Frasi.Net
       
poesie

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » poesie » pagina 51

poesie


voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

Mistral

E' con rancore....che il mio silenzio urla di dolore...sapendo di non rivederti mai più!
Il vento del mistral che attraversa la mia anima impervia di dolore...si tramuta in tempesta travolgendo qualsiasi mio pensiero.
E ogni tuo respiro...ogni tuo sguardo...ogni tuo sorriso....riflette i colori dell'arcobaleno che simile ad uno stormo di api trafiggono le nubi che avvolgono il mio cuore...
Volevo ringraziarti per quei momenti di gioia che non vivevo da tempo...
volevo dirtelo di persona....ma la mia parola tremolante come una foglia d'autunno stenta a reggersi...e il peso del mio verbo barcolla come una barca senza remi....
Sparirò senza lasciar traccia come un castello di sabbia travolto dalle onde del
mare....
ciao

Nico Gurr...

segnalata da nico giovedì 6 giugno 2002

stelline voti: 2; popolarità: 2; 0 commenti

Vorrei

Vorrei essere più presente senza essere opprimente
vorrei leggere la tua mente e capirti al volo facilmente
vorrei finirla di scriverti e finalmente viverti

Xeno Luke

segnalata da Xeno mercoledì 5 giugno 2002

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

Ogni raggio di sole che si riflette nei tuoi occhi...fa di me una goccia di ghiaccio...che si scioglie...senza essere toccato dal tuo sguardo

Nico Gurr

segnalata da nico martedì 4 giugno 2002

stelline voti: 6; popolarità: 2; 0 commenti

Corpo di donna

Corpo di donna, bianche colline, cosce bianche,
tu rassomigli al mondo nel tuo atteggiamento d'abbandono.
Il mio corpo di contadino selvaggio ti scava
e fa saltare il figlio dal fondo della terra.

Sono stato solo come una galleria. Da me fuggivano gli uccelli
e in me la notte entrava con la sua invasione possente.
Per sopravvivermi ti ho forgiata come un'arma,
come una freccia al mio arco, come una pietra nella mia fionda.

Ma cade l'ora della vendetta, e ti amo.
Corpo di pelle, di muschio, di latte avido e fermo.
Ah le coppe del petto! Ah gli occhi dell'assenza!
Ah la rosa del pube! Ah la tua voce lenta e triste!
Corpo di donna mia, persistero' nella tua grazia.
La mia sete, la mia ansia senza limite, la mia strada indecisa!
Oscuri fiumi dove la sete eterna continua,
e la fatica continua, e il dolore infinito.

Pablo Neruda

segnalata da fabrizio lunedì 3 giugno 2002

stelline voti: 9; popolarità: 0; 0 commenti

Notte dell'amore insonne


Notte alta, noi due e la luna piena;
io che piangevo, mentre tu ridevi.
Un dio era il tuo scherno; i miei lamenti
attimi e colombe incatenate.

Notte bassa, noi due. Cristallo e pena,
piangevi tu in profonde lontananze.
La mia angoscia era un gruppo di agonie
sopra il tuo cuore debole di sabbia.

L'alba ci ricongiunse sopra il letto,
le bocche su quel gelido fluire
di un sangue che dilaga senza fine.

Penetrò il sole la veranda chiusa
e il corallo della vita aprì i suoi rami
sopra il mio cuore nel sudario avvolto.


Federico Garcia Lorca

segnalata da fabrizio lunedì 3 giugno 2002

Sono presenti 6290 poesie. Pagina 51 di 1258: dalla 251a posizione alla 255a.

1258 ... 53 52 51 50 49 48 47 ... 1

 

in tutte le frasiin questa categoria


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

47 ms 17:48 30 092022 fbotz1