Frasi.Net
       
poesie

Tu sei qui: Frasi.net » frasi » poesie » pagina 361

poesie


stelline voti: 17; popolarità: 1; 0 commenti

Mattina Sbagliata

Un suono secco, metallico,
Un'agonia di lamiere.
Nero, soltanto nero
Là fuori, le nubi
Sono in bilico
Fra il grigio
E il nero.

Poche lacrime
Mi bagnano, ancora
C'è speranza;
Ma poi la rabbia,
La rabbia di numeri mancati,
La rabbia di una strada
Che non può essere la mia.

Devo correre, correre,
Il mondo non aspetta...
Ma i miei passi diventano
Freddi e pesanti.

Ora guardo con tristezza
La nebbia che mi avvolge;
Ripenso ancora
Ai giorni di sole,
Prima di affogare
Nel pianto del cielo.

Niso

segnalata da Niso sabato 20 maggio 2006

stelline voti: 49; popolarità: 0; 0 commenti

Aria della notte

La fragile scrittura dell'inizio
Il fremere dell'aria
Le vene nell'aria
L'infinito guardare
Lo sguardo infinito
Il suggello del silenzio sulle labbra
Il caldo vino delle parole
L'angolo prima colmato di vuoto
Il passo che risponde
Lo sconvolto volteggiare delle dita
Il tatto del respiro
Le notti di veglia
L'ardore insonne
L'arena che s'infiltra e ricade
L'agognato rumore che scivola sotto la porta.

P.Neruda

segnalata da fanny venerdì 19 maggio 2006

stelline voti: 12; popolarità: 1; 0 commenti

Le spine appartengono al dolore

Non cercate l'amore perchè l'amore e dentro di noi non cercate la cruda realtà ma affrontiamola. Conosco queste parole, e dovrei essere forte ma il mio cuore non lo è... e triste e desolato....... Non è questo il mondo che mi aspettavo ma.. di rose e fiore.Rose e fiore per me significa amore, amore puro dolce e sincero, che poi nonè. Più delle volte l'amore riesco a definirlo come una rosa piena di spine...... E le spine apparttengono al dolore al dolore che ho dentro il cuore, ma io amo l'amore anche con dolore l'amore e come un fiore se non lo curi appassisce e poi muore.

Nuccia Mangione da Caltanissetta - tratto da poesia inventata

segnalata da Nuccia giovedì 18 maggio 2006

stelline voti: 16; popolarità: 0; 2 commenti

La mia unica Lei

La mia donna non è di questo mondo...
La mia Lei ha la mia anima nel sangue.

Ed io la sua... al di là di queste ombre
siamo l'un per l'altra solamente luce!

Soltanto ora la riconoscerei fra mille,
perché ho sofferto per la sua mancanza...

Ho amato tante donne nel frattempo
e anch'io da loro sono stato amato,

ma no allo scopo, che Dio le aveva dato
di starmi accanto, perché le stessi accanto.

La mia Lei non l'ho ancora conosciuta...
ne ho avute tante, ma come Lei nessuna.

E aspetto, aspetto in tutti i chiari di luna
che il mio Angelo si presenti immacolato

dopo un volo digradante dalle stelle...
e mi si posi a carezzar la pelle, il fiato

e il pigolìo di un cuore lancinato,
che invoca il Paradiso a noi creato...

Ma non m'importa ora Lei con chi sia,
con chi abbia condiviso questa vita...

La nostra vita è oltre mille anagrafi
ed oltre questo tempo così ingrato...

Non contano i suoi uomini, o i suoi figli,
le proprietà, o i suoi titoli di studio...

Conta invece che al di là di queste vite
ci ritroviamo tutt'e due nell'Assoluto...

In questa fede m'addormento la notte.
So che possiamo rinascere assieme,

riappartenerci l'un l'altra come è stato
quando ci conoscevamo già in passato,

perchè la Storia delle nostre anime
innamorate non debba aver mai fine.

Siamo le due metà di una stessa vita
e il nostro Amore oltre ogni vita vivrà...

Così è scritto, Amor mio... e così sarà!

FernyMax - tratto da una fantasia sotto il cielo stellato

segnalata da FernyMax giovedì 18 maggio 2006

stelline voti: 18; popolarità: 0; 3 commenti

'A ladra 'e core

Truoppo tarde aggio capito tu chi sì...
'stu core 'e arravugliato e te ne vante.

Cu' 'n'occhiata me sì trasuta 'n capa...
e 'o gulìo me l' 'e schiattato 'n canna!

Te sfizie a piglià ll'anema dell'uommene,
prumitte mille, ma daje 'o resto 'e niente...

E pe' 'sta voglia 'e vase, ca je mò moro,
me staje pure a sfruculià 'nnanz'a ggente.

Ma quala ciorta maleditta e nera
m'aggio tirato 'n cuollo a te vedé?!

Pecché t'aggio ammirato chella sera
ca je stevo accussì bbuono a fà canzune

p'a fidanzata mia, ch'è ddoce e seria...
e nò 'na figlia 'e mamma comm'a tté?!

FernyMax - tratto da un peccato degli occhi...

segnalata da FernyMax martedì 16 maggio 2006

Sono presenti 6280 poesie. Pagina 361 di 1256: dalla 1801a posizione alla 1805a.

1256 ... 363 362 361 360 359 358 357 ... 1

 

in tutte le frasiin questa categoria


© 2000-2022 copyright
Per contattarci o saperne di più sul sito vieni al CENTRO INFORMAZIONI

47 ms 11:08 05 072022 fbotz1