Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » cuore spezzato

Cerca cuore spezzato nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 42 poesie. Pagina 1 di 3: dalla 1a posizione alla 20a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi























stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Simile a un dio mi sembra quell'uomo

Simile a un dio mi sembra quell'uomo
che siede davanti a te, e da vicino
ti ascolta mentre tu parli
con dolcezza
e con incanto sorridi. E questo
fa sobbalzare il mio cuore nel petto.
Se appena ti vedo, sùbito non posso
più parlare:
la lingua si spezza: un fuoco
leggero sotto la pelle mi corre:
nulla vedo con gli occhi e le orecchie
mi rombano:
un sudore freddo mi pervade: un tremore
tutta mi scuote: sono più verde
dell'erba; e poco lontana mi sento
dall'essere morta.
Ma tutto si può sopportare...

Saffo

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

quando ti spezzano il cuore non preoccuparti, ti resta sempre l' anima

segnalata da luigi martedì 5 febbraio 2008

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

il cuore

il cuore fugge e muore spezzato
il cuore piange e non sorride più
il cuore vuole amare ma non può

guido arci camalli

segnalata da guido guglielmi giovedì 18 giugno 2020

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

ali

"ali di naufraghi,... occhi paurosi ..../ occhi di speranza .. e di doccie fredde / torture di corpi neri/ pianti di scogli diventati sangue/ scogli di un amore tradito/ di conseguenze per chi non migra/ sudare il cuore/ sudare la sua anima spezzata dalla felicità"

guido arci camalli

segnalata da guido arci camalli venerdì 31 marzo 2017

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

sempre

sempre il cuore deluso /
sempre gli occhi d'una donna felice/
sempre i sapori un bacio distanze un metro/
sempre la fantasia della donna uomo/
sempre il cuore spezzato /
sempre le passioni d'un ora/
sempre fiori di rosa /
sempre serenate al mattino/ sempre gelosie e paci /
sempre felicità d'un attimo... / sempre gioia del ballare/ sempre manifestare con la pace nel cuore

guido arci camalli

segnalata da guido arci camalli mercoledì 29 aprile 2020

stelline voti: 17; popolarità: 5; 0 commenti

categoria: Poesie

Addio

Fermati un istante, solo un attimo, ascolta cosa ho da dirti! Si forse dopo tanto tempo, ti scrivo, ho rse penserai che sia matta! Ma si forse hai ragione e proprio cosi! Ma se non dirò quello che ho dentro, mi mangerà per una vita intera! Se non ti spiego cosa ho dentro non potrai capire le mie lacrime! Quel tuo sguardo mi è rimasto in mente, mi faceva mancare il fiato, vivevo solo per quegli istanti con te! Un giorno ti giurai amore eterno, forse per questo non riesco a dimenticarti completamente! In ogni modo, solo adesso mi ricordo cosa abbiamo perso…i baci sulla pelle, gli abbracci sotto la pioggia, le carezze rubate, i profumi delle nostre giornate.
Immagino adesso, tutto quello che è svanito, come neve al sole! Ho una cicatrice sul cuore,
che traccia il tuo nome, che sempre mi farà pensare a te! Una cosa è certa, di te ho avuto i migliori anni, della tua vita! Con me eri te stesso, senza aver fatto del sesso! Ti ho amato, ti sono stata vicina, io non ero più una bambina! Tu invece non hai voluto crescere, non hai voluto lasciare stare l’alcol e le droghe e anche le altre donne! Pensavi che io sarei rimasta per sempre! Dopo difetti e azioni compiuti, pure baci e perdoni ricevuti!

Sbagli!!!!

Imprevisti del destino, che ha dovuto dividere il nostri destini!

Non so, se per te c’è ancora un posto nel mio cuore!
A volte pero, mi ritrovo piangendo, bisbigliando il tuo nome, con mal sapore!
Chissà se per te vale pure cosi?!
Il padre dei miei figli volevi diventare e per sempre me amare!
Che strano il destino! Che ingenua bugia, pero adesso vai fuori dalla mente mia!

