Frasi.Net
       
poesie

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » poesie » pagina 629

poesie


stelline voti: 3; popolarità: 0; 0 commenti

le guerre degli altri.....e noi.......?

e noi che viviamo in prigioni dorate
nn siamo forse colpevoli?
colpevoli una volta ancora
con le nostre stesse mani intarsiate di sangue
e ci frughiamo nella tasca gli spiccioli maledicendo un giorno di libertà!
cosa ne sappiamo noi di madri che stringono fra le braccia
un inerme angelo con le ali spezzate...

nn siamo forse colpevoli?
restiamo appesi alle nostre stupide gabbie dorate
come squallide scimmie ammaestrate
coi nostri sorrisi di circostanza, le nostre beffarde maschere.
e viviamo ancora
sospirando di fronte ad un orrore lontano
ma tosto accantoniamo pensieri troppo pesanti
per i nostri meschini cuori.

nn siamo forse colpevoli?
la colpa spesso nn è soltanto commettere un delitto
la colpa è anche nn levare in alto una voce per evitarlo

nn sono io colpevole?
si lo sono!
lo sono più di ogni altro.
perkè frugo poche parole piene di rabbia
e porto un nome che meriterebbe l'azione
eppure di fronte a tutto questo orrore
nn faccio altro che restar seduta e scrivere...
...scrivere che dentro nn abbiamo mai abbastanza amore

deneb

segnalata da deneb domenica 18 gennaio 2009

stelline voti: 2; popolarità: 0; 0 commenti

luci e ombre come d'incantato ebano ed avorio su pianoforti erranti
si inseguono e stordiscono di sinfonie avvolgenti

un essere senz'ombre
sarebbe senza spessore

così come un essere senza luce
farebbe accaponar la ragione

una nota stonata risuona
nell'aria contrita d'argento
simile a scoccar di freccia
in quella nota c'è sentimento

deneb

segnalata da deneb domenica 18 gennaio 2009

stelline voti: 1; popolarità: 0; 0 commenti

Dedizione

La notte, il cielo trapuntato di stelle somiglia ad un ricamo che tu...con i tuoi baci hai impresso nel mio cuore! E arriva il giorno e il mio cuore s'illumina al tuo cospetto...grazie amore! Dedicata ad Elisabetta....

Mimmo

segnalata da Mimmo domenica 18 gennaio 2009

stelline voti: 22; popolarità: 0; 1 commenti

FUOCHI NEI CIELI DI GAZA

SE MI RIPRENDO DA QUESTO FUOCO
O CIELI DIMENTICATI
MENTRE INDISTURBATI
ONDEGGIANO VELOCI
NELL'ACQUA DI QUESTO MARE
RIFLESSI
E SCIUPANO GLI ARDORI
E DISSIPANO LE STELLE
NEL FRAGORE DI QUESTE
NOTTI IRRIVERENTI E MANCATE
DI SOLDATI
O BIMBI MORTI
O MADRI INERMI
O SOGNI SCOMPARSI
E RINATI VIOLENTI
NEL GREMBO DI QUESTE TERRE
ARIDE E POVERE.
AH ICH ALLAH, ICH ALLAH
AH ICH ALLAH, ICH ALLAH.

VITO RATTOBALLI

segnalata da vito rattoballi venerdì 16 gennaio 2009

stelline voti: 4; popolarità: 1; 1 commenti

GLI ANGELI DI GAZA

Piccole stelle
esplodono con un sorriso in viso
negli occhi pien di vita dei bambini
di una piccola stretta terra,
imbrattando le strade della loro ingenuità,
attingendo dalla tavolozza colorata dei loro pensieri
un arcobaleno di sogni.

La spontaneità dei gesti dei bimbi
permette loro di guardar ancora in alto
solo per ammirar le stelle:
inesauribile fonti di speranza per gli altri,
sono sempre pronti a dimenticare il giorno prima
per progettarne un altro…

Nella verginità dei loro sentimenti
ai piccoli non è dato conoscer l’odio,
ma la sofferenza si:
la vedono ogni giorno negli occhi familiari dei grandi,
la nutrono ogni notte del rammarico
di non avere conosciuto in tanti …

Figli di un popolo senza Stato e senza terra,
loro non sanno cos’è la guerra
e possono costruire solo muri di sabbia:
vorrebbero liberamente giocare,
fuori dai bunker dell’ultimo rifugio;
apertamente rincorrersi coi compagni d’oltre muro,
non distinguendo per nascita o religione;
semplicemente sognare ad occhi aperti,
senza rabbrividire del sangue sparso intorno!

I bambini non sanno perché i loro padri
a volte li salutano con una cinta imbottita addosso,
come per un addio;
non comprendono perché ogni giorno
la gente scenda in strada
con in braccio un piccolo fagotto di lenzuola;
non si spiegano come mai certe notti
il cielo di Gaza s’illumina a giorno -come se esplodesse-
e la gente rifugge -anziché rincorrere- le stelle cadenti …

Nell’ignoranza della loro età
a volte piangono senza un perché
-o solo perché piangono gli altri-.
Molti di loro non lo scopriranno mai,
poiché non ne avranno il tempo;
molti tra loro lo capiranno appena più tardi,
quando -costretti a diventar grandi bruciando le tappe-
avranno anch’essi imparato ad odiare …

GASPARE SERRA

segnalata da gaspare110 mercoledì 14 gennaio 2009

Sono presenti 6268 poesie. Pagina 629 di 1254: dalla 3141a posizione alla 3145a.

1254 ... 631 630 629 628 627 626 625 ... 1

 

in tutte le frasiin questa categoria


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

31 ms 21:54 22 052022 fbotz1