Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » cominciando con

Cerca cominciando con nelle barzellette

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

ATTENZIONE
La seguente parola è stata ignorata perché molto comune:
con.

Sono presenti 373 barzellette. Pagina 19 di 19: dalla 361a posizione alla 373a.

Criteri di ricerca



 
categoriabarzellette












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi























stelline voti: 66; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » mamma

.. " una bella e una brutta " ..

Pierino ... :
- Nonna.., ti devo dire una cosa bella e una brutta..!! ...
- E dai allora.., comincia con quella bella..!! ...
- Ogni volta che io ti chiedo i soldi per comprare il gelato., e tu me li dai ... : sei la nonna più bella del mondo..!! ...
- Oh.., ma che carino..!! ... - E se lo stringe al petto..!! ...
- E quella brutta..? ...
- Ogni volta che io ti chiedo i soldi per comprare il gelato.,
e tu non me li dai ... : allora sei la nonna più brutta del mondo..!! . . . .

ugo bischero - tratto da umorismomio di Ugo Bischero

segnalata da Paolo F venerdì 19 maggio 2017

stelline voti: 25; popolarità: 2; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un giovanotto si trasferisce in città e va a cercare lavoro in un grande magazzino. Il responsabile: "hai gia qualche esperienza come venditore?" Il giovane: "ma certo; nella città da cui vengo facevo il venditore!. Il responsabile trova che il giovane sia simpatico e lo assume. Il primo giorno di lavoro é davvero duro, ma il giovane riesce ad arrivare alla fine. Dopo la chiusura del negozio, il responsabile va dal giovane: Quante vendite hai realizzato oggi? Una! Solo una? I nostri venditori in un giorno realizzano dalle venti alle trenta vendite! Per quanti soldi hai realizzato la vendita? 101.237 dollari e 64 cents! 101.237 dollari e 64 cents??!! Ma cosa hai venduto!!?? "Beh, é entrato un cliente e gli ho venduto un piccolo amo da pesca, quindi gli ho venduto quello medio, poi sono riuscito a vendergli quello grande, e quello gigante. Alla fine gli ho venduto anche una canna da pesca. Poi gli ho chiesto dove sarebbe andato a pescare e lui mi ha detto di voler andare sulla costa sud. Allora gli ho detto che avrebbe avuto bisogno di una barca. Cosi siamo scesi al piano imbarcazioni e gli ho fatto comprare un Chris Craft cabinato da otto metri con due motori da 1000 cv. A quel punto ha cominciato a pensare che forse la sua Fiat Punto non ce l'avrebbe fatta a trainare quella barca, quindi siamo andati dal nostro concessionario e gli ho venduto un Pajero 4X4 iniezione." Il responsabile: vorresti dirmi,che un cliente é entrato per comperare un amo da pesca e tu gli hai venduto anche una barca a motore e un fuoristrada?? Oh, no,no,no,! Lui era venuto qui per comperare una scatola di assorbenti per sua moglie. Allora gli ho detto: " Beh, visto che questo fine settimana non si scopa,perché non va a pescare ??.

Napulitanboy

segnalata da NAP lunedì 5 aprile 2004

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un ingegnere appena laureato si presente al suo primo colloquio di lavoro e viene assunto.
Chiede:"con cosa posso cominciare?"
Il capo ufficio:"Beh...inizi con lo spazzare un po' lo studio".
E l'ingegnere, indignato:" Ma.... ma io sono un INGEGNERE!"
E il capo ufficio, comprensivo:"Va bene, scusi, ha ragione..... venga qui che le faccio vedere come si fa!"