Ricordi vivono solamente nel passato e non ho tempo di piangere dietro ad un tipo che il cuore mi ha spezzato!
Devo vivere nel presente e lasciarti andare dal cuore e dalla mente!
Addio M. spero per sempre!!!!

Vale

segnalata da Vale mercoledì 19 gennaio 2005

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

ALI SPEZZATE ...

Tu che scambi il suo amore
per possesso
e la donna al tuo fianco
per lo sfogo delle tue frustrazioni e debolezze:
chi sei tu, vile,
per spezzare le ali ad un angelo?
Chi sei tu, insignificante nella vita,
per soffocare la sua voce
-repressa ed impalpabile-
tra le tue mani
-esangui ma inesauribili-,
ingabbiandone ogni sua speranza
nel tugurio della tua coscienza?
Come puoi scaricare sulle sue esili spalle
il fardello d’umiliazioni e vergogne
della tua morbosità?
Come puoi seppellire l’emozione
nella fossa vuota del tuo cuore,
e -dopo tutto-
avere ancora il coraggio di guardare?!

Farfalla dalle ali spezzate,
fuggi dai resti di questa vita,
sciogli ogni laccio ancora teso al cuore,
rompi il silenzio
e libera il tuo represso pianto
in urlo colmo di libertà!
Anche se un arcobaleno in bianco e nero
copre il cielo grigio di solitudine,
mira oltre il tuo sguardo denso di pudore,
fallo ora,
adesso,
per sempre!
Nessuna gioia potrà sanare
le ferite di un cuore irrimediabilmente spezzato,
come pane sconsacrato …
nessuna rinascita potrà ristabilire l’equilibrio
di un’anima appesa a un filo …
nessuno potrà ridonare la luce perduta
al tuo ormai secco viso,
scavato dal tempo e dalle lacrime …
Ma dove non puoi giungere domani,
in un batter d’ali,
potrai arrivare negli anni,
sui piedi e con la testa.
E se scegliendo la nuova strada,
seppellendo il tuo passato,
proverai paure, sentirai rimorsi,
lasciati andare,
che tu sia quel che veramente sei,
scopriti da ogni telo,
perché non esiste vita migliore
di quella che vogliamo
e non c’è motivo per non desiderarla!
Come da un seme scippato a un fusto
può nascere un fiore,
così da un presente sottratto a un destino vile
può nascere la speranza di un domani migliore!
E finché non riacquisterai il dono del sorriso
non saprai mai quanto bene possa farti
un semplice sorriso …

GASPARE SERRA

segnalata da Gaspare110 giovedì 22 gennaio 2009

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

TRAMONTO D'AUTUNNO

corro sul sentiero delle querce
per cercare di abbracciare l'autunno

respirare il soffio del vento, che fa rabbrividire
sussurri degli alberi che entrano nel cuore

nostalgia del verde estivo che non c'è più
a volte spezza il cuore di dolore,

nella tempesta tutti piangono, alberi, foglie, uccelli,
la vita che sembra che passi tra tinture maestose

la luce stinge in fretta, l'aria perde la lucentezza del colore
tutto sembra incerto e smorto, senza vita

tace la foresta sbiadita, sembra una pittura ormai vecchia
ma è solo un grigio tramonto d'autunno.

DANIELA CESTA

segnalata da DANIELA CESTA martedì 23 ottobre 2018

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

un amore finito

un sogno spezzato è come
un orizzonte smorto e pallido

un amore morto e sepolto
è la fine di un emozione

parole, promesse. sorrisi,
tutto era superficiale, senza verità,

pensi di avere amato una persona sconosciuta,
è come un velo che si squarcia sul tuo cielo!

chi sei tu? forse non ti ho mai veramente conosciuto
chi sei tu che hai deluso il mio cuore,

e il nostro animo osserva da lontano
e vede tutti i suoi difetti incontenibili,

bruttezze, sregolatezze, falsità,
ma la nostra fortuna è di essere stato

solo di passaggio dentro quel cuore.

