Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » segnalatori » marilin

Tutte le frasi segnalate da Marilin

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

Di seguito trovi tutte le frasi segnalate da Marilin. Potrebbero esserci più persone che si sono firmate con questo nome. Il confronto degli indirizzi e-mail, riportati tra parentesi se lasciati, può dare l'indicazione di eventuali casi di omonimia.

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Custode del giardino
di amari ricordi
strappati alla memoria.
Cammino legata da corde sottili di vana speranza
nel tuo soffice manto
candido come bianco seno,
alle mie labbra dolce il tuo sapore
di miele e vita.
Avvolgi il mio capo
stringendo le piccole dita
lasciando un segno sulla mia fronte.
Sei acqua,radice profonda
limpida e pura come soave creatura
sei amore di cristallo.

Marilin

segnalata da Marilin venerdì 24 marzo 2006

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Sfumature

Come olio scivolano
le ultime ore di sole,
gioca la nebbia fra la pelle rugosa delle mani
tempeste di coralli scendono dai capelli
che hanno perso l'odore di fiori di campo
e si vestono di rugiada.
Allori intorno ai tuoi fianchi
come rampicante che percorre ogni insenatura del tuo corpo
fino a scoprire il tuo seme,ormai asciutto.
Se l'infinito avesse occhi in cui perdersi
lascerei queste mura per seguirti
senza più vagare
la mia dimora
incerta sul destino
ma sicura
di voler essere in gabbia
e lì svanire ogni respiro e sogno...

Marilin

segnalata da Marilin venerdì 24 marzo 2006

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Mani calde

Mani calde sul tuo viso
battere come antico suono
cuore di rubino..
Lacrime d'amore sul gelido petto
di coloro che pensandoti
vivono di follia..
Rischiara l'alba del tuo giorno
fra la fitta nebbia dei tuoi pensieri
guardando da un vetro
la donna che sarai
nascosta fra la gente.

Marilin

segnalata da Marilin mercoledì 1 febbraio 2006

stelline voti: 12; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Rabbia per me stessa
dolore per la delusione
tristezza per le paure...
nel vederti infrangere il sogno dell'illusione che regalasti
nel veder disperdere la tua unicità nel flusso continuo della banalità..
il mio suono simile a lamento
non laverà l'imputridita veste,
la speranza non restituirà la purezza!
Avresti potuto dar luce,stordire..
avrei potuto fermare il tempo,le fobie..
avrebbe potuto restituirci l'infantile felicità..
...avrebbe..

Marilin

segnalata da Marilin lunedì 23 gennaio 2006

stelline voti: 12; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Nero marmo

Di velo vestita
offrendo la mia nudità
affondo nel nero marmo
"Vivi..vivi..vivi!" mi ripeto..
raggela il mio sangue violaceo e dorato
mentre aspetto ali di salvezza
brezza marina sulle labbra..
morta di me la speranza,
livida e dolorante
m'appoggio a questo muro rosso
chiusa nel mio abbraccio
e incosciente,
impazzisco di verità..
ingoio aria e rabbia
invisibile al mondo
nascondendomi agli sguardi
cercando conforto fra queste coperte..

Marilin

segnalata da Marilin venerdì 25 novembre 2005

stelline voti: 13; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: Poesie

...frammenti

Tessevo trame di ferro e acciaio
camminavo su verdi prati
calzando piccole scarpe,
avevo occhi sognanti
ingenua luce sul viso..
ho sentito la pioggia rigarmi il volto
e come puntura di mille aghi sulla testa.
Cadendo nel fango
ho imparato a ripulire le ferite
a sentire i battiti del cuore
seguire le linee della ragione..
Cosa avrò che il mondo non perdona
che mi rende crudele e dura
che mi fà sfuggire e poi pentire di essere fuggita...
cosa avrà questa terra arida
che brucia sotto ai piedi
che costringe a non sognare..

Marilin

segnalata da Marilin venerdì 25 novembre 2005

stelline voti: 27; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Frasi d'amore » lettere

L'amante

Ho seguito la linea dei tuoi nei
dopo averli contati
e studiato ogni tratto della tua fronte,
mentre mi chiedi il sapore della tua presenza
odori il mio collo
ed io confusa ti sveglio
per dirti che vado via...
sono triste come questo letto abbandonato
vuota mentre riempi la tua solitudine
In quale mare mi perdo
quando non riesco a stringerti
e dimentico perchè sei qui...troppo spesso

Marilin

segnalata da Marilin martedì 8 novembre 2005

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Le mie notti

Nei pensieri stringo il rosso del tuo sangue
l'ombra del vento che si nasconde fra rami spogli
segna il tempo che impietoso mi consuma..
danzanti demoni su carcasse d'argento
straziati e urlanti
in circolo hanno strette le mani..
non c'è fuga per l'animo confuso!
Cenere si solleva e tutt'intorno fiamme,
non v'è più fierezza in questo corpo
non un alito di vita...
La luce s'allevia
il pensiero stordito ritorna nel flusso e tutto tace,
solo un fremito ancora
e torna emigrante di paura
il giallo autunno che colora
con celesti notti e schizzi di stelle...
...non c'è dolore
ma occhi fissi e spenti di ogni ardore..
..non c'è terra lontana o vicina..
..dinanzi solo eterna ed infinita solitudine..

Marilin

segnalata da Marilin mercoledì 21 settembre 2005

stelline voti: 7; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: Poesie

Inverno

Hai lasciato la mia mano
abbandonandoti al ricordo della tristezza,
senti la lontananza del dolore
perchè è divenuto realtà..
Si confonde il tuo volto nel colore sbiadito
si perde la dura volontà nella paura!
Trema la foglia caduta al vento..
la luce accecante del mattino ha dato forza..
si perde lo sguardo in tale quadro di splendore
il gelido inverno ha paralizzato la vita!
Attendo il calore che da te e solo in te dimora..
le mie lacrime sono siero divino d'amore e dolore
il tuo vuoto mi ha prosciugato l'anima..

Marilin

segnalata da Marilin mercoledì 21 settembre 2005

stelline voti: 7; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

L'addio

Spargi il sale,
delirio incessante di affannate notti
fai eco nella memoria.
Vetro rotto nella mano,
sangue purpureo,
cielo spento di paura
di stelle che cadono e avvizziscono...
d'incerti passi e mani tremanti
fra singhiozzi e lamenti
pulsare di vita e di morte,
vacilli sulla ragione,soffocata dai pensieri.
Se di tanto ardore fosti autore,
se la tua spada trafisse i re,
perchè hai condannato un innocente
e fra tanti scegliesti con cura la tua preda?
...dimenticherò
come hai dimenticato
e morirai con me fra le braccia della vita..
..ma non mi vedrai in volto

Marilin - tratto da ...la tua assenza

segnalata da Marilin mercoledì 21 settembre 2005



© 2000-2021 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

29 ms 06:49 24 072021 fbotz1