Frasi.Net
       
Primi

Tu sei qui: Frasi.net » ricette cucina » primi piatti » acquacotta della tuscia

Primi

Acquacotta Della Tuscia

Tipo piattoPrimi
A base diInsalata Cicoria
Persone4
NoteLuogo: Tuscia. Luogo: Lazio.
Visite1691 visite
Ingredientiquantitàingrediente
 1000 g  insalata cicoria di campagna  
 4  patate grandi  
   pane casereccio raffermo  
 4 spicchi  aglio  
   peperoncino  
   olio d'oliva extra-vergine  
 2  cipolle  
   sale  
 3 rametti  mentuccia fresca (nepitella)  
 400 g  pomodori freschi  
 500 g  baccalà (facoltativo)  
Persone diminuisci il numero di personeaumenta il numero di persone Calorie per persona
Preparazione
  1. In una pentola contenente solamente acqua e sale, mettere a cuocere le patate sbucciate e tagliate a metà, 4 spicchi di aglio interi, le cipolle tagliate a fettine, la mentuccia, il peperoncino e i pomodori a pezzi (un tempo, fuori stagione, si usavano i pomodoretti piccoli a grappolo, oggi si può anche usare la polpa di pomodoro in bottiglia, oppure i pelati in scatola).
  2. La cicoria selvatica va sbollentata a parte per qualche minuto, per eliminarne il sapore amaro non a tutti gradito, e va aggiunta in un secondo momento, mentre quella coltivata può essere introdotta fin dall'inizio.
  3. Per ottenere un piatto unico più completo e più gradevole, a metà cottura si può aggiungere il baccalà tenuto a mollo dalla sera precedente, anche la parte meno pregiata (le cosiddette orecchie), tagliato a quadrati non troppo piccoli.
  4. In alternativa al baccalà, sempre nella forma di piatto unico, a fine cottura si può aggiungere un uovo a persona, cotto in camicia nel brodo della stessa zuppa o addirittura sbattuto dentro.
  5. Durante la cottura è necessario mantenere una certa quantità di liquido, appena sufficiente per inzuppare il pane, aggiungendo acqua calda o brodo di dado.
  6. A cottura ultimata, versare sul pane casereccio invecchiato di alcuni giorni predisposto nei piatti fondi singoli (in genere sono sufficienti due sottili fette a persona), il brodo di cottura insieme con la cicoria, le patate e un pezzetto di baccalà o l'uovo in camicia, in modo da avere presenti per ogni piatto tutti gli ingredienti.
  7. Lasciare riposare per qualche minuto con il piatto coperto, in modo che il pane si possa bagnare adeguatamente, poi gettare via tutto il liquido residuato non assorbito dal pane, ed irrorare la zuppa abbondantemente con il nostro olio d'oliva extra-vergine, di sapore robusto e caratteristico.
  8. Buon appetito!

Gentilmente concessa da Giorgio Musilli di DBricette.

Ricetta 11 di 4678 ricette presenti nella categoria Primi

◄ acqua cotta vetrallese acquacotta della tuscia (2) ►

Nessun commento presente

Per commentare fai il login


© 2000-2017 copyright
Per contattarci o saperne di più su frasi.net vieni al CENTRO INFORMAZIONI

63 ms 20:25 27 032017 fbotz1