daniela cesta

segnalata da daniela cesta domenica 13 ottobre 2013

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Respirare il coraggio

Sempre di corsa
per paura di non essere all'altezza di competere
ed ogni volta in pista fino all'ultimo tiro
spezzando il fiato
che rimane sospeso nel vuoto
dove da lì sparirò!
Un respiro per sfondare il vertice della pazienza,
un altro per avere il coraggio di farlo,
ed un sospiro di sollievo
in questo mondo esasperato è
un aiuto per calmarsi
e rincorrere l'amore!
Si,il mio cuore sussulta
quando vedo lei
quando sento lei!
Si,il mio cuore si esalta!
Non posso stare senza lei
come posso fare senza lei?
Malato di follìa
mi trovo a vagare per strade senza fine
con la sicurezza di incontrarla
almeno una volta sola.
Devo sfondare la pazienza
con forza e con coraggio
per sentirmi sollevato
e con la calma ascoltare l'amore.
Si,il mio cuore sussulta
quando vedo lei
quando sento lei.
Si,il mio cuore si esalta.
Non posso stare senza lei
come posso fare senza lei?

memmedesimo

segnalata da Daniele domenica 15 marzo 2009

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

poesie rosa di primvera e il ricordo di un papà

Poesia
Rosa di primavera
Il terreno era incolto
E mancavi tu
Poi fu coltivato e il concime fu messo in più.
Uno stelo è uscito da un terreno,
Era la rosa che si apriva o meno.
Simbolo d’amore e di virtù
Mancavi solo tu.
Poi ti raccolsi per il mio amore,
Ti donai per il mio buon cuore.
Un soffio di vento
Ti fece strappare un petalo
E ti tradì come un mondo intero.
Oh rosa dei campi
Oh rosa del cuor Divino
Mantieni il tuo colore
Fino al levar del mattino.

Poesia
Il ricordo di un papà
Una volta visse un uomo
Che il buon Dio mi donò.
Mi resi conto che era mio padre e lui mi amò.
Tanto amore mi aveva dato,su questo mio cuore ingrato.
Tanta voglia di vivere egli aveva
Con tutte le sofferenze che lo dolevano.
Un giorno quando mi trovai in piena felicità,
Si spezzò un cuore di grandiosità.
Un cuore cessò di battere
E una parte di me cessò con essa.
Il volere Divino lo chiamò
E dalle mie braccia se ne andò.
Ora piango e lo rimpiango
Ma oramai è in paradiso
Dolce e fiero mi manda un sorriso.
Salito alle porte del cielo
I suoi occhi gli si aprirono come un velo.
Il suo cuore vive ancora
Lo ricordo ogni ora
Lo amerò finchè fiato avrò
Perché un giorno lo rivedrò
Questo mio cuore combatte la vita
Perché è dura ma non è finita.

Marco poeta siracusano - tratto da dai suoi brani poetici

segnalata da Marco sabato 27 dicembre 2008

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

vivi più forte

se il vento ha piegato i tuoi rami e nella sua corsa folle ne ha spezzato qualcuno
allora alza il capo e corri
corri più veloce che puoi amico mio
e urla alla luna che sei più forte del dolore
che nel tuo cuore lascerai spazio solo all'amore
urla che c'è un mondo dentro te
urlalo al cielo che le burrasche nn ti sorprenderanno disarmato
grida a squarciagola che la vita è più forte di qualsiasi sconfitta
alza la testa e scopri le stelle
raccogline la polvere misteriosa
soffia sulle onde quella brillantezza
e vivi, vivi più forte
senza paura...
corri lungo le strade della tua vita
a piedi scalzi e col cuore stracolmo di gioia sorridi
e intona questa canzone
che la possa udire un altro come te
e possa anche lui finalmente spiccare il volo...

deneb

segnalata da deneb giovedì 29 gennaio 2009

stelline voti: 2; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: poesie

se il mio cuore potesse parlare

Se il mio cuore potesse parlare,
quante cose avrebbe da dire,
ti narrerebbe di passioni profonde, sentimenti sinceri,
perché tu lo sai, egli non sa cosa vuol dire mentire,
non conosce ragione,
non cerca ricchezza,
a lui basta anche solo una languida carezza.
Quello per cui vive, batte e combatte,
è qualcosa che va ben oltre ogni illusione.
Quello che lui cerca e ricerca con forza incessante,
è un sentimento vero, profondo, vibrante,
per cui ogni cosa è disposto a sacrificare,
per quell'irruenta, incontenibile, voglia d'amare.

