Frasi.Net
       
poesie

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » poesie » pagina 406

poesie


stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

lacrime...

forse ci sono
altri modi per raccontare
queste lacrime
questi attimi
questi silenzi,
forse il vento saprà come
confonderle con la rugiada.
ma il sol ricordo vivo,
speciale come lo sei tu
s'adagierà gentile
sul cuor
come una farfalla
si posa
sul fior

Nico Gurr...

segnalata da Nico domenica 19 novembre 2006

stelline voti: 11; popolarità: 0; 0 commenti

posati autunno

posati autunno
sul cuore mio stanco
tra pioggia e sole
ardo d'amore,
le nuvole scorrono veloci
il vento impetuoso
trascina con se
le solitudini di un inverno
oramai prossimi.
tra i rami scorgo i suoi occhi
stupendi come l'aurora,
tra le foglie, invce, scorgo la malinconia
di non poter mai udir la voce...
che ti farà mia.

Nico Gurr...

segnalata da Nico sabato 18 novembre 2006

stelline voti: 25; popolarità: 0; 2 commenti

Vierno a Napule

Ma che d'è
'o ggelo d' 'o vierno
dint'a cchesta città?

Pe' ttante, forse,
è sulo 'nu muorzo
'e malincunia...

Pecché 'a mamma
m' 'o ddiceva sempe,
ca si 'o friddo è tuosto...

da nuje, a Napule,
pe' tramente ca passa,
pò durà tre gghiuorne!

E doppo? Sempe,
comm'avesse pigliato
'nu bell'appuntamento,

sta a ascì 'n'ata vota
'o sole, a 'nce scarfà
pure meglio 'e primma.

'O viern' 'e Napule
'a chi sta bbuono
quase nun se fà sentì.

Ma chillu gelo
'e tre gghiuorne
venuto all'impruvviso

a quacche sfurtunato,
magari dint' 'o suonno,
a 'nu puverello l'ha acciso,

ca nun teneva manco
'na cuperta bona
pe' se piglià calore...

Ne è bastat'una sola
'e chelle tre nott' 'e ggelo
pe' s' 'o purtà, zitta zitta...

'n Paraviso.

---------------------------------------

Inverno a Napoli

Ma che cos'è
il gelo dell'inverno
dentro questa città?

Per tanti, forse,
è solo un morso
di malinconia...

Perché la mamma
me lo diceva sempre,
che se il freddo è forte...

da noi, a Napoli,
fintanto che passa,
può durare tre giorni!

E dopo? Sempre,
come avesse preso
un bell'appuntamento,

sta a uscire un'altra volta
il sole, per riscaldarci
pure meglio di prima.

L'inverno di Napoli
da chi è in buone condizioni
quasi non si fa sentire.

Ma quel gelo
di tre giorni
venuto all'improvviso

a qualche sfortunato,
magari durante il sonno,
a un poverello l'ha ucciso,

che non aveva neanche
una buona coperta
per riprendere calore...

Ne è bastata una sola
di quelle tre notti di gelo
per portarselo, zitta zitta...

in Paradiso.

FernyMax - tratto da pensieri d'inverno

segnalata da FernyMax sabato 18 novembre 2006

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

Che cosa posso fare io
per poterti aiutare?
Ti guardo con questi occhi
che sono tuoi,
ti ascolto con questo cuore
che è ormai tuo.
Come posso
infrangere i tuoi silenzi
che son dolenti...lo so,
quali i vetri
rotti dalla bottiglia
che ogni notte svuoto.
Ma io più che amarti non so.

segnalata da mikimiki venerdì 17 novembre 2006

stelline voti: 6; popolarità: 0; 0 commenti

il silenzio

difficile è
conquistar il tuo cuore
ogni singola parola
blocca il respiro in gola.
ti vedo...
ti ascolto...
attorno a me
tutto par stravolto.
vorrei far mio un tuo sorriso,
vorrei stringer le tue mani
al mio petto,
ma celo i pensieri
dietro la mia ombra peggiore:
cioè...
il silenzio

Nico Gurr...

segnalata da Nico venerdì 17 novembre 2006

Sono presenti 6291 poesie. Pagina 406 di 1259: dalla 2026a posizione alla 2030a.

1259 ... 408 407 406 405 404 403 402 ... 1

 

in tutte le frasiin questa categoria


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

31 ms 19:14 03 102022 fbotz1