Marta

segnalata da Marta domenica 11 aprile 2004

stelline voti: 24; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » sport » calcio » Totti

MONDIALI

Il "pupone" Francesco Totti, invidioso dei suoi compagni di squadra
Del Piero e Vieri, testimonial della CEPU prima di lui, decide di
riprendere gli studi interrotti durante la terza elementare.
La prima lezione che lo vede impegnato è quella con la maestra di
italiano che, viste le evidenti carenze lessicali del pupone, comincia
con un ripasso dei principali verbi italiani. La maestra lo raggiunge
a casa dove trova una playstation fumante ad accorglierla ed esordisce:
- Allora Francesco, oggi faremo un ripasso delle coniugazioni del
verbo "essere" e del verbo "avere". In particolare del gerundio. Sai
qual è il gerundio del verbo essere e quale quello del verbo avere?
Er pupone fissa lo sguardo nel vuoto con la tipica espressione da
appuntato dei carabinieri e poi si illumina in volto:
- Aoh!!! Sì... sì... 'a sò: ESSENDO e AVENDO!!!
- Bravo Francesco! Esatto! Ora sapresti inserirle nel contesto di una
frase reale? Prova a fare un esempio con questi due gerundi...
Totti risprofonda in una simil-estasi mistica e rischia di cominciare
a fumare come la playstation, quando tutto ad un tratto, schiocca le
dita e sorride compiaciuto:
- ESSENDO che er Presidente Franco Senzi m'ha regalato 'a Ferari gialla.
ESSENDO che a me 'a Ferari gialla nun me piace... AVENDO.

segnalata da NARCISO martedì 11 giugno 2002

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » religione

l' ultima cena

Vista l'imminenza visita del santo Padre con tutto il seguito , il frate priore di un convento decide di restaurare e fare un affresco a una parete inservibile nel suo convento. In primo momento chiama un mastro muratore il quale cura la parete nei minimi particolari rendendola bella e presentabile. Poi chiama un noto pittore al quale far fare il dipinto su di essa. Nella decisione dell'affresco il pittore consiglia un dipinto raffigurante l'ultima cena. Il priore acconsente e si raccomanda di finire nei termini previsti per la visita del Santo Padre.
Il pittore prepara la parete con cura e la circoscrive con dei teli in modo tale poi da rendere omaggio alla visita del santo Padre , quindi comincia a dipingere la parete. Finita qualche minuto prima dell'evento il priore si rivolge al pittore , il quale lo assicura che rimarrà meravigliato dell ' affresco.
Arriva il Santo Padre con , cardinali , vescovi , suore e tutto il seguito , e quindi il grande momento di tirare giù i teli. Naturalmente il priore rende omaggio al Santo padre di tirare giù i teli , all' atto , si legge nei volti dei presenti un dissenzo e un mormorio di voci indignati , il Santo padre alza gli occhi e vede nell affresco uno strazio osceno, tutti ubriachi e in condizioni poco raccomandabili con figure oltre il limite nella maniera più indegna . Visto ciò , il priore fa chiamare immediatamente il responsabile e chiede delucidazioni in merito a quell ' orrendo e oltraggioso affresco . Alla domanda il pittore risponde : E CHE NE SO ........IO LI HO LASCIATI TUTTI CHE CENAVANO .

segnalata da PIETRO sabato 2 luglio 2011

stelline voti: 18; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Barzellette » animali

il safari

Due amici vanno a fare un safari in Africa e al ritorno si
trovano con gli amici al bar:
"Allora com'è andato il vostro Safari? L'avete preso il leone?" domanda un amico
Il più spavaldo dei due comincia a raccontare:" Siamo andati nella giungla per cacciare il leone e l'abbiamo trovato. Volevamo sparargli subito ma quello ci ha visti, si è arrabbiato ed ha iniziato ad inseguirci per mangiarci. Il leone era molto veloce e più di una volta per poco non ci prende solo che ogni volta che ci sfiorava scivolava e cadeva col muso per terra. Ad un certo punto corri e scivola, il leone è andato a pestare la testa contro un masso e ci è rimasto mezzo morto. Gli abbiamo sparato ed abbiamo preso il trofeo."
Gli amici ascoltano poi uno commenta:"Ma era roba di cagarsi sotto dalla paura!"
L'altro amico che era stato tutto zitto salta su:"Perchè, dove credete che scivolava il leone?"