Voglia d'amare e di essere amato,
ma quante volte è stato ingannato,
deriso, usato, umiliato,
quanto dolore, furore ha provato,
quante volte è stato spezzato,
molte volte l'ho sentito ferito,
ma non l'ho mai visto sconfitto.
In lui non c'è posto per il disprezzo,
non serba rancore, non brama vendetta,
anche se a volte ciò che gli resta è soltanto tanta amarezza.

Tutto questo però non l'ha cambiato, non l'ha inaridito,
è sempre rimasto lo stesso,
anzi ogni volta il suo pulsare si è fatto più intenso,
ed io ho continuato a sentirlo, a seguirlo,
perché è dal mio piccolo cuore che scaturisce ogni mio sentimento,
senza di esso non esiste emozione.
In ogni cosa che penso, che dico o che faccio,
in ogni mio singolo gesto, c'è sempre del mio cuore il riflesso.
Ah, se lo lasciassi fare, ogni cosa lui saprebbe trasformare,
ed ogni mio sogno diverrebbe realtà,
e la realtà un sogno bellissimo da cui nessuno mi potrebbe svegliare.
Ah, se il mio cuore potesse parlare,
le corde melodiose dei tuoi sentimenti saprebbe far risuonare.
Se potessi farti sentire il suono della sua voce che ti sfiora la pelle,
che ti sussurra dolci parole,
come solo lui sa fare, che lui solo può usare.
Quel suo dolce bisbiglio,
come il tenero canto d'un'usignolo al risveglio del giorno
desterebbe il tuo cuore assopito,
ed il loro battito diverrebbe uno solo,
sommesso, profondo,
eppur così forte da far sembrare silenzio tutto ciò che sta intorno.
Così potente da far zittire di colpo,
tutto l'odio, l'invidia, l'arroganza del mondo.
Così penetrante da far risaltare ogni particolare,
tanto che basta un sorriso, uno sguardo per farti sognare.
Ah, se il mio cuore potesse parlare...

Xavier Wheel

segnalata da Renato Volti lunedì 10 agosto 2009

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

la speranza

La speranza dalla notte dei tempi non va persa, si rincorre sicura e veloce anche nel vento. Un sorriso mai spezzato avvolge un tormento profondo e lento. lo sento, lo avverto e cosi son contento aspetto trepidante quel momento. Il mio cuore è in fermento attendo con ansia la svolta che mi darà lo scopo di un gran sentimento.
Si pensa al momento quando qualcuno con coscienza realizza il percorso della speranza..... amando, ricreando la consapevolezza della sua grandezza.
La speranza è la dolcezza di chi amando l'aspetta con pienezza e tenerezza.

autobiografia - tratto da la speranza

segnalata da teresa greco venerdì 30 agosto 2013

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

volevo dichiararti tutto il mio amore
te ne sei andato ed hai spezzato il mio cuore

adesso rispondi con sincerità
tu mi vuoi bene o non ti va

segnalata da sara sabato 25 ottobre 2014

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

giuseppe

Giuseppe! il grande cuore di Giuseppe,
che avendo saputo, della gravidanza di Maria,
piangeva in silenzio, e pensava di ripudiarla in segreto!

la sua giovane fidanzata, di quattordici anni!
diventato all'improvviso, il suo, sogno spezzato,
nella sua dignità, non osava dire niente a Maria,

ma nella notte insonne, tra lacrime e dolore,
riuscì finalmente a dormire, ed ecco l'arcangelo Gabriele,
entrò nel suo sogno, lo consolò, dicendogli che

la "condizione" di Maria, non era opera dell'uomo,
ma solo di Dio!, Giuseppe si svegliò con un grido,
aspettò l'alba meditando a quanto accaduto.

