Frasi.Net
       

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » cerca » brivido

Cerca brivido nelle poesie

archivio frasi | autori | classifiche | commenti | cerca | scrivi frasi

Sono presenti 88 poesie. Pagina 1 di 5: dalla 1a posizione alla 20a.

Criteri di ricerca



 
categoriapoesie












 
qualsiasi
 
qualsiasi
 
giornoqualsiasi































 
mesequalsiasi












 
annoqualsiasi

























stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Il carnevale di Gerti


Se la ruota si impiglia nel groviglio
delle stesse filanti ed il cavallo
s'impenna tra la calca , se ti nevica
fra i capelli e le mani un lungo brivido
d'iridi trascorrenti o alzano i bambini
le flebili ocarine che salutano
il tuo viaggio e i lievi echi si sfaldano
giù dal ponte sul fiume
se si sfolla la strada e ti conduce
in un mondo soffiato entro una tremula
bolla d'aria e di luce dove il sole
saluta la tua grazia-hai ritrovato
forse la strada che tentò un istante
il piombo fuso a mezzanotte quando
finì l'anno tranquillo senza spari.

Ed ora vuoi sostare dove un filtro
fa spogli i suoni
e ne deriva i sorridenti ed acri
fumi che ti compongono il domani;
ora chiedi il paese dove gli onagri
mordano quadri di zucchero dalle tue mani
e i tozzi alberi spuntino germogli
miracolosi al becco dei pavoni.

(Oh , il tuo carnevale sarà più triste
stanotte anche del mio , chiusa fra i doni
tu per gli assenti:carri dalle tinte
di rosolio , fantocci ed archibugi,
palle di gomma , arnesi da cucina
lillipuziani:l'urna li segnava
a ognuno dei lontani amici l'ora
che il gennaio si schiuse e nel silenzio
si compì il sortilegio.E' carnevale
o il dicembre s'indugia ancora?Penso
che se muovi la lancetta al piccolo
orologio che rechi al polso , tutto
arretrerà dentro un disfatto prisma
babelico di forme e di colori...)

E il natale verrà e il giorno dell'anno
che sfolla le caserme e ti riporta
gli amici spersi e questo carnevale
pur esso tornerà che ora ci sfugge
tra i muri che si fendono già.Chiedi
tu di fermare il tempo sul paese
che attorno si dilata?Le grandi ali
screziate ti sfiorano , le logge
sospingono all'aperto esili bambole
bionde , vive , le pale dei mulini
rotano fisse sulle pozze garrule.
Chiedi di trattenere le campane
d'argento sopra il borgo e il suono rauco
delle colombe?Chiedi tu i mattini
trepidi delle tue prode lontane?

Come tutto si fa strano e difficile
come tutto è impossibile , tu dici.
La tua vita è quaggiù dove rimbombano
le ruote dei carriaggi senza posa
e nulla torna se non forse
in questi disguidi del possibile.
Ritorna là fra i morti balocchi
ove è negato pur morire;e col tempo che ti batte
al polso e all'esistenza ti ridona,
tra le mura pesanti che non s'aprono
al gorgo degli umani affaticato,
torna alla via dove con te intristisco
quella che mi additò un piombo raggelato
alle mie , alle tue sere:
torna alle primavere che non fioriscono.

Eugenio Montale

stelline voti: 20; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Della testa di morto


L'Acherontia frequenta le campagne,
i giardini degli uomini, le ville;
di giorno giace contro i muri e i tronchi,
nei corridoi più cupi, nei solai
più desolati, sotto le grondaie,
dorme con l'ali ripiegate a tetto.
E n'esce a sera. Nelle sere illuni
fredde stellate di settembre, quando
il crepuscolo già cede alla notte
e le farfalle della luce sono
scomparse, l'Acherontia lamentosa
si libra solitaria nelle tenebre
tra i camerops, le tuje, sulle ajole
dove dianzi scherzavano i fanciulli,
le Vanesse, le Arginnidi, i Papili.
L'Acherontia s'aggira: il pipistrello
l'evita con un guizzo repentino.
L'Acherontia s'aggira. Alto è il silenzio
comentato, non rotto, dalle strigi,
dallo stridio monotono dei grilli.
La villa è immersa nella notte. Solo
spiccano le finestre della sala
da pranzo dove la famiglia cena.
L'Acherontia s'appressa esita spia
numera i commensali ad uno ad uno,
sibila un nome, cozza contro i vetri
tre quattro volte come nocca ossuta.
La giovinetta più pallida s'alza
con un sussulto, come ad un richiamo.
"Chi c'e'?" Socchiude la finestra, esplora
il giardino invisibile, protende
il capo d'oro nella notte illune.
"Chi c'e'? Chi c'e'?" "Non c'è nessuno, Mamma!"
Richiude i vetri, con un primo brivido,
risiede a mensa, tra le sue sorelle.
Ma già s'ode il garrito dei fanciulli
giubilanti per l'ospite improvvisa,
per l'ospite guizzata non veduta.
Intorno al lume turbina ronzando
la cupa messaggiera funeraria.

