Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » angoscia

Cerca angoscia nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 56 poesie. Pagina 1 di 3: dalla 1a posizione alla 20a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi

























stelline voti: 55; popolarità: 0; 1 commenti

categoria: Poesie

Sogno

Per un attimo fui nel mio villaggio,
nella mia casa. Nulla era mutato.
Stanco tornavo, come da un viaggio;
stanco al mio padre, ai morti, ero tornato.
Sentivo una gran gioia, una gran pena;
una dolcezza ed un'angoscia muta.
- Mamma? - E' là che ti scalda un pò di cena. -
Povera mamma! e lei, non l'ho veduta.

Giovanni Pascoli

stelline voti: 13; popolarità: 2; 0 commenti

categoria: Poesie

Alla Luna

O graziosa luna, io mi rammento
Che, or volge l'anno, sovra questo colle
Io venia pien d'angoscia a rimirarti:
E tu pendevi allor su quella selva
Siccome or fai, che tutta la rischiari.
Ma nebuloso e tremulo dal pianto
Che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci
Il tuo volto apparia, che travagliosa
Era mia vita: ed è, nè cangia stile
O mia diletta luna. E pur mi giova
La ricordanza, e il noverar l'etate
Del mio dolore. Oh come grato occorre
Nel tempo giovanil, quando ancor lungo
La speme e breve ha la memoria il corso
Il rimembrar delle passate cose,
Ancor che triste, e che l'affanno duri!

Giacomo Leopardi

stelline voti: 13; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

All’Automobile da corsa

Veemente dio d’una razza d’acciaio,
Automobile ebbra di spazio,
che scalpiti e fremi d’angoscia
rodendo il morso con striduli denti
Formidabile mostro giapponese,
dagli occhi di fucina,
nutrito di fiamma
e d’olî minerali,
avido d’orizzonti, di prede siderali
Io scateno il tuo cuore che tonfa diabolicamente,
scateno i tuoi giganteschi pneumatici,
per la danza che tu sai danzare
via per le bianche strade di tutto il mondo!
Allento finalmente
le tue metalliche redini,
e tu con voluttà ti slanci
nell’Infinito liberatore!
All’abbaiare della tua grande voce
ecco il sol che tramonta inseguirti veloce
accelerando il suo sanguinolento
palpito, all’orizzonte
Guarda, come galoppa, in fondo ai boschi, laggiù!
Che importa, mio dèmone bello?
Io sono in tua balìa! Prendimi! Prendimi!
Sulla terra assordata, benché tutta vibri
d’echi loquaci;
sotto il cielo accecato, benché folto di stelle,
io vado esasperando la mia febbre
ed il mio desiderio,
scudisciandoli a gran colpi di spada.
E a quando a quando alzo il capo
per sentirmi sul collo
in soffice stretta le braccia
folli del vento, vellutate e freschissime

Sono tue quelle braccia ammalianti e lontane
che mi attirano, e il vento
non è che il tuo alito d’abisso,
o Infinito senza fondo che con gioia m’assorbi!
Ah! ah! vedo a un tratto mulini
neri, dinoccolati,
che sembran correr su l’ali
di tela vertebrata
come su gambe prolisse

Ora le montagne già stanno per gettare
sulla mia fuga mantelli di sonnolenta frescura,
là, a quel sinistro svolto
Montagne! Mammut in mostruosa mandra,
che pesanti trottate, inarcando
le vostre immense groppe,
eccovi superate, eccovi avvolte
dalla grigia matassa delle nebbie!
E odo il vago echeggiante rumore
che sulle strade stampano
i favolosi stivali da sette leghe
dei vostri piedi colossali

O montagne dai freschi mantelli turchini!
O bei fiumi che respirate
beatamente al chiaro di luna!
O tenebrose pianure! Io vi sorpasso a galoppo!
Su questo mio mostro impazzito!
Stelle! mie stelle! l’udite
il precipitar dei suoi passi?
Udite voi la sua voce, cui la collera spacca
la sua voce scoppiante, che abbaia, che abbaia
e il tuonar de’ suoi ferrei polmoni
crrrrollanti a prrrrecipizio
interrrrrminabilmente?

Accetto la sfida, o mie stelle!
Più presto! Ancora più presto!
E senza posa, né riposo!
Molla i freni! Non puoi?
Schiàntali, dunque,
che il polso del motore centuplichi i suoi slanci!

Urrà! Non più contatti con questa terra immonda!
Io me ne stacco alfine, ed agilmente volo
sull’inebbriante fiume degli astri
che si gonfia in piena nel gran letto celeste!