Giuseppe, semplice e grande uomo! l'uomo di Dio,
L'uomo a cui Dio, affidò, il suo prezioso figlio.
Ogni donna di questo mondo, spera di incontrare, un uomo come giuseppe!

Ma non esiste un altro Giuseppe! La donna del mondo di oggi,
deve difendersi da sola, deve lottare contro ogni angheria,
ma la donna, con la forza che Dio, le ha donato,

può riuscire in tutto, nel lavoro, cresce i suoi figli, è felice nella sua solitudine,
e tu Giuseppe, grande Patriarca, sei l'uomo dei sogni di tutte le donne,
umile, buono, saggio, caritatevole, con il cuore pieno di amore.

Grazie Giuseppe, per avere, cresciuto, Gesù!

Daniela Cesta

segnalata da DANIELA CESTA giovedì 18 dicembre 2014

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Due vite separate,
due mondi diversi che si son scontrati in un giorno qualunque,
senza accorgerci che questa amicizia sarebbe durata, amico mio.
È notte fonda e chissà perché ti scrivo, chissà perché ti penso…
Forse perché questa sera mi è sembrato quasi di toccare la tua anima nonostante la lontananza..
Forse perché sentivo sussurrare le tue parole piano al mio cuore!
Eppure sono qui Pietro, che scrivo di te….della nostra amicizia capitata così improvvisamente
Su un semplice monitor e su di una fredda tastiera.
Non posso vederti, ma so che ci sei x ascoltarmi,
non posso toccarti ma mi sento più serena sapendo che fai parte di questa Terra.
……….Se alzi gli occhi e vedi la stessa luna, forse non siamo poi così distanti!!!!......
Oh piccolo mio, non mi importa la gente cosa possa pensare…io sono felice di aver conosciuto
Una persona come te in una chat così folle….è strano portare avanti un’amicizia su di un filo…
Che forse si potrà spezzare a momenti o forse non si spezzerà MAI!
Anche se ti sembrerò pazza,
mi piace renderti felice…sentirti sorridere….
E mai avrei creduto di scrivere queste parole ad una persona mai vista prima d’ora….
Ma è come se ti sentissi sempre accanto,tutto il tempo…..
Dovunque andrai ragazzo, io sarò con te…
Qualsiasi cosa farai ti penserò….
Buona notte angelo d’oro. Spero che polvere di stelle cadrà sul tuo volto sognante
X farti vivere la realtà più impossibile che ci sia!
Spero che il vento ti porterà il mio bacio….che forse domani mattina ti sveglierà….
Grazie x esser entrato nei miei pensieri,
grazie per le tue parole, x la tua bontà….e x la tua voglia di vivere.
Grazie Pietro x aver ascoltato il mio cuore….ricorda che persone come te, oggi son ben poke…
E quando le trovo sul mio stesso cammino cerco di non farle andare via….
Sei speciale…non c’è bisogno che tutto il mondo te lo ricordi…
Bastano solo tre parole x sapere che sorriderai anche stavolta: Ti Voglio Bene!

segnalata da hilary giovedì 5 luglio 2007

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Cuore mio...

Cuore mio...
Indossa di nuovo la tua armatura,
prepara il tuo spirito ad affrontare battaglie
nelle quali sgorgherà copioso il sangue
di passioni immortali.

Camminerai su distese di corpi senza vita
e a stento riuscirai a distinguere i volti dilaniati
dei tuoi nemici e dei tuoi compagni di viaggio...
l'amore non ha pietà per coloro che amano.

Lucida le tue spade più taglienti,
bagnale col mortale veleno del dolore...
raccogli in te la forza dell'orgoglio...
e quando sentirai le forze abbandonarti,
ricorda le urla strazianti delle tue sconfitte.