Rossella - tratto da Storie in compagnia

segnalata da mammamicia mercoledì 18 ottobre 2006

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: barzellette

i cavalieri

La maestra in classe assegna un tema per casa: "Parlate dei cavalieri". Il giorno dopo, la maestra si fa consegnare i compiti e comincia a farli leggere in classe:
- Pierino, leggici il tuo tema!
Pierino, prende il quaderno, si alza in piedi e legge:
- Titolo: "Il Cavaliere Bianco." Un cavaliere bianco incontra un cavaliere nero. Il cavaliere bianco uccide il cavaliere nero. Un cavaliere bianco incontra dieci cavalieri neri. Il cavaliere bianco uccide dieci cavalieri neri. Un cavaliere bianco incontra cento cavalieri neri. Il cavaliere bianco uccide cento cavalieri neri. Un cavaliere bianco incontra mille cavalieri neri, e il cavaliere bianco uccide mille cavalieri neri!
- Ma, Pierino, la morale del tema dove starebbe?
- Che i cavalieri neri non devono rompere le scatole al cavaliere bianco!

silvia

segnalata da silvia giovedì 6 marzo 2008

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Una bellissima ragazza si presenta ale porte del paradiso e chiede di essere ammessa tra i beati. Ma San Pietro un pò sospettoso le chiede: Ma sei vergine ?
Ma sicuro! riprende la bella fanciulla.
San Pietro però chiama un angelo dottore e gli domanda di visitare la ragazza. Dopo un'accurata indagina ginecologica, l'angelo torna da San Pietro e gli dice: Sembra proprio vergine. Però ha sette piccole ammaccature sull'imene.
San Pietro decide di approfondire l'indagine; chiama dunque la ragazza e comincia uno scrupoloso interrogatorio.
Come ti chiami ? le domanda.
Biancaneve ! risponde con un ingenuo sorriso la ragazza.

laura

segnalata da X venerdì 7 febbraio 2003

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un giorno Adamo si sveglia e dopo essersi stirato si mette una mano sui fianchi e comincia a contare le costole:
- 2, 4, 6, 8, 10,
si ferma,
- 2, 4, 6, 8, 10,
si riferma,
- 2, 4, 6, 8, 10...
ho capito, anche oggi pippe!

segnalata da libera giovedì 13 febbraio 2003

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Venditori

Un giovanotto si trasferisce in città e va a cercare lavoro in un grande magazzino. Il responsabile chiede al giovane: ”Hai già qualche esperienza come venditore?” Il giovane risponde: “Ma certamente nella città da cui vengo facevo il venditore!”

Il responsabile trova che il giovane sia simpatico e lo assume. Il primo giorno di lavoro è davvero duro, ma il giovane riesce ad arrivare alla fine. Dopo la chiusura del negozio, il responsabile và dal giovane e gli chiede :

”Quante vendite hai realizzato oggi?”

“Una!”

“Solo una?” I nostri venditori solitamente realizzano dalle venti alle trenta vendite! E il valore della vendita qual’ è?

“101.237 dollari e 64 cents”

“101.237 dollari e 64 cents?!! Ma cosa hai venduto?”

“Beh è entrato un cliente e gli ho venduto un amo da pesca piccolo, quindi gli ho venduto quello medio, poi sono riuscito a vendergli quello grande e anche quello gigante. Alla fine gli ho venduto anche una nuova canna da pesca. Poi gli ho chiesto dove sarebbe andato a pescare e lui mi ha detto di voler andare sulla costa sud. Allora gli ho detto che avrebbe avuto bisogno di una barca e così siamo scesi al piano imbarcazioni e gli ho fatto comprare un Chris Craft cabinato da 8 metri con due motori da 100 Cv. A quel punto ha cominciato a pensare che forse la sua Ford non ce l’avrebbe mai fatta a tirare quella barca e di conseguenza siamo andati dal nostro concessionario e gli ho venduto un Pajero 4X4 iniezione.”

“Vorresti dirmi che un cliente è entrato per comperare un amo da pesca e tu gli hai venduto anche una barca a motore e un fuoristrada!?!?!”