Filippo Tommaso Marinetti

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

angoscia

un grido che viene da dentro.

la voce trema

gli occhi nn vedono...

lo spirito supplica:
DOVE SEI?

ily - tratto da ME STESSA

segnalata da ily lunedì 14 febbraio 2005

stelline voti: 5; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

attrazione fatale

L’angoscia del ricordo
Tormenta il mio spirito

L’angoscia di rivivere
Il suo respiro velato
Che racchiudeva i desideri
Di una voce rapita dall’anima.

L’angoscia di avvertire
Un profumo d’infinito
quell’impressione d’integrità
Che ampliava il desiderio
di combinare le nostre ali
in un abbraccio d’amore.

L’angoscia di ricordare
quell’attrazione fatale

La barriera del destino
Tormenta il mio cuore..

Così come un angelo Privo di ali
il mio spirito precipita
nel vuoto della completezza.

E la perfezione di un memoria
incapace di narrazione
diviene motivo di bufera interiore.

Christian Santolini

segnalata da CHRISTIAN martedì 11 luglio 2006

stelline voti: 13; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

disperate Housewives

Tutti noi speriamo che ci accada qualcosa, che sia il fremito di un amore, la gioia di crescere una famiglia o l'angoscia di una grande perdita. Tutti noi speriamo di provare qualcosa che dia significato alle nostre vite.

segnalata da bloom lunedì 30 aprile 2007

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

La mia Solitudine

Solo in mezzo ha tanta gente, solo in un cielo pieno di stelle. Solitudine, angoscia infinita. Mille domande senza risposte. Solo nella mia disperazione pensando ha te. Pensando hai occhi pieni di luce, al tuo sorriso che riempiva di gioia il mio cuore, al tuo viso dolce e pieno d'amore. Ma forse ero gia solo. Ero già sprofondato nella mia solitudine eterna. Giubak.

Giubak.

segnalata da Giubak martedì 23 giugno 2009

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

l'angoscia per una vita per un amore mai provato ---- per una serenità che nessuno ancora ti ha dato ---- presa da un vento di mille passioni , per dei ricordi che hai solo sognato ---- immersa tra gioia , sfiducia e soggezioni di eventi che non avevi programmato ---- però ricorda di avere una libertà che nessuno ti ha privato.

Pasquale D'Esposito

segnalata da Pasquale sabato 21 gennaio 2012

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Vorrei...

Vorrei essere vento per poter volare via.
Senza pensieri, paure, ansie o angosce.
Libero: come il vento.
Vorrei essere pioggia per poter infondere gioia a coloro che non ne hanno nel cuore.
Senza il timore di aver fatto qualcosa di male, a qualcuno o a nessuno.
Senza parole: come la pioggia.
Vorrei essere il sole per poter riscaldare le persone a me più care col calore del mio cuore.
Senza l’angoscia o la paura di non aver riflettuto su quello che cambiava di me giorno in giorno.
Per fortuna sono me stesso e non ho bisogno di essere qualcun altro perché le persone che m’amano, mi vogliono bene per quello che il mio cuore può dar loro: io piaccio a loro e loro piacciono a me.
Questo è l’importante.

Io

segnalata da Fabio giovedì 5 ottobre 2006

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

La camera ammobigliata nel vicoletto
il campanile su, dai piedi del letto.
Non è forse l'amore un nodo stretto
tra l'angoscia e il diletto.

Sandro Penna

segnalata da alex73 giovedì 3 luglio 2003

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

certe volte osservo il mare nel suo immenso ondeggiare , perdo tutta la mia essenza , perdo la mia appartenenza ...ad un gruppo , ad un costume che è mio, che mi appartiene
non riesco a ritrovare ciò che ho perso per il mare
provo a correre , a volare, ma non serve qui sul mare.
Poi l'angoscia sai mi piglia , la paura mi attanaglia ma ad un tratto mi ritempro, al mio stormo in un momento son di nuovo ritornato più felice e rinfrancato.