Guido Gozzano - tratto da Le farfalle. Epistole entomologiche

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Aforisma

Le tue mani sulla mia pelle come docce fresche tracciano brividi nelle emozioni, che dolcemente sai istillare nel mio cuore!

Laura Lapietra

segnalata da Laura Lapietra martedì 18 maggio 2021

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

E' mattina e appena sveglia penso a te.Sento freddo dentro e il mio viso e'pallido.Appena ti vedo mi sento rinascere,il mondo si chiude in un'attimo e i miei sensi sono offuscati.Sento i brividi e tu mi saluti da lontano,poi all'improvviso ti allontani e la mia euforia si trasforma in pianto e il mondo si riapre lascaindo spazio alla terribile quotidianita' del vivere senza te...

valentine

segnalata da valentine martedì 29 gennaio 2008

stelline voti: 6; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

La gioia..
Mentre ti stringo forte..sento una strana emozione..qualcosa che mi prende all'improvviso..e quando i miei okki incontrano i tuoi..scintille e lampi di fuoco..sento brividi lungo la schiena..solo adesso vivo..adesso che ti ho qui vicino..solo adesso provo la vera gioia...grazie!!!

Halley1

segnalata da Halley1 sabato 4 marzo 2006

stelline voti: 10; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Sono qui leggero come il vento...fresco come l'aria...riconosco sempre questo odore...l'odore dell'aria che c'è a quest'ora,in questi periodi...questa brezza che mi sfiora il viso e i capelli e mi lascia un tenue brivido...lì,in fondo alla schiena e lascia che i miei pensieri scivolino via e che i miei occhi guardino oltre il limite...oltre quello che non c'è,oltre quello che non si immagina...io immobile mi lascio catturare dal fascino di ciò che accade dantro di me e lascio che il vento sfiori ogni parte di me...e allora ascolto...ascolto ciò che un intero mondo non riesce a sentire...
palpitazione tenue...

angioletta

segnalata da il pensatore della notte giovedì 13 gennaio 2005

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

non ti perdere

non ti perdere amico mio, ti voglio sempre mio, la tua moto va veloce, una ruota sulla strada, che in quel momento una fata ti si presenti , non correre amico mio ; non bere tanto amico mio, lascia la siringa amico mio, se proprio ti senti solo, fermati, ascoltati, parla con te stesso, il tuo cuore parlerà con i suoi battiti , le tue ciglia ti daranno i tempi di rinascita, il tuo sangue scorrerà indicandoti la fluidità della tua nuova via, la luce ti farà riaprire gli occhi, non vedrai più la tua moto, quasi senza accorgertene calpesterai una siriga e tutto ti riverrà in mente, ma ti girerai , il vento ti accarezzerà , io amico mio ti porterò a correre con me nella sfida, un brivido sentirai , ricomincerai, la tua testa si china, i tuoi occhi si stringono, le tue orecchie per qualche secondo non sentiranno, dal nulla sei ritornato!

nicola calandriello di pisticci ( MT)

segnalata da nicola giovedì 26 agosto 2004

stelline voti: 39; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

lascivia

lavinia,o mia lavinia,spudorata donna cagion di mia nescienza,tra gli alberi di fico luminescente appari,ma veggo senza fallo lascivia che in cor
tuo,mi schianta di dolor e brividi procura....

Plinius

segnalata da franco peneloni martedì 21 dicembre 2010

stelline voti: 43; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

fine d'un ricordo

il ruzzolar delle foglie d'autunno per prati ormai brulli,grigi e dismessi,rimembra i giorni in cui ci amavamo,il tuo volto raggiante,la malizia nei
tuoi occhi che mi procurava brividi e benessere...il tutto è obnubilato dall'ineffabile gorgogliar del tempo che divora la tua immagine cancellandola
dai miei ricordi..

Frank Brewstel - tratto da Decadente

segnalata da Gnappetta martedì 21 dicembre 2010

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

ALLA MIA AMATA DONNA ANGELO

Dolce amore mio i tuoi capelli d'oro sono lisci e soffici come il cotone puro e non smetterei mai di passare le mie dita fra questi. Il tuo dolce sorriso é per me il paradiso é una dolce energia Che mi mostra il tuo affetto per me e Che io amo e voglio proteggere come la pupilla dei miei occhi niente é piu dolce per me del tuo sorriso tenero amore mio, quando sei seria il mio cuore piange es é triste perché capisco Che hai qualcosa Che non va, ma come il sole esce con la sua prorompente energia e luce e da una nota positiva a una giornata piovosa allo stesso modo per me il tuo sorriso scaturisce sulla tua bocca e accende di gioia il mio cuore. Quando guardo i tuoi occhi sento i brividi fino in fondo al cuore quando penso a quanto amore tu mi dai e io voglio darti a mia volta. Se vuoi sapere cosa cé nel luogo piu segreto del mio cuore ora te lo diro un abisso sconosciuto di amore solo per te e il desiderio di accarezzare con infinita delicatezza i tuoi occhi e avvicinarmi lentamente alla tua bocca per poi baciarti. Mi piacerebbe tantissimo sedermi vicino a te e mettere accanto ai tuoi piedi sacri e bianchi Tante rose e mentre osservo come dolcemente ti muovi cospargere di petali queste tue sacre membra e riempirli di baci e di carezze e osservare come il colore dei tuoi jeans blu esalta la purezza delle membra con cui cammini. Quando ti bacio gli occhi e guardo il tuo sorriso vorrei Che fosse amore per sempre pero purtroppo il tempo ti porta via da me come meravigliosa e adorabile polvere Che scivola via dalla mano di un uomo... Perche? Il mio cuore é triste vorrei Che tu fossi eterna ma lentamente invecchi e seppur sei piu bella di una rosa mio tenero amore purtroppo la morte ci separa... Altro non ho Che la gioia dei nostri momenti e il dolore di perderti é grande nel mio cuore.