“ Oh no, lui era venuto qui per comperare una scatola di assorbenti per sua moglie. Allora io gli ho detto “Visto che questa settimana non si scopa, perché non va a pescare?”

segnalata da tom lunedì 18 marzo 2002

stelline voti: 2; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un ragazzo ventenne studia a Roma condividendo l'appartamento con una
ragazza stupenda.
Un giorno la madre del ragazzo lo viene a trovare per cena, nota l'enorme attrazione fisica della ragazza e comincia a chiedersi se loro due hanno un rapporto.
Il figlio, conoscendo la natura di sua madre, anticipa la domanda assicurandole che si tratta solo di una inquilina che, fra l'altro, è anche una bravissima ragazza, molto religiosa.
Dopo circa una settimana la ragazza dice allo studente: "Da quando è venuta tua madre per cena manca la mia padella".
Il ragazzo risponde:
"Non credo proprio che mia madre abbia preso la tua padella, ma se ti fa stare meglio glielo chiedo la prossima volta che la sento".
Così, nella successiva lettera alla madre, il ragazzo aggiunge la seguente frase: Cara mamma, non voglio dire che hai preso o che non hai preso la padella della mia coinquilina, ma il punto è che da quando sei venuta per cena non si trova più.
Dopo un paio di giorni arriva una lettera della madre che scrive:
Caro figlio, non voglio dire che ti trombi o che non ti trombi la tua coinquilina, ma il punto è che se lei nelle ultime settimane avesse dormito nel suo letto avrebbe già trovato la padella!

segnalata da rITA giovedì 31 ottobre 2002

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Un uomo porta la moglie incinta in ospedale per farla partorire;
il dottore dice loro che ha appena inventato una macchina sperimentale e chiede se vogliono provarla.
Egli spiega accuratamente che la macchina puo' togliere una parte del dolore del parto alla madre e trasferirlo al padre.
Sia il padre che la madre pensano che sia una magnifica idea e decidono di provarla.
Il dottore regola la macchina al 10% per cominciare, avvertendo l'uomo che il 10% e' probabilmente piu' dolore di quanto lui abbia mai potuto sperimentare.
Ma l'uomo resta sorpreso di quanto poco dolore senta e chiede al dottore di aumentare la potenza.
Il dottore gira la manopola fino al 20% e controlla la pressione del sangue, che risulta regolare.
Stupefatto, il dottore aumenta fino al 50%.
Non sentendo ancora nulla, il marito incoraggia il dottore a trasferirgli TUTTO il dolore.
Ancora stupito, il dottore accresce il carico fino al 100%!!
Dopo il parto, il marito si alza, si stiracchia un po' e accompagna la moglie alla macchina:
si sentono entrambi molto bene.
Arrivati a casa, trovano il postino morto sull'uscio

segnalata da Libera! mercoledì 4 dicembre 2002

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette

Vecchiaia

Due vecchietti ultraottantenni si incontrano sulla panchina di un
parco. Uno fa all'altro:
- Allora Piero, come ti va la vita?
- Ah guarda... benissimo! Non potrebbe andarmi meglio!
- E come mai?
- Sai ho conosciuto una ragazza francese di vent'anni che è un
portento. Altro che le italiane! Pensa che tutte le mattine mi alzo
alle otto e prima di fare colazione facciamo l'amore. Dopo la
colazione mi faccio un altro paio d'ore di sono e quando mi sveglio
lo facciamo un'altra volta. Poi dopo pranzo ce ne facciamo come
minimo un paio, specie se io ho mangiato piccante. Poi lo rifacciamo
prima di cena sul tavolo davanti al telegiornale. E per finire due o
tre volte prima di andare a dormire.
L'amico sbalordito:
- Mamma mia... beato te! Ma da quant'è che vai avanti così?
- Comincio lunedì prossimo...

Jepo

segnalata da Jepo venerdì 8 marzo 2002


1 ... 17 18 19
avanti ►

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

141 ms 21:02 26 092022 fbotz1