giovy

segnalata da giovy lunedì 5 aprile 2010

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

quando siamo tristi

quando ci sentiamo tristi e soli
l'anima sembra nascondersi in un meandro profondo,
tutto sembra estraneo, non abbiamo voglia di parlare,

il sole sembra oscuro e le stelle sono come smorte, opache,
non usciamo di casa perché nulla ci attira,
il nostro sorriso è come morto sulle nostre labbra,

l'unica cosa da fare è fuggire in un bosco
sederci sotto una quercia e ascoltare il silenzio,
il gorgoglio del ruscello, mormora a noi dolcemente,

i cardellini cantano, il fruscio del vento scuote le foglie
e asciuga le nostre lacrime, alcune farfalle volano allegre
sembrano giocare, mentre un piccolo cerbiatto

gusta germogli verdi e invitanti, i raggi del sole scintillano
tra i rami ondeggianti, tutto improvvisamente diventa melodia,
che entra dentro di noi accarezza l'anima, rincuora lo spirito,

abbraccia il nostro intimo, capiamo che nulla più ci angoscia,
la pace la serenità regna in noi e intorno a noi,
perché capisci che noi siamo molto importanti nel pensiero di Dio,

su questa terra tutto ci può accadere, ma angosce, dispiaceri,
malattie, delusioni, ognuno di noi passa
ma non ci annienteranno mai, perché noi

stiamo andando verso l'eternità, un altra esistenza ci attende
la vera vita, la sola e potremo finalmente ripetere
le parole di Dio:".....Il Padre tergerà ogni lacrima,

perché le cose di prima, sono passate.."

daniela cesta

segnalata da DANIELA CESTA sabato 14 maggio 2016

stelline voti: 5; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

Il grido di Pan

Cielo nuvoloso...
L'animo nero...
Viaggi senza senso...
Ormai di questo vivo.
Chi mai potrà ascoltare la mia angoscia?
Chi sentirà il mio grido?

segnalata da Noel Danese giovedì 24 aprile 2008

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

È angoscia,
il silenzio che giunge all’orecchio,
sei tu che non hai niente da dire,
son morte le parole.
Qua vive solo un lampo d’amore
un piccolo segno, e
rimpiango quei voli
vissuti con te.

Stefania Biscardi - tratto da i miei pensieri...

segnalata da Stefania martedì 31 marzo 2009

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Donna in tram.

Vuoi baciare il tuo bimbo che non vuole:
ama guardare la vita, di fuori.
Tu sei delusa allora, ma sorridi:
non è l'angoscia della gelosia
anche se già somiglia egli all'altr'uomo
che per «guardare la vita, di fuori»
ti ha lasciata così...

Sandro Penna

segnalata da Alex73 giovedì 3 luglio 2003

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Per un istante d'estasi

Per un istante d'estasi
Noi paghiamo in angoscia
Una misura esatta e trepidante,
Proporzionata all'estasi.

Per un'ora diletta
Compensi amari d'anni,
Centesimi strappati con dolore,
Scrigni pieni di lacrime.

Dickinson Emily

segnalata da Antonella sabato 27 novembre 2004

stelline voti: 18; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Malinconia

...lacrime di una tristezza infinita
segnano il mio viso sotto questa pioggia battente,
questo viso innamorato di quegli occhi che mi hanno tradita...
Ora il dolore, il tormento, l'angoscia, il rancore hanno il volto che avevo imparato ad amare.

Questa è la malinconia.
Una disperazione che sfocia in un oceano di desolata calma apparente...

...malinconia è guardarsi è vedere il vuoto tra noi.

Sabisse

segnalata da Sabisse martedì 2 novembre 2004

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Pioggia

Pioggia, pioggia continua, un cielo plumbeo
offusca il sole, che forse imbronciato è migrato
altrove. Un’angoscia opprimente pesa su noi e
c’intristisce. La terra è sofferente e ci priva
d'ogni gioia. Ma ecco! Il cielo s’apre, torna
il sereno, raggi luminosi si posano ovunque,
tutto risplende, anche la terra non soffre più,
è ritornata la sua e la nostra gioia.

Laura

segnalata da Laura mercoledì 17 novembre 2010

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Protervia

Conosco il mio essere,
positiva realtà,
lo recludo indocile
a dispiegare l'amore,
è l'angoscia
serena
che confonde me stesso
per chi si ama.

Kose

segnalata da Kose martedì 10 maggio 2011

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

solitudine

son triste e la mente vaga
mille pensieri mi invadono.
so di essere forte.......
ma l'angoscia mi assale.
vorrei averti
accanto,
poterti parlare e farmi ascoltare.
Invece rimango qui sola con questi pensieri
che prepotentemente invadono la mia mente
in questa lunga notte buia...............

Maria D.

segnalata da maria martedì 5 luglio 2011


◄ indietro
1 2 3

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2024 Frasi.net
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

109 ms 18:11 26 022024 fbotz1