Brusa Carlo

segnalata da Brusa Carlo venerdì 9 ottobre 2015

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Ogni volta

Ogni volta che vedo i tuoi occhi...un brivido rovente attraversa il mio cuore.
Ogni volta che ti vedo sorridere...il tempo scorre in maniera smisuarata.
Ogni volta che parli con me...vorrei essere una lacrima e discere dai tuoi occhi e morir sulle tue labbra.
Ogni volta....ogni estenuante volta...vorrei che non finisse mai.

Nico Gurr...

segnalata da nico domenica 9 giugno 2002

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Poesia Haiku

Un infinito -
brivido tra la neve
dolce primula

Laura Lapietra

segnalata da Laura Lapietra giovedì 14 gennaio 2021

stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

INFINITO

Guardarti ancora stupito
lievemente, come una carezza sfiorarti,
brivido sulla pelle.
Mi poserei sempre, come all'ora
sul ciglio del tuo sguardo
sospeso, sull'infinito.

segnalata da Mauro Monteverdi mercoledì 6 aprile 2005

stelline voti: 4; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Infinito

Guardarti ancora stupito.
Lievemente, come una carezza sfiorarti,
brivido sulla pelle.
Mi poserei sempre, come allora
sul ciglio del tuo sgaurdo
sospeso, sull' infinito

segnalata da Mauro giovedì 21 aprile 2005

stelline voti: 14; popolarità: 1; 0 commenti

categoria: Poesie

Vorrei innamorarmi

Desidererei anch'io un giorno poter provare quello che tutti definiscono un brivido, un istante , un soffio di vento che sfiora il tuo viso.....

Mi piacerebbe comprendere per quale motivo tutti quei ragazzi che hanno provato questo sentimento hanno un sorriso diverso da quello che , seppur gioioso , mostro alla gente ogni giorno.

Vorrei, dall'angolo più buio del mio cuore , che durasse tanto quanto un tuo pensiero per me.......anche più se vuoi.....

Sento che ci sto riuscendo, ma per raggiungere il mio scopo ho bisogno di te............

Devo solo trovare quel maledetto coraggio che è la chiave di tutto...e poter finalmente essere l'idolo supremo dei tuoi pensieri.

sebastiano

segnalata da Sebastiano sabato 28 gennaio 2006

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: poesie

ascolta

ascolta il mio respiro,
il sapore delle mie labbra,
lo scintillio dei miei occhi,
i brividi del mio corpo,
il profumo della mia pelle,
sono per te.

daniela cesta

segnalata da Daniela cesta lunedì 10 settembre 2012

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

?

La vita è un brivido che si deve vivere,
Senza di essa saremo come la terra senza l'acqua,
come un albero senza foglie,
come il mare senza pesci,
?Viviamola al meglio finchè possiamo..

voti: 0; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Ti amo
Io nn so cosa sia l'amore e nn mi è dato saperlo,
ma se è il brivido che provo quando ti sogno,
il nodo in gola quando ti penso,
la timidezza di una bambina quando ti vedo,
Beh allora TI AMO....

segnalata da irenucciaa mercoledì 8 ottobre 2008

stelline voti: 8; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Un brivido avvolgente cresce,
in quest’ora nell'imbrunire dall' increspata onda del lago.
E’ immobile,statica, quì la sera,come si odono offuscati e lontani i rumori!
A fior d’acqua scorrono lenti anche i pensieri,mulinelli silenziosi,tra flutti e bagliori lunari.
Mi sento libera, meravigliosamente libera...
soltanto per un attimo, nell'affogare del silenzio lacustre, tutto l’affanno, di un altro giorno inutile
passato senza di Te amor mio..

Grazia © Settembre 2008

segnalata da grazia mercoledì 5 settembre 2012

stelline voti: 14; popolarità: 0; 0 commenti

categoria: Poesie

Un brivido
disegna la schiena
Le nostre voci complici
fluidi bisbigli
pelle e labbra saziano
dissetando passione e anima
nel ritmo d'amore

grazia© 10.8.2012

Grazia Tamagno

segnalata da grazia mercoledì 5 settembre 2012


◄ indietro
1 2 3 4 5

 


Puoi eseguire la ricerca nel sito anche tramite Google:

Ricerca personalizzata


© 2000-2024 Frasi.net
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 13:54 23 022024 fbotz1