Ricorda lo sguardo di coloro
che hanno spezzato le tue ali…
ricorda la crudeltà di amori senza futuro...
ricorda le lacrime versate per ogni battito di vita
stringi tra le mani ogni ricordo, ogni sorriso,
ogni speranza, ogni amarezza.

Pensa ai tuoi sogni...
alla morte che li ha imprigionati...
alla rinascita che li attende...
per una volta nella tua eternità,
pensa alla tua vita.

Cuore mio…
forse, solo intraprendendo
questo sentiero sconosciuto
potrai raggiungere finalmente
quella valle magica e sconfinata
della quale ti hanno sempre parlato,
ma che nessuno ha mai visto realmente...
l'Amore nell'Eternità di ogni Istante.

Vallant Langosco

segnalata da Vallant giovedì 14 gennaio 2010

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

E Ti Sogno Ancora

E ti sogno ancora,
nella notte di queste lacrime
che copiose rigano le gote
di chi ancora ti desidera.
Ti sogno ancora,
nel corruccio di chi consapevole comprende
che la morte non lascia scampo.
Ti sogno ancora,
nell'infinita certezza
che il filo spezzato
un giorno si rilegherà
per ricongiungersi nuovamente.
Ti sogno ancora,
nell'intimo dell'universo
del mio cuore,
che il giuramento d'amore
fatto sul ciglio della tua vita
saranno mia scialuppa di salvezza
per sigillare quell'addio temporaneo
in perpetua certezza
che un giorno in cielo ci rincontreremo.
Ti sogno ancora,
nel profondo distacco
che il destino ci ha inflitto
spaccando a metà
l'inferno e paradiso
che questo amore mi dà e renderà.
Ti sogno ancora;
a mani vuote e cuore pieno
di dolore a segnare i miei sogni
con l'ombra della tua carenza!
E ti sogno ancora, e ancora tanto ti sogno,
perché nel sognare
brilla un barlume di miraggio sospeso,
che mi lega ancora a te
ed è per questo che .......
Ancora ti sogno inevitabilmente!
©Laura Lapietra

Laura Lapietra

segnalata da Laura Lapietra mercoledì 7 aprile 2021

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Amico

Nella piccola stazione
in un freddo mattino d'inverno
sei arrivato assonnato
puntuale
al tuo appuntamento
con un destino segnato.
Su quel treno lasciavi
quello che eri stato
un passato di figlio
di amico
di fratello tanto amato
l'entusiasmo dei tuoi diciotto anni
i tuoi sogni spezzati
la gioia di vivere
i sorrisi donati.
Giorni speciali passati
tra i monti
legami profondi vissuti
tra albe e tramonti
un'avventura stupenda
un'impresa del cuore
nel silenzio delle cime
hai trovato il Signore.
La lampada tenevi
su quel sentiero inevato
nella flebile luce
una compagna vedevi.
La tua strada in un attimo
ha cambiato direzione
in un soffio
la vita ti ha abbandonato
dal monte al cielo
il tuo passo in un volo
si è trasformato.
Sulle ali di un'aquila
hai incominciato a volare
sopra i monti
sopra il bianco manto
tra le nuvole dense di neve
libero
sei rinato.
Hai lasciato il tuo ricordo
lassù
dove lo sguardo si perde nell'infinito
e lo spirito trema
per tanta bellezza
dove regna una pace estrema.
Ritornano i tuoi amici
a rincontrarti
alzano gli occhi al cielo
e ti vedono sorridere
felice.
Continuano il cammino
della vita
e tu spieghi le tue ali
sui loro passi
perchè la vostra amicizia non è finita
i sentimenti non cambiano strada
rimangono
e tu ci sei in fondo al loro cuore
li accompagni quando affrontano la salita
con la forza dell'amore.

Neris

segnalata da Neris giovedì 15 novembre 2012


◄ indietro
1 2 3

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

1,063 ms 16:35 25 092022 fbotz1