Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » segnalatori » megatnp

Tutte le frasi segnalate da megaTNP

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

Di seguito trovi tutte le frasi segnalate da megaTNP. Potrebbero esserci più persone che si sono firmate con questo nome. Il confronto degli indirizzi e-mail, riportati tra parentesi se lasciati, può dare l'indicazione di eventuali casi di omonimia.

stelline voti: 32; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Barzellette » indovinelli

Cosa fanno il polpo e la polpa??

risposta:
LE POLPETTE

megaTNP

segnalata da megaTNP sabato 8 marzo 2008

stelline voti: 30; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Barzellette » indovinelli

Qual è la differenza tra una finestra e una porta?

risposta:
Che la finestra si porta ma la porta non si finestra!

megaTNP

segnalata da megaTNP sabato 8 marzo 2008

stelline voti: 29; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Barzellette » indovinelli

Qual' è il colmo dei colmi?

risposta:
Un muto dice a un sordo: quel cieco ci sta spiando! E il paralitico...scappiamo!

megaTNP

segnalata da megaTNP sabato 8 marzo 2008

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Non sto pensando a niente

Non sto pensando a niente,
e questa cosa centrale, che a sua volta non è niente,
mi è gradita come l'aria notturna,
fresca in confronto all'estate calda del giorno.
Che bello, non sto pensando a niente!

Non pensare a niente
è avere l'anima propria e intera.
Non pensare a niente
è vivere intimamente
il flusso e riflusso della vita...
Non sto pensando a niente.
E' come se mi fossi appoggiato male.
Un dolore nella schiena o sul fianco,
un sapore amaro nella bocca della mia anima:
perché, in fin dei conti,
non sto pensando a niente,
ma proprio a niente,
a niente...

segnalata da megaTNP venerdì 7 marzo 2008

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Serie di poesie

Non sono fatto...
per il mondo che agogna il profitto
affiancato dallo stress.
Non sono nato
per la competizione
della società del dio Superfluo.
Vivo per il sentimento,
vivo di sensazioni
e sensibilità.
Vivo dominato dallo spirito,
dallo spirito d'amore.

La vita sembra
un deserto
in cui si vaga
senza meta
oppressi da torridi dolori,
costanti.
E solo si spera
nel ristoro
di qualche improvvisa
folata d'amore.

Guerra...
Vittoria dei vinti
tra sogni e tormenti
fumi densi di membra violate...
occhi di fuoco
si guardano attorno
tiro al bersaglio
di vite finite...
Sconfitte armi
giacciono a terra
inermi bagliori
negli occhi velati
fuggono via tra grevi nebbie...
singulti di donne
in cerca di vita...

Fine...
E' come perdere la condizione del tempo
perchè i giorni non hanno più importanza
e mi risveglio bagnata fradicia perchè tra questo
mondo e
l'eternità
c'è una faccia che non voglio vedere.
non trovo risposte,
sono proprio così,
uno specchio di me stessa.
cado da una montagna di paure.
come posso rialzarmi prima di toccare terra?
piango.
i miei sentimenti non mi possono aiutare,
non hanno un indizio.
Silenzio.

segnalata da megaTNP venerdì 7 marzo 2008

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

strade

Lascio volare la mente
sognando;
sognando a occhi aperti
mentre cammino
per strade
che amo
e conosco a memoria,
in ogni loro sasso sconnesso.
Lascio vagare i pensieri
procedendo
nella grigia e umida
e fitta e sottile nebbia
di Novembre inoltrato,
ancora senza il freddo
feroce
del vero inverno.
E penso
a una vita avara
di sogni,
di piccoli sogni.
E spero
nella fine
della dura tortura
di lente e costanti stilettate
alle spalle
e mirate
al cuore della speranza.
E sogno
di un dono
dal piccolo dio dell'amore:
una piccola prova d'amore,
un piccolo piccolo segno
dalla donna a cui ho detto
che l'amo,
che vorrei regina del mio regno.
E cammino
nel nulla
di un mondo di nebbia
che mi sembra
creato per me.
E prego
che la mia vita
diventi una poesia,
in cui l'unica rima
non sia:
"vita-vuota".

segnalata da megaTNP venerdì 7 marzo 2008

stelline voti: 73; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: poesie

Tristezza (Tirati sù piccola)

Lo scarto buttato in un angolo,
giace, infermo,
e piange.
Dagli occhi colano
grandi lacrime
di tristezza, delusione,
sconforto, dolore
ed anche un pò d'odio intestino.
Il cuore, così,
ritorna puro,
ma solo fino al prossimo pianto.

segnalata da megaTNP venerdì 7 marzo 2008



© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

16 ms 05:30 05 122022 fbotz1