, è giusto intervenire.
se poi tale intervento è finalizzato prioritariamente a livello economico , nn mi interessa, l' importante è che dall'altro iei i cittadini Iracheni , possano avere finalmente un governo eletto da loro e nn dalla minaccia di guerriglieri armati!
Per quanto concerne il comunismo ribadisco che filosoficamente nn ho nulla da eccepire, ma in pratica , in tutti i paesi dove è stato imposto tale regime, c'è sempre stato un dittatore e una riostretta cerchia di oligarchi che comandavano (e quindi entra in contraddizione col principio stesso del comunismo)! pertanto reputo che sia una bella teoria ma nella pratica fallisca già nel momento in cui si instaura!

balis
600avatars45x45 > 171stellina stellina stellina stellina stellina stellina napulitanboy martedì 8 febbraio 2005 17:437/8
Allora...chiarisco subito il mio punto di vista...nell'altro 3ad nn è stato possibile dare risposta poichè si era andati troppo ot...

non sono comunista...ma vivo per il comunismo...
sono per gli ideali comunisti...sono contro la supremazia borghese e contro tutti le persone che si dichiarano contro il comunismo...

Nn è pensabile per me che una persona consideri un ideale come quello comunista inaccettabile...lo accetto controvoglia insomma...

Ma le idee sono idee..una persona può pensarla diversamente da me... ripeto però che nn voglio in alcun modo che una persona giudichi il comunismo per quelle che sono le vicende passate...

E come se noi volessimo giudicare il cristianesimo guardando indietro nel tempo e pensando alle crociate...mah..mi sorprende il fatto che tu balis possa essere davvero di mentalità così chiusa (parlo di questo ambito ovviamente)..

Cmq...a momenti mio cugino mi lincia...ha appena fatto la connessione ad internet e io la sto utilizzando al posto suo....appena mi metteranno la linea al tel risponderò cn più precisione e col dovuto rigore...)
600avatars45x45 > 011stellina stellina stellina stellina stellina stellina Luka martedì 8 febbraio 2005 17:538/8
Il 02/02 23:20 plegine ha scritto:
la differenza principale che scorgo io tra nazismo e comunismo è che il primo è nato con l'idea di porre in privilegio una cerchia ristretta di persone, mentre il secondo, per quanto potesse essere utopico, si auspicava una vittoria delle classi basse.
Lo è ancora oggi!

la destra con la finanziaria ha favorito i ricchi e penalizzato i poveri, aumentando il divario fra le classi.

La sinistra si prepone di curare il popolo e tutelarne i diritti cosa che la destra non fa.

Il 08/02 17:43 napulitanboy ha scritto:
ripeto però che nn voglio in alcun modo che una persona giudichi il comunismo per quelle che sono le vicende passate... E come se noi volessimo giudicare il cristianesimo guardando indietro nel tempo e pensando alle crociate...mah..mi sorprende il fatto che tu balis possa essere davvero di mentalità così chiusa (parlo di questo ambito ovviamente)
ma che fai scherzi, se d'alema non rinuncia alla barca non merita fiducia...

mentre berlusconi anche se non rinuncia alle tv la fiducia la merita lo stesso,alla faccia del conflitto di interessi!
INFO
18/10/2017: I forum di discussione sono da oggi disponibili solo in lettura. Ringraziamo gli utenti che vi hanno partecipato per tanti anni.


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

47 ms 09:44 01 102022 